Strange Adventures – James Gunn elogia il fumetto DC di Tom King e Mitch Gerad

James Gunn, regista dell’imminente Guardiani della Galassia vol. 3, ha elogiato in un tweet il fumetto Strange Adventures, definendolo il migliore che abbia mai letto

James Gunn è uno di quei registi che può vantare progetti di successo sia nel Marvel Cinematic Universe che nel DC Extended Universe. Sia i due strepitosi capitoli dedicati a I Guardiani della Galassia che The Suicide Squad – Missione Suicida hanno riscosso notevole consenso critico e di pubblico.

Attualmente Gunn è nel bel mezzo della post-produzione di Guardiani della Galassia Vol. 3 , che vedrà l’attore Will Poulter nei panni del nume risorto Adam Warlock. Eppure, nonostante gli impegni, sembra che il regista abbia avuto il tempo di dare un’occhiata ad alcuni albi a fumetti, nello specifico il nuovo ciclo di Strange Adventures di DC Comics, non mancando di fare i complimenti su Twitter agli autori Tom King Mitch Gerads .

«Questo è un capolavoro spaventoso e non posso credere di aver aspettato così tanto per leggerlo (soprattutto dopo aver amato Mister Miracle). Questa è la migliore, più complessa e tuttavia elegante storia di supereroi che abbia mai letto negli ultimi anni»

Il protagonista principale di Strange Adventures è Adam Strange, personaggio creato nel 1958 da Gardner Fox e Mike Sekowsky. Adam è un archeologo che, dopo l’irradiazione dei misteriosi Raggi Zeta, si trova teletrasportato sul Pianeta Rann. Qui si erge a paladino per proteggere la gente del luogo e, con il tempo, si innamora di Alanna, da cui avrà una bambina. Periodicamente, però, l’effetto dei Raggi svanisce, riportandolo così sulla Terra. Adam, diviso ormai tra due mondi, ha spesso collaborato con la JLA durante le sue avventure.

Nel corso degli anni la serie è stata nominata e premiata con numerosi premi, incluso l’Alley Awards nel 1963 come “Fantasy Generale”. Ha inoltre portato a casa riconoscimenti che vanno dal “Miglior Fumetto Fantasy/Fantascientifico/Supernaturale” a “Miglior Copertina” (per il n. 207 realizzata dal compianto Neal Adams).

Gunn, dal canto suo, durante una recente intervista a Variety, ha espresso di volersi dedicare in futuro alla televisione, piuttosto che al cinema, ribadendo di essere al lavoro sulla seconda stagione di Peacemaker, la serie spin-off di Suicide Squad, ancora inedita in Italia:

«Penso che dopo aver finito con i Guardiani, farò televisione per almeno un anno. La mia mente ha preso una decisione: non tutti gli show con cui avrò a che fare sono cose che scriverò e dirigerò, quindi alcuni di essi potrebbero richiedere diverse quantità del mio tempo. Peacemaker sarò io a scriverlo e dirigerlo, spendendo tutto il mio tempo sul set. Mentre invece di altri potrei scriverli, ma dirigere giusto qualche episodio ».

Voi, piuttosto, conoscevate Strange Adventures? E cosa pensate del cambio di rotta lavorativo di James Gunn? Fatecelo sapere in un commento così da poterne parlare insieme.

Fonte: Comicbook 


Avatar photo

Gianluca Testaverde

Instagram Meganerd
Faccio un po' di tutto nella vita: perditempo a tempo pieno, disegno, amo il doppiaggio e scrivo ciò che vorrei leggere. E per l'amor di Dio... non fate i fumettisti!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.