The Suicide Squad: Missione suicida – Un mix di violenza e umorismo in puro stile James Gunn

È uscito il 5 agosto al cinema The Suicide Squad: Missione suicida, il folle e irruento film di James Gunn che confeziona (finalmente) un ottimo film per il DC Extended Universe

recensione the suicide squad

Siamo sinceri: ogni volta che esce un film del DC Extended Universe le aspettative non sono mai altissime, complici anche i precedenti film, mai all’altezza dei supereroi portati sul grande schermo, e surclassati dai concorrenti dei Marvel Studios che sembrano non sbagliare un colpo, sia in fatto di film che di serie TV. Dopo il fallimento del 2016 di Suicide Squad del regista David Ayer, all’annuncio di un secondo film sul team di antieroi, molti (compreso chi scrive) si erano ripromessi che non avrebbero speso tempo e denaro al cinema, per un altro film con un alto rischio di essere un flop come il precedente.

Warner Bros. ha capito che non poteva sbagliare nuovamente e, complici anche i momentanei dissidi tra Disney e James Gunn per alcuni tweet di anni prima, ha messo sotto contratto il talentuoso regista affidandogli le chiavi del progetto The Suicide Squad e dandogli carta bianca sulle idee da sviluppare. Con un ricchissimo cast stellare, un’ottima campagna pubblicitaria e le premesse di un film spettacolare e per nulla ‘insipido’ è nato The Suicide Squad: Missione Suicida, una pellicola d’azione folle, dove sangue, battute e parolacce non vengono risparmiate e dove Gunn dimostra per l’ennesima volta di essere un ottimo regista di cinecomics soprattutto se deve gestire più personaggi contemporaneamente. Con queste premesse la redazione di MegaNerd non poteva esimersi dal dare una seconda possibilità in sala a questo team formato dai personaggi DC Comics più trucidi e volgari sulla piazza.

The Suicide Squad: le recensioni USA sono entusiaste del film

The Suicide Squad: Missione Suicida non è un reboot del precedente capitolo, ma neanche un sequel. Gunn prende il buono del film di Ayer, come la psicopatica e perfetta Harley Quinn/Margot Robbie, il patriottico Colonello Rick Flag/Joel Kinnaman e la granitica Amanda Waller/Viola Davis, e costruisce la sua versione di Squadra suicida introducendo una miriade di villain secondari (alcuni semi-sconosciuti) che nel corso del film cadono letteralmente come birilli nella missione senza via d’uscita orchestrata dall’agenzia governativa Argus. Gunn aveva assicurato la presenza di tantissimi personaggi ma anche tantissime morti, e mantiene le promesse sin dalle prime battute del film con una sequenza action splatter a ritmo serrato, dove la sceneggiatura sembra scritta da un George R. R. Martin in grande spolvero. Un consiglio per tutti gli spettatori: non affezionatevi troppo ai personaggi perché potrebbero lasciarci le penne da un momento all’altro!

La trama è molto semplice e riassumibile in poche parole: la Suicide Squad deve irrompere sull’isola di Corto Maltese governata dallo spietato dittatore Silvio Luna e dal suo braccio destro Mateo Suarez (interpretato da Joaquín Cosío già visto nella serie TV Narcos: Mexico) e distruggere un hard disk contenente dei dati compromettenti all’interno di una torre ribattezzata Jotunheim. La bravura di Gunn sta nel trasformare una trama molto semplice in un film spettacolare dov’è evidente il senso di libertà del regista, meno vincolato rispetto al franchise Disney/Marvel Cinematic Universe de I Guardiani della Galassia, e il divertimento che ha provato nel realizzare questo film. James Gunn fa vivere tutto il suo amore per il cinema di serie A, ma anche di serie B o low cost con mostri, azione, scene irriverenti, scorrette e ironia scomoda. Il risultato è una pellicola più d’azione stile The Expendables, almeno per quanto riguarda la prima parte, dove, però, a tratti si preme sull’acceleratore della violenza e non vengono risparmiati arti strappati, teste tagliate, corpi divisi in due ed esplosioni spettacolari.  La sequenza finale del film, invece, è più canonica per un film supereroistico, ma non per questo meno pirotecnica, dove la Squadra deve affrontare uno dei villain DC Comics più bizzarro e trash in assoluto di sempre.

The Suicide Squad - Missione Suicida dal 5 agosto: ecco il trailer spettacolare - LaPresse

Tra i volti nuovi (e sono veramente tanti) spiccano le prove veramente convincenti di Idris Elba, nei panni dell’assassino che ha quasi ucciso Superman BloodSport, e John Cena entrato nei cuori dei fan DC con il suo Peacemaker da prima che il film uscisse nelle sale. Il continuo battibeccare e confronto tra i due personaggi li rende una coppia perfetta sul grande schermo, grazie anche alle abilità attoriali di Elba e Cena che sono completamente a loro agio nei panni dei due mercenari. Soprattutto il secondo sorprende con la sua prova più convincente da attore, che deve avere impressionato anche lo stesso Gunn a tal punto da mettere in cantiere la serie spin-off su Peacemaker per HBO Max.

The Suicide Squad – Missione Suicida, la recensioneSontuosa anche la prova di Margot Robbie, sempre più regina nei panni di Harley Quinn, una delle poche cose che già aveva funzionato nei precedenti film che la vedevano nei panni della sidekick del Joker e che in questo film dimostra quanto ancora di meglio era possibile fare sul personaggio. La scena d’azione stand-alone verso metà film è qualcosa di magistrale e ricorda a tratti il combattimento di Uma Thurman/La sposa contro i Crazy 88’s in Kill Bill vol. 1 di Quentin Tarantino.

The Suicide Squad" non è come "Suicide Squad" - Il Post

Per quanto riguarda il resto del cast, Gunn è bravissimo ad amalgamare tutti i personaggi e a dare a ognuno il proprio momento di gloria, forte anche di uno studio approfondito, evidentemente, della loro controparte fumettistica. Il regista confeziona per ogni attore un personaggio da interpretare che è come un abito su misura e riesce quindi a far fare breccia a personaggi minori (vedasi il Polka-Dot Man di David Dastmalchian o il King Shark doppiato in originale da Silvester Stallone) nei cuori dei più scettici tra gli spettatori. Menzione d’onore anche per Peter Capaldi (Doctor Who), un perfetto cattivo tra i cattivi in questa pellicola nei panni dello scienziato pazzo Gaius GrivesThinker.

Il film è accompagnato anche da una sana dose di effetti speciali ben realizzata (anche se visivamente di qualità inferiore alla CGI de I Guardiani della Galassia vol. 1 e I Guardiani della Galassia vol. 2). ma soprattutto da un’ottima colonna sonora di John Murphy che dà maggiore identità e aumenta la qualità finale del prodotto.

Possiamo dire con assoluta certezza che The Suicide Squad: Missione Suicida è un ottimo film e ci è piaciuto molto; è uno dei migliori prodotti del genere che nulla ha da invidiare agli show MCU e che esce un po’ dal solito canovaccio del cinecomic come a suo tempo aveva fatto, anche se in maniera diversa, Joker di Todd Philips e che ha consegnato l’Oscar 2019 come migliore attore protagonista a Joaquin Phoenix. Gunn ha voluto dimostrare con questa pellicola irriverente e fuori da tutti i canoni, che si può continuare a fare film sui supereroi, ma in maniera diversa e che questo genere di film può ancora divertire e appassionare lo spettatore.

Ah! Rimanete in sala dopo i titoli di coda! Spettatore avvisato…

The Suicide Squad: i fumetti da leggere prima di vedere il film

The Suicide Squad: Missione Suicida di James Gunn vede nel cast Margot Robbie (Harley Quinn), Idris Elba (Bloodsport), John Cena (Peacemaker), Joel Kinnaman (Rick Flagg), Peter Capaldi (Il Pensatore), Jai Courtney (Capitan Boomerang), David Dastmalchian (Polka-Dot Man), Daniela Melchior (Ratcatcher 2), Steve Agee (King Shark/John Economns), Nathan Fillion (TDK), Michael Rooker (Savant), Sean Gunn (Weasel), Flula Borg (Javelin), Mayling NG (Mongal), Juan Diego Botto (Silvio Luna), Alice Braga (Sol Soria), Pete Davidson (Blackguard), Jennifer Holland (Emilia Honcourt) e Viola Davis (Amanda Waller).

 

 

The Suicide Squad - Missione Suicida

The Suicide Squad - Missione Suicida

Regia: James Gunn
Anno: 2021
Durata: 132 minuti
Interpreti e personaggi: Margot Robbie: Harleen Quinzel / Harley Quinn Idris Elba: Robert DuBois / Bloodsport John Cena: Christopher Smith / Peacemaker Joel Kinnaman: Col. Rick Flag Viola Davis: Amanda Waller Daniela Melchior: Cleo Cazo / Ratcatcher II David Dastmalchian: Abner Krill / Polka-Dot Man Peter Capaldi: Gaius Grives / Thinker
Distribuzione: Warner Bros.
Voto:

Sfoglia tutti i film recensiti da MegaNerd!

Doc. G

Il mio nome e' Doc. G , torinese di 36 anni lettore compulsivo di fumetti di quasi ogni genere (manga, italiano, comics) ma che ha una passione irrefrenabile per Spider-Man! Chi è il miglior Spider-Man per me? Chiunque ne indossi il costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *