Fire Force – Le fiamme della redenzione


Fire Force, l’ultima creatura di Atsushi Okubo, approda su Yamato Video con una prima stagione che promette fuoco e fiamme

recensione fire force

“Le fiamme sono il respiro dell’anima.
Il fumo nero dona affrancamento all’anima.
Cenere alla cenere. Possa la vostra anima fare ritorno alla grande fiamma.
Latom”

La vita di Shinra non è come quella di tutti gli altri ragazzi. Ha perso sua madre e suo fratello in tenerissima età, ed è cresciuto additato da tutti come un demone, poiché la società pensa ne sia lui il colpevole. Il mondo in cui vive ogni giorno non è come quello di tutti gli altri. È continuamente sconvolto dalle fiamme: le persone muoiono per combustione spontanea, e demoni infernali minacciano l’Impero del sole di Tokyo ogni giorno. Ed è proprio uno di loro che ha distrutto per sempre l’infanzia di Shinra.

Ma per la gente esiste una speranza: la Fire Force. Un corpo speciale di pompieri pirocineti in grado di padroneggiare il fuoco e manipolarlo, in prima linea per sconfiggere gli infernali demoni e scoprire il mistero delle combustioni spontanee. Shinra scoprirà, crescendo, di possedere poteri da pirocineta, e deciderà di entrare in questa forze speciale per riabilitare il suo nome e scoprire il responsabile della morte della sua famiglia. Le difficoltà, però, saranno sempre dietro l’angolo, e un mistero sempre più fitto sconvolgerà l’ordine delle cose, minando le fondamenta stesse dell’impero. Benvenuti in Fire Force.

Dal Manga all’anime

Fire Force è un manga shonen scritto e illustrato da Atsushi Okubo (già autore di Soul Eater, serializzato sulla rivista Weekly Shonen Jump a partire dal 23 settembre 2015. L’edizione italiana del manga è pubblicata da Planet Manga.
La serie anime, i cui diritti sono stati acquisiti in Italia da Yamato Video è diretta da Yuki Yase con la sceneggiatura di Yamato Haishima, il character design di Hideyuki Morioka e la colonna sonora ad opera di Kenichiro Suehiro. La prima stagione dell’anime conta un totale di 24 episodi, pubblicati sul canale youtube di Yamato Video.


Fire Force - photo credits: webFire Force – Plot

Ci troviamo nell’anno 198 dell’era del sole. L’impero di Tokyo è uno degli ultimi avamposti della terra che resiste alle combustioni spontanee che hanno devastato la terra. 250 anni prima degli eventi narrati, infatti, il mondo venne colpito dalla “grande catastrofe”: lingue di fuoco generate dal sole colpirono la terra, bruciandola quasi per intero e distruggendo l’uomo e la sua cultura. Tuttavia, per gli uomini non fu la fine: Raffles I e i suoi discepoli ghermirono dal fuoco la “prima fiamma” del dio Sol, una fonte di energia illimitata con la quale costruirono Amaterasu, una centrale energetica perpetua con la quale gli uomini costruirono le fondamenta dell’impero di Tokyo e ripresero la vita.

Questo, però, non riportò la pace. Dal giorno della catastrofe, misteriosi combustioni spontanee iniziarono a colpire gli umani in tutto il mondo, trasformandoli all’improvviso in “incendiati”, minacciosi demoni fiammeggianti. Ma dopo un periodo di scompiglio, l’umanità reagì. Creò la Fire Force. Un corpo di pompieri d’élite, con il compito di proteggere gli innocenti e fronteggiare i demoni, scoprendo al tempo stesso il perché di quelle combustioni.

La Fire Force è l’unica che può compiere tale impresa per un motivo ben preciso. La grande catastrofe portò sulla terra anche i pirocineti: uomini in grado di manipolare il fuoco ( dalla seconda generazione di pirocineti) o di generarlo e controllarlo direttamente( terza generazione). I membri della Fire Force, divisa in 8 brigate, saranno selezionati proprio tra i pirocineti più forti, gli unici in grado di fronteggiare i demoni.

photo credits: WebFire Force – I protagonisti

Conosciamo Shinra, il nostro protagonista, proprio tra le fila dell’ottava brigata. Quest’ultima ha un compito in più rispetto alle altre: controllarle. Il mistero delle combustioni potrebbe infatti nascondere le sue radici proprio nella Fire Firce.

Shinra è un pirocineta di terza generazione, in grado di generare fuoco dai propri piedi. Dal giorno dell’incendio che ha distrutto la sua famiglia, un sorriso tirato gli si stampa sul volto quando è nervoso, donandogli una espressione da demone, soprannome che lo accompagnerà per sempre. Chi non lo conosce crede che sia lui ad aver ucciso la madre e la sorella, e quel suo ghigno senz’anima deve esserne senz’altro la prova. Shinra non potrà far altro che cercare la redenzione per un peccato che non ha commesso, divenendo un eroe e non più un demone, cercando l’assassino di suo fratello dopo averlo promesso, da bambino, alla madre, di fronte alla ceneri di quella che era la sua casa.

L’Ottava brigata, la sua nuova famiglia, lo aiuterà nella sua missione. Il capitano Akitaru Obi, senza ombra di poteri ma dalla forza sovrumana per i continui allenamenti, sarà per lui come un padre. Arthur, pirocineta di terza generazione, si considera e agisce come un cavaliere delle favole, (dando vita ad esilaranti scene in stile fantasy che staccano dal mood dell’anime) sarà per lui un amico e rivale. Gli altri, la corpulenta Maki, il tenente Hinawa, sorella Iris e Vulcan, saranno per lui dei fratelli.
Sulla loro strada, l’ordine della fiamma cinerea. Nascosti nelle profondità di Tokyo, Gli adepti del misterioso “Evangelista”, trasformano gli abitanti dell’impero in incendiati, generando ovunque il caos. E poi Joker, un personaggio eclettico che si frappone più volte a Shinra, dimostrando di conoscere molto del suo passato. Infine, la stessa Fire Force, che tra i suoi membri più anziani nasconde un oscuro segreto…

Fire Force - photo Credits: web

Fire Force – Recensione

Fire Force è un ottimo anime. Sebbene non si distacchi mai dagli stilemi classici dello shonen, caratteristica che è sia un punto di forza che di debolezza, riesce a mettere in scena un mondo particolare e peculiare, che rimane sicuramente impresso. Lo stile del disegno è la prima cosa che ci colpisce. Il tratto è netto e pulito, gli sfondi sono molto accurati e realistici, ed il colore pastello non stona mai con i personaggi in primo piano riuscendo a creare un bel mix tra disegno 2d e la computer grafica.
Nonostante il fuoco sia l’unico elemento presente nella storia, okubo riesce ogni volta a trasformarlo in qualcosa di diverso per ogni personaggio. Shinra lo espelle dai piedi, generando combattimenti a metà strada tra la break dance e la Capoeira. Il tenente Hinawa controlla la polvere da sparo dei proiettili, riuscendo a decidere la loro direzione. Arthur genera fuoco al plasma dalla sua spada Excalibur, rendendo la sua arma simile ad una spada Jedi. Ma troveremo chi utilizzerà il fuoco per trasformarsi in gatto, chi lo raffredderà per generare ghiaccio, chi sparerà frecce e proiettili dalle dita, fino a chi lo userà per fermare il tempo.

I combattimenti sono un altro punto forte. Avvincenti, sopra le righe, seguono i canoni del battle shonen mettendo su schermo danze fiammeggianti in un crescendo di intensità fino all’ultima puntata di questa prima stagione.

Nella storia è presente anche una dimensione religiosa. Le caserme della fire Force, sono delle chiese, e l’unico modo per sconfiggere un incendiato, distruggerne il nucleo della sua anima, è un rituale religioso a tutti gli effetti, il requiem. Ogni brigata porta infatti con se una suora (sorella Iris per l’ottava), che con una preghiera traghetta l’incendiato verso il dio Sol. Ma la religione viene trattata anche in negativo. L’ordine della fiamma cinerea è quasi un eresia, ed uno dei personaggi arriverà a definire la dottrina di Sol e la religione un “lavaggio del cervello”.

 photo credits: webConlcusioni

Questa prima stagione di Fire Force ci ha lasciato un’impressione più che positiva. Pur non inventando nulla di nuovo, porta in scena un universo peculiare negli Shonen. Questa sua volontà di non innovare, è sia una sua qualità che, purtroppo un punto a sfavore. Osare un po’ di più avrebbe potuto far fare il salto di qualità alla serie di Okubo.

Tra le note dolenti, inseriamo una leggerà difficoltà iniziale a far decollare la storia, una curva di crescita un po troppo repentina dei personaggi (soprattutto per quanto riguarda abilità di combattimento di Shinra), che fino al climax dello scontro finale non incontrano mai nemici in grado di metterli seriamente in difficoltà, ed un fanservice ( nella figura di Tamaki) alle volte fin troppo esagerato.

Tuttavia, le potenzialità per far crescere e migliorare la serie ci sono tutte. Una buona storia, dei buoni personaggi, uno stile grafico ammirevole, e un mondo misterioso che ha ancora tanto da raccontare e da far scoprire.

Fire Force - Stagione 1

Fire Force – Stagione 1

Autore: Atsushi Okubo
Studio: David Production
Stagioni: 1
Episodi: 24
Piattaforma: Yamato Video (sub-ita)

Voto:



Avatar

CapitanRyu

Nato con il Gameboy in mano, spendo tutto quel che ho in roba Nerd: videogames, anime, manga, figure, mi intriga tutto ciò che proviene dal misterioso mondo del Sol Levante. Storico per passione, Nerd di professione, non vedo l'ora di raccontarvi ciò che mi appassiona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *