Sei serie TV coreane da recuperare


Su Netflix abbiamo scoperto tantissime serie TV coreane: alcune sono assolutamente da recuperare, veri e propri tesori nascosti nel grande oceano della piattaforma streaming. Vi facciamo scoprire quelle che (secondo noi) sono le migliori

speciale serie tv coreane da recuperare

Da qualche anno sono un’appassionatissima spettatrice dei drama coreani, scoperti per puro caso nel catalogo Netflix. Dopo la vittoria di Parasite di Bong Joon-ho agli Oscar ed il suo successo di critica e di pubblico, l’attenzione verso il cinema e la televisione coreana sono molto aumentati ed anche in Italia arrivano molte più serie. Tutte quelle che ho visto hanno dei tratti in comune, nella fotografia e nella regia: c’è un larghissimo uso dei fermo immagine, quando si arriva ai momenti clou, vengono quasi scattate delle istantanee che poi vi ritroverete per tutto il corso della serie nella mente dei protagonisti; molto spesso la stessa situazione e scena viene ripresa più volte attingendo ai ricordi e ai punti di vista dei vari protagonisti, le colonne sonore sono inoltre sempre un mix di lingue, un po’ in inglese e un po’ in coreano; le puntate sono generalmente molto lunghe tra i 50 e i 90 minuti, generalmente in numero di 16, ma ci sono anche mini serie.

A parte questi tratti comuni, come in tutte le produzioni cinematografiche, anche quelle coreane si differenziano molto ed ho deciso di aiutarvi proponendovi la serie più bella per ogni genere: tutte le serie citate le trovate su Netflix sottotitolate in italiano, nessuna delle serie ha infatti un doppiaggio né nella nostra, né in altre lingue.

 

kingdom

KINGDOM – 킹덤

Genere: Zombie
Stagioni: 2
Episodi: 12

Se adorate le mutazioni e vi aspettate da un momento all’altro un’alba dei morti viventi, questa è la serie giusta: scritta da Kim Eun-hee e diretta da Kim Seong-hun, è appena uscita la seconda stagione. Siamo nel Joseon medievale della Corea, che dovrebbe essere nel nostro 1600. Il principe ereditario Lee Chang (interpretato da Ju Ji-hoon) scopre qualcosa di suo padre, che in fondo non avrebbe voluto sapere e in tutto il regno impazza un’epidemia che trasforma i morti in… non del tutto morti. Orde e orde di zombie, dalle carni putrefatte e gli occhi vitrei, corrono verso i vivi, per azzannarli e mangiarli gustosamente, trasformandoli ovviamente in non morti. Il principe ereditario cercherà in ogni modo di scoprire la causa di questa malattia, grazie anche alla sua fedelissima, la curatrice Seo-bi (Bae Doo-na) che da tempo studia i non morti, ma non deve badare solo a quello: congiure di palazzo lo allontaneranno dalla linea di successione, tacciandolo di tradimento, riuscirà il nostro caro Lee Chang a tenere in piedi il Joseon e arginare l’epidemia?


 

 

my country

MY COUNTRY – 나의 나라

Genere: Guerra
Stagioni: 1
Episodi: 16

Serie del 2019, racconta la nascita del Joseon. Nel 1392 Taejo 태조 nato Yi Seong-gye 이성계 (interpretato da Kim Yeong-cheol) s’impadronisce, con un colpo di stato del trono coreano, dando vita alla dinastia Joseon che durerà fino al 1897. La serie racconta del colpo di stato che portò Taejo sul trono e soprattutto dei suoi sei anni di regno, solcati da ribellioni e lotte intestine, che ebbero per protagonista soprattutto il figlio Yi Bang-won (interpretato da Jang Hyuk) quintogenito, che però proprio non voleva rispettare la regola della primogenitura e fa veramente un casino enorme per finire sul trono. Tutta le battaglie che Bang – won farà per conquistare il regno, sono raccontate dalla prospettiva di due amici: Seo Hwi (Yang Se-jong), figlio del miglior spadaccino del regno, ma che è costretto a vivere nella miseria a causa di una congiura ordita contro il padre e quel meraviglioso esemplare di maschio di Nam Sun-ho (Woo Do-hwan) figlio illegittimo del generale Nam, che cercherà a tutti i costi di entrare nelle grazie del padre. In realtà i due protagonisti, dopo i primi episodi si troveranno sempre a combattere contro e dovranno più volte scegliere se onorare o meno la loro amicizia. Menzione d’onore al personaggio migliore della serie cioè Park Chi – do (Ji Seung-hyun) generale del comparto Serpente Nero, spadaccino spettacolare e sempre filosofico e dalla parte del giusto, nelle sue scelte.

Spade, archi, spargimenti di sangue a volontà, attacchi rotanti, salti a là parkour, tradimenti, codice d’onore, torture, tutto quello che potete desiderare di una serie di guerra, la troverete qui.

 

ROOKIE HISTORIAN GOO HAE – RYUNG

ROOKIE HISTORIAN GOO HAE – RYUNG – 신입사관 구해령

Genere: Storico
Stagioni: 1
Episodi: 40

Bellissima serie tutta sui toni pastello che racconta di Goo Hae-ryung (Shin Se-kyung), ammessa a far parte degli storici di corte. La serie infatti indaga il ruolo importantissimo degli storici, impiegati nel Joseon per riportare in registri consultabili solo agli stessi storici tutti gli spostamenti, gli avvenimenti, le parole dei sovrani e di tutta la corte, un ruolo di estrema importanza assegnato solamente a uomini. Rookie Historian infatti racconta dell’ingresso delle donne come storiche, dopo un esame molto duro e un apprendistato particolarmente complicato. Ovviamente la storia s’intreccia con la fiction ed oltre a seguire la formazione di Goo Hae – Ryung, indaga anche le vicende amorose della protagonista e del secondogenito del regno, il principe Dowon, interpretato da Cha Eun-woo, che cerca di sfondare come scrittore.

 

MemoriesOfTheAlhambra_fi-980x980

MEMORIES OF THE ALHAMBRA –  알함브라 궁전의 추억

Genere: Thriller
Stagioni: 1
Episodi: 16

Produzione del 2018 scritta da Song Jae-jung e diretta da Ahn Gil-ho, ruota intorno alla creazione di un videogioco,incentrato sulla storia del Palazzo di Alhambra a Granada. Il titolo è una citazione alla piece per chitarra classica di Francisco Tárrega: Recuerdos de la Alhambra, che fa parte del soundtrack. Jung Se-joo (interpretato da Park Chan-yeol) è un giovanissimo creatore di un nuovo videogioco che cambierà totalmente il modo di giocare, ad accaparrarselo però ci sono Yoo Jin-woo  (interpretato da magico Hyun Bin) CEO della J One Holdings e Cha Hyung-seok (Park Hoon) CEO della IT company Neword ed acerrimo nemico di Mr. Yoo. Tra di loro si avrà una vera e propria battaglia sia dentro che fuori dal videogioco, mentre il piccolo Se-joo sembra essere sparito nel nulla. Lo spettatore perderà di vista più e più volte quando si smette di essere nel presente e si entra invece nel videogioco ambientato nel 1600, la serie presenta delle schermate uguali a quelle dei videogiochi con le varie barre che segnano livello, punti esperienza, energia rimasta e tutti i pulsanti per camminare, sfidare l’avversario e scegliere le armi. Un misto tra serie e videogame con un po’ di suspense qua e là.

 

CRASH LANDING ON YOU

CRASH LANDING ON YOU – 사랑의 불시착

Genere: Romantico
Stagioni: 1
Episodi: 16

Volete piangere tutte le vostre lacrime? Avete trovato quello che fa al caso vostro. Una perfetta serie romantica, dove i protagonisti non sono solo ostacolati da matrimoni combinati, differente classe sociale e simili, ma anche dallo Stato. Sì perché Yoon Se-ri (interpretata da Son Ye-jin) è una ricchissima imprenditrice sud – coreana, che in seguito ad un incidente si ritrova catapultata in Corea del Nord. Viene scoperta e tenuta nascosta dal meraviglioso Capitano Ri (sempre Hyun Bin, quello della serie di sopra) che cerca in tutti i modi di sbarazzarsi della sua scomodissima presenza e rimandarla a casa, ma dopo una serie di peripezie e ostacoli, diciamo che i due faticheranno un po’ a separarsi e Se-ri si troverà coinvolta in un caso di contrasto interstatale, divisa tra il ritornare alle sue abitudini e con la sua famiglia e invece rimanere con l’uomo che per la prima volta le ha fatto provare qualcosa.

Se avete visto Parasite, in questa serie troverete anche Jang Hye-jin, che nella serie interpreta la madre di Seo Dan (uno dei personaggi più belli di questa serie) che era la signora Kim Chung-sook in Parasite e Park Myung-hoon, (Geun-sae sempre in Parasite), che invece ricopre il ruolo di zio di Seo Dan.

 

MR. SUNSHINE

MR. SUNSHINE – 미스터 션샤인

Genere: Assopigliatutto
Stagioni: 1
Episodi: 24

Avete ancora voglia di dramma e pianti dopo aver visto Crash Landing On You? Bene con Mr. Sunshine i vostri condotti lacrimali si prosciugheranno per sempre. Questa serie ha tutto: romanticismo, guerra, storia. Siamo tra le due guerre mondiali e la Corea è sotto lo scacco del Giappone, che la controlla militarmente e discrimina i coreani come un popolo di arretrati e traditori. I coreani però non vogliono continuare a vivere alle condizioni dettate dal Giappone, che ha distrutto il Joseon e il suo regno, si organizzano allora delle squadre ribelli, che tenteranno in tutti i modi di arginare l’avanzata giapponese. Tra esse c’è la splendida Go Ae-shin (interpretata da Kim Tae-ri) che è pronta a tutto per liberare il suo paese. La meravigliosa protagonista è però divisa tra due uomini, entrambi “nemici” della Corea, il mafioso giapponese Goo Dong-mae/Ishida Sho (Yoo Yeon-seok) e l’inviato dell’ambasciata americana Eugene Choi (Lee Byung-hun), che però metteranno da parte ogni cosa per salvare Ae-Shin. La serie è un meraviglioso spaccato della Corea di quegli anni e racconta in modo abbastanza accurato delle condizioni della popolazione e della formazione delle ribellioni, anche se è stata criticata moltissimo di inaccuratezza, per aver mostrato la Corea in modo troppo fragile e arretrato, ma soprattutto per aver ingentilito i giapponesi. Il personaggio di Ishida Sho è infatti stato sottoposto ad una quasi completa riscrittura per fronteggiare questa critica. Il finale è densissimo, spettacolare e vi lascerà con un groppone sul cuoricino che non so come potrete sollevare.


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV


Segui Meganerd su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram!

Carla Gambale

Non si ha memoria di quando abbia iniziato a leggere, ma non ho mai smesso. Lotto da tempo immemore con mia madre per farle comprare una nuova libreria. Tra un'emicrania e l'altra mi adopero a leggere, scrivere e parlare di libri, fumetti e serie tv, poi nel tempo libero studio anche archeologia

Commenti