Suburra – Anteprima della seconda stagione


Immagini e dichiarazioni direttamente dalla conferenza stampa di presentazione della seconda stagione di Suburra – La Serie

Debutta venerdì 22 febbraio 2019 la seconda stagione di Suburra,
la serie
, il primo crime thriller italiano originale Netflix prodotto da Cattleya e Bartlebyfilm in collaborazione con Rai Fiction. La nuova stagione è composta da 8 episodi.

Nel cast Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara), Lele (Eduardo Valdarnini), Samurai (Francesco Acquaroli), Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e Sara Monaschi (Claudia Gerini). Accanto a loro, altri personaggi già presenti nella prima stagione si rivelano decisivi nelle dinamiche del potere: la sorella di Aureliano, Livia Adami (Barbara Chichiarelli), Adelaide Anacleti (Paola Sotgiu) e Angelica (Carlotta Antonelli), rispettivamente la madre e la moglie di Spadino. Le vicende dei protagonisti si intrecciano a quelle di nuovi personaggi che entrano a far parte del cast secondario: Nadia (Federica Sabatini), giovane figlia di un piccolo boss di Ostia che sarà complice di Aureliano, Cristiana (Cristina Pelliccia), poliziotta schietta e determinata che metterà i bastoni tra le ruote alla carriera di Lele. E infine Adriano (Jacopo Venturiero), speaker radiofonico, nonché “figlioccio” di Samurai, che segue attivamente le vicende del candidato sindaco Cinaglia.

La conferenza stampa

MegaNerd era presente alla conferenza di presentazione della seconda stagione nella splendida cornice della Casa del Cinema a Roma , a cui era presente sia il cast artistico che quello tecnico. Ecco alcune dichiarazioni dei protagonisti:


Il cast di SUBURRA – LA SERIE

Partiamo con le dichiarazioni di Kelly Luegenbiehl, vice presidente Netflix per la produzione seriale europea che ha sottolineato come la serie sia stata molto importante per la piattaforma:

“La prima produzione originale ci permette di entrare realmente in contatto con i vari paesi. È stato interessante vedere come una storia così romana, così italiana, sia stata apprezzata anche in altri paesi come gli Stati Uniti o il Vietnam. L’obiettivo era una serie italiana, amata in Italia e da quando è uscita Suburra 1 è costantemente nella Top 20 delle serie più viste”

Ha poi preso la parola Riccardo Tozzi di Cattleya, che ha voluto sottolineare come queste nuove piattaforme, con ovviamente Netflix in testa, stiano creando nuove opportunità, sia da un punto di vista produttivo che creativo, portando innovazioni tecnologiche ma anche culturali.

SUBURRA

Conclusa la parentesi “tecnica”, la parola è poi passata ai protagonisti. Ovviamente non si poteva che iniziare dall’attore del momento, Alessandro Borghi:

Suburra per me non vuol dire soltanto la serie, ma anche il film. Suburra è stato l’inizio di tutto. È stata la mia grande opportunità.
Sollima (il regista del film, ndr.) e Cattleya hanno creduto in quel ventottenne che da 15 anni provava a fare questo mestiere. Oggi la globalizzazione dei contenuti è fondamentale perchè offre opportunità a tutti e per avere successo un prodotto non deve necessariamente legarsi a 4-5 nomi importanti.

Claudia Gerini è Sara Monaschi in SUBURRA – LA SERIE

Passiamo ora a Claudia Gerini, che torna nel ruolo di Sara Monaschi:

Oltre a far parte del cast, io sono una grandissima fan di Suburra e questa non è una cosa sempre scontata. Sara è un personaggio importante nell’evoluzione della mia carriera, perché è diversa da tutte le donne che ho interpretato. È un personaggio freddo, si permea di una determinazione che va oltre qualsiasi cosa. Va fino in fondo e non si lascia trascinare via da nessuna emozione.

Giacomo Ferrara è “Spadino” in SUBURRA – LA SERIE

Presente anche Giacomo Ferrara, che nella serie interpreta il sinti chiamato “Spadino”:

In questa stagione al mio personaggio viene richiesta maturità, sono andato a togliere quegli atteggiamenti che lo rendevano ragazzino e che ora terrà dentro. L’evoluzione degli altri personaggi mi ha dato l’opportunità di dare ancora più sfumature al mio.

Eduardo Valdarnini è Lele in SUBURRA – LA SERIE

Il personaggio che troviamo più cambiato, rispetto alla prima stagione è senza dubbio quello di Lele, interpretato da Eduardo Valdarnini, che in questa stagione ritroviamo in polizia con il ruolo di vice ispettore:

Sicuramente è più convinto delle sue possibilità

Suburra 2 – La trama

Il prezzo del potere è il tema esplicito al centro dei nuovi episodi. La storia è ambientata nei quindici giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma, a tre mesi dalla fine della prima stagione. La battaglia tra criminalità organizzata, politici corrotti e Chiesa si fa ancora più intensa e i personaggi diventano sempre più affamati di potere. Se la prima stagione ruotava attorno al Vaticano e ai terreni di Ostia, i nuovi episodi entrano direttamente nella competizione per il potere della città. Anche i protagonisti della serie sono cambiati: mentre nella prima stagione combattevano per emanciparsi dai padri, dai fratelli maggiori, dalle loro famiglie ingombranti, oggi sono più adulti, più consapevoli di chi sono e di cosa vogliono, ancora più combattivi. Ma stavolta la posta in palio per loro sarà ancora più alta: Roma. E per raggiungere questo obiettivo sembrano davvero disposti a tutto. Ancor più della prima, la seconda stagione è caratterizzata da una presenza femminile forte e dalla spiccata personalità. Tra new entry e personaggi già noti, le donne comandano, decidono, tramano: hanno fame di potere e sanno come ottenerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *