Swamp Thing – Cosa sarebbe accaduto nella seconda stagione


Swamp Thing è stata inesorabilmente cancellata dopo la produzione della prima stagione, ecco, secondo piani del creatore dello show, cosa sarebbe dovuto succedere nella seconda.

Swamp Thing

Come saprete, la serie Swamp Thing targata DC Universe è stata inesorabilmente cancellata dopo la produzione della prima stagione. La notizia ha colto di sorpresa tantissimi spettatori, che cominciavano ad apprezzare lo show e che tuttora continuano a sostenere la campagna #SaveSwampThing. A rimanere sorpreso e, soprattutto, profondamente deluso, è stato anche Gary Dauberman, creatore della serie, che in una recente intervista a Comic Book Movie ha dichiarato:

“Sono rimasto devastato dalla cancellazione perché credo, dal punto di vista creativo, che noi, e con noi intendo le altre persone, come Mark Verheiden, che ha governato alla grande la barca e ha realizzato davvero un lavoro eccezionale, abbiamo messo in piedi uno show che evidenziava l’amore per il materiale originale, soprattutto della run di Alan Moore. È uno dei miei eroi, ovviamente. Davvero, tutti i coinvolti si sono innamorati del materiale originale e dei personaggi e credo che questo traspaia dagli episodi. Penso che coloro interessati a quello che le altre stagioni avrebbero potuto essere dovrebbero prendere in mano il materiale originale.”

Per poi continuare descrivendo la sua idea di come avrebbe dovuto essere la seconda stagione della serie: un’antologia che avrebbe raccolto le storie più inquietanti del fumetto, così da far immergere ancora di più gli spettatori nelle strane atmosfere introdotte dalla prima stagione.


“La prima stagione è molto simile a un film, ha un inizio, una metà e una fine, è una storia raccontata nel corso di dieci episodi e quello che mi piaceva era vedere, per esempio, un licantropo in un ospedale, quindi [nella seconda stagione] avremmo avuto un’antologia con storie a sé stanti. La palude è praticamente il ricettario del terrore soprannaturale, si possono esplorare vari sottogeneri dell’horror e speravo di farlo nella seconda stagione, utilizzando alcune delle storie più inquietanti del fumetto. Tutto sarebbe stato ancora più strano. Per le persone che non conoscono il personaggio la prima stagione è servita a presentarglielo, la seconda si sarebbe immersa in idee ancora più bizzarre, inquietanti, strambe e schifose.”

La prima stagione di Swamp Thing sarà disponibile in Italia dal 2 dicembre grazie ad Amazon Prime Video e qualcuno spera che la piattaforma possa salvare lo show e rinnovarlo per un’altra stagione. Voi che ne dite?

 

Fonte: comicbookmovie.com

L'Oscuro Passeggero

Il mio nome rispecchia la mia solare personalità. Sono appassionata di letteratura, drogata di serie tv e spacciatrice d'immagini per MegaNerd su Instagram.

Commenti