Premio Coco 2022 – Ecco tutti i vincitori

Durante Etna Comics 2022 sono stati assegnati i prestigiosi Premi Coco, gli “Oscar del fumetto italiano”: ecco tutti i vincitori della quarta edizione

copertina premio coco

Dopo due anni in cui la cerimonia si è svolta solo in diretta streaming, finalmente anche il Premio Coco è tornato a nella sua forma piĂą congeniale, in presenza: nella splendida cornice di Etna Comics, Festival Internazionale del fumetto, del gioco e della cultura Pop di Catania, è andata in scena la quarta – attesissima – edizione di quelli che potremmo tranquillamente definire come gli “Oscar del Fumetto italiano”.

I premi sono stati assegnati da una Giuria di QualitĂ  presieduta dal giornalista e critico Alessandro Di Nocera, con Riccardo Corbò Senior Consultant, che per l’anno 2022 ha coinvolto le redazioni delle testate online Meganerd.it (media partner ufficiale dell’evento), Comicus.it e N3rdcore.it, insieme ai centri culturali WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano, Centro Fumetto “Andrea Pazienza” di Cremona e Fumettomania Factory di Barcellona Pozzo di Gotto.

Partecipano, inoltre, il gruppo di giornalisti di Sky TG24 che anima la sezione specializzata “Fumettopolis” (Vittorio Eboli, Gabriele Lippi e Cristian Paolini) e, a titolo individuale, l’editor DeAgostini Elisabetta Sedda; la direttrice della Galleria HDE di Napoli Francesca Di Transo; la giornalista delle pagine web de “la Repubblica” Cristina Zagaria; la dottoressa Filomena Avagliano (psicologa jr./sessuologa, tutor DSA, attivista e militante femminista, studiosa della gender culture); lo scrittore, musicista e speaker radiofonico di Radio 105 Rosario Pellecchia; l’editor e redattrice freelance, collaboratrice di BadTaste.it Gemma Rubboli; l’esperto di fumetti, giornalista de “Il Quotidiano del Sud” e collaboratore della rivista “Andersen” Andrea Mazzotta; il giornalista free lance Gianmaria Tammaro.

Fanno parte inoltre della Giuria di Qualità anche il Direttore di Etna Comics Antonio Mannino e il responsabile dell’Area Comics del Festival Enrico Scarpello Lucania.

Di seguito tutti i vincitori del Premio Coco 2022:


 

 

1427875273794.jpg--
Silvia Mericone & Maria Rita Porretto

Miglior Sceneggiatore: Maria Rita Porretto & Silvia Mericone per “Dylan Dog n. 424: Candiweb” (Sergio Bonelli Editore)

Esordendo sulla serie regolare storica di “Dylan Dog”, edita da Sergio Bonelli Editore, Maria Rita Porretto & Silvia Mericone introducono nell’universo dell’Indagatore dell’Incubo tensioni ed elementi narrativi che pur tenendo conto della tradizione surreale, grottesca, critica e satirica portata avanti da Tiziano Sclavi si volgono tuttavia alla contemporaneità e al futuro. Le due sceneggiatrici, attraverso le plastiche e cupe tavole disegnate da Emiliano Tanzillo, imbastiscono, in “Candiweb”, una storia densa di richiami horror e gotici ricollocati e riplasmati all’interno di un’ambientazione che rimanda alla narrativa di J.G. Ballard e al cinema di David Cronenberg. Di straordinaria eleganza l’equilibrio dei testi, che pervadono l’azione senza prendere il sopravvento sulle immagini, risultando spontanei, naturali. Eccezionale lo storytelling, capace di trascinare il lettore in un percorso dinamico, dove le inquietudini connesse al genere si trasformano in lettura etica e morale del tempo in cui viviamo.

dylan_dog_424

Per questo la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignire Maria Rita Porretto & Silvia Mericone del Premio Coco di Etna Comics nella categoria Miglior Sceneggiatore.


 

laura-guglielmo
Laura Guglielmo vince il premio nella categoria “Miglior Disegnatore” per “Emma Wrong”

Miglior Disegnatore: Laura Guglielmo per “Emma Wrong” (saldaPress)

Su sceneggiatura di Lorenzo Palloni, l’illustratrice Laura Guglielmo nel graphic novel “Emma Wrong”, edito da saldaPress, contribuisce a creare un vero e proprio universo circoscritto e claustrofobico che si sviluppa in maniera labirintica a partire dalle stanze di un motel nel deserto del Sud-Est statunitense e dove converge un’umanità ambigua e cangiante. Guglielmo si rapporta al noir e alla spy-story con un approccio tanto sofisticato quanto selvaggio, sostituendo il bianco e nero, gli inchiostri pesanti, le ombreggiature che il lettore si aspetterebbe, con linee sottili e una ricerca cromatica che fonde l’energia dell’avanguardia Fauves, David Hockney e l’illustrazione pop degli anni Cinquanta del XX secolo.

Guglielmo, in “Emma Wrong”, non cerca mai strade facili: la pur assoluta leggibilità della storia scritta da Palloni passa comunque attraverso un elegante e ricercato scardinamento delle tavole. Queste virano sovente verso soluzioni psichedeliche determinate dalle sollecitazioni che l’autrice imprime alla gabbia delle vignette, dalle sue scelte grafiche emozionanti (straordinaria la sequenza “musicale”), da idee cromatiche che esaltano l’impiego dei colori complementari.

emma-wrong-saldapress

Per questo la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignire Laura Guglielmo del Premio Coco di Etna Comics nella categoria Miglior Disegnatore.


Annalisa Leoni
Annalisa Leoni è la “Miglior Colorista” grazie al suo lavoro per “Oblivion Song”

Miglior Colorista: Annalisa Leoni per “Oblivion Song” (Skybound/Image Comics/saldaPress)

Sulle pagine della saga fantascientifica “Oblivion Song” – sceneggiata da Robert Kirkman, disegnata da Lorenzo De Felici, prodotta e edita da Skybound/Image Comics e proposta in Italia da saldaPress – Annalisa Leoni propone un approccio cromatico materico, senza però addensarsi in maniera occlusiva sulla parte grafica. Ne cattura piuttosto la forza e la dinamicità, ne esalta linee e spessori, vi infonde profondità tridimensionali.

Il lavoro di Leoni su “Oblivion Song” denota una dimensione artistica unica e personalissima, capace, grazie all’impiego equilibrato ed esemplare dei colori complementari, di rendere naturali e credibili ambientazioni aliene, di fornire organicità e specifiche consistenze anche alle visioni più estreme e surreali, riuscendo a fondere in un unicum peculiare iperrealismo e psichedelia.

oblivion song

Per questo la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignire Annalisa Leoni del Premio Coco di Etna Comics nella categoria Miglior Colorista.


elisa menini
Elisa Menini vince nella categoria Migliore Autore Unico per “Nippon Monogatari” (Oblomov Edizioni)

Migliore Autore Unico: Elisa Menini per “Nippon Monogatari” (Oblomov Edizioni)

La poesia espressa da Elisa Menini nella sua trilogia dedicata al folklore nipponico di cui il volume “Nippon Monogatari” (prodotto e edito da Oblomov) rappresenta il capitolo conclusivo, passa attraverso un emozionante lavoro di ricerca sulla stampa che ha origine dalla traslazione dell’estetica della serigrafia nella dimensione digitale. Il metodo impiegato dall’autrice si adatta alla perfezione a riplasmare con sensibilità postmoderna un mondo fiabesco e leggendario, in cui agiscono creature tipiche della cultura del Sol Levante che tuttavia riescono a penetrare con levità e in profondità nel cuore e nella mente del lettore occidentale.

Elisa Menini rilegge con matura personalità le galassie grafiche di Hokusai, di Utamaro, di Kunyioshi, di Hiroshige, riconducendole al ritmo pop degli shonen manga. Il suo stile è elegantissimo, ricco, raffinato, fondato su un equilibrio costante di pieni e vuoti, di linee nette o rarefatte, di scelte cromatiche al contempo delicate e potenti.

Dal punto di vista narrativo, poi, Menini ci introduce a un’appassionante quest attraverso la quale ribadisce, quasi in maniera sorprendente, l’assoluta inutilità della violenza e, di contro, la necessità di aprirsi agli altri con costanza ed empatia, consegnandosi con animo libero a un sforzo destinato a ripagare con la maturazione e la crescita. Una trasformazione che però non può essere solitaria, ma sempre legata al rapporto con una diversità che conduce, sempre, a una forte unità.

pop-nippon-monogatari

Per questo la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignire Elisa Menini del Premio Coco di Etna Comics nella categoria Miglior Autore Unico.

 

dario sicchio
Dario Sicchio ritira il Premio Speciale MegaNerd per “Black Rock”, come Rivelazione dell’Anno

Premio Speciale MegaNerd – Rivelazione dell’anno
“Black Rock”, di Dario Sicchio, Jacopo Vanni, Francesco Segala e Maria Letizia Mirabella

Dario Sicchio, insieme a un team creativo di alto profilo composto da Jacopo Vanni, Francesco Segala e Maria Letizia Mirabella, è riuscito a creare una storia davvero unica: nata come webcomic, trova la sua consacrazione nella bellissima edizione cartacea pubblicata da Edizioni BD, che si conferma editore attento e coraggioso.
Attraverso questa storia, che per la sua nuova vita in volume presenta diverse parti inedite rispetto alla prima edizione digitale, assistiamo a una vera e propria crescita emotiva di una comunitĂ  che appare soltanto come tante altre. Le tavole di Jacopo Vanni sono spettacolari ed esaltano al meglio le caratteristiche weird della storia, che fonde le desolate frontiere del western col gotico sovrannaturale.

Black-Rock-cvr-front-scaled

Per l’intensitĂ  e l’afflato narrativo che riesce a trasmettere, la redazione di MegaNerd.it ha scelto Black Rock come rivelazione dell’anno.


serra beltramini
Daniele Serra e Micol Beltramini vincono nella categoria “Miglior Libro” con Murder Ballads (Mondadori)

Miglior Libro: “Murder Ballads” di Micol Arianna Beltramini e Daniele Serra (Oscar Mondadori Ink)

Un libro che ha il merito di ricondurre i troppo spesso freddi dibattiti contemporanei riguardanti la tutela e la valorizzazione della donna come fondamento essenziale del vivere civile, sociale e politico e dell’infanzia come sostanza primigenia del futuro, a un logos poetico, mitico e oscuro, provando a scrutare nei meandri di quel male indecifrabile che minaccia da sempre entrambe.

“Murder Ballads” fonde canto popolare e agghiacciante cronaca in un percorso di visioni, incubi, atrocità studiati, interpretati, re-immaginati da Micol Arianna Beltramini e affidati alla nervosa elaborazione grafica di Daniele Serra. Il tutto passa attraverso tavole basate su stili che si intersecano: l’illustrazione per l’infanzia che si trasfigura in orrore lovecraftiano; forti echi pre-romantici che riportano a un’idea di fumetto esaltata, negli anni Novanta del secolo scorso, dalle scelte artistiche e editoriali della Linea Vertigo/DC Comics e che pareva in parte perduta; tratti espressionisti che riconducono al cinema tedesco d’avanguardia di cent’anni fa, quello di Robert Wiene, Georg Pabst e Fritz Lang.

murder-ballads-beltramini-serra-0

Per questo la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignire “Murder Ballads” di Micol Arianna Beltramini e Daniele Serra, edito da Oscar Mondadori Ink, del Premio Coco di Etna Comics nella categoria Miglior Libro (puoi leggere qui la nostra recensione)


lo sconosciuto
Davide Fabbri ritira il premio per “Miglior Serie, Miniserie o Collana” con “Lo Sconosciuto” (Sergio Bonelli Editore

Miglior Serie, Miniserie o Collana: “Lo Sconosciuto – Le Nuove Avventure” di Daniele Brolli e Davide Fabbri (Sergio Bonelli Editore)

Sembrava impossibile immaginare la ripresa di un personaggio di culto come Unknow, lo Sconosciuto, legato a doppio filo alla personalità, alla vena narrativa e all’arte di un grande autore come Magnus. Invece Daniele Brolli e Davide Fabbri (col contributo di Luca Bulgheroni e Christian Dalla Vecchia) hanno dimostrato che le grandi opere della narrativa popolare possono essere riprese, sviluppate e adattate per essere apprezzate e amate anche da un pubblico contemporaneo.

“Lo Sconosciuto – Le Nuove Avventure”, serie prodotta e pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore, è frutto di un progetto ambizioso: proseguire nel racconto delle gesta dello Sconosciuto laddove si erano interrotte, per leggere e interpretare, attraverso un’avvincente, movimentata, violenta spy-story, le radici cupe e perverse dell’attuale situazione geopolitica mondiale. Daniele Brolli – scrittore, traduttore, artista, agitatore culturale, uno dei massimi esperti italiani di narrativa di genere – imposta quindi una vicenda che procede con vena glaciale, ponendosi sulla scia di grandi romanzieri come Len Deighton, Graham Greene, John Le CarrĂ© e trasmettendo al disegnatore una costruzione imperiosa, sincopata delle inquadrature e dello storytelling. Davide Fabbri, dal canto suo, riconduce il plasticismo grafico di Magnus e l’espressivitĂ  dei suoi personaggi al proprio personalissimo stile fondato su linee forti e nette, ombreggiature ricercate, tratteggi dinamici, facendo ulteriormente evolvere la sua peculiare estetica di matrice manieristica che si impone con un realismo al contempo materico e straniante.

1648115577042.jpg--lo_sconosciuto_le_nuove_avventure__i_segreti_e_le_colpe

Per questo la Giuria di QualitĂ  ha deciso all’unanimitĂ  di insignire “Lo Sconosciuto – Le Nuove Avventure” di Daniele Brolli e Davide Fabbri, prodotto e pubblicato dalla Sergio Bonelli Editore, del Premio Coco di Etna Comics nella categoria Miglior Serie, Miniserie o Collana.


valerio schiti
Valerio Schiti vince il premio “WOW – Eccellenza Italiana nel Mondo”

WOW – Eccellenza Italiana nel Mondo: Valerio Schiti

Entrato come professionista nel mondo dei comics targati Marvel proprio mentre, nel campo cinematografico, televisivo e dei videogame, i supereroi della Casa delle Idee avviavano un’espansione culturale esponenziale, Valerio Schiti è diventato in breve tempo uno dei protagonisti grafici dell’universo narrativo creato nel 1961 da Stan Lee, Jack Kirby e Steve Ditko.

Prendendo inizialmente a modello artisti del calibro di Alan Davis e Stuart Immonen, Schiti ha ben presto trovato una sua piena autonomia autoriale che l’ha portato a lavorare con sceneggiatori come Brian Michael Bendis, Jonathan Hickman, Jason Aaron, Kieron Gillen, Chip Zdarsky, Dan Slott, Al Ewing su alcuni delle run e delle saghe Marvel più significative degli anni Dieci del XXI secolo. Basti pensare alle serie “Guardiani della Galassia”, “La Potente Thor”, “Tony Stark: Iron Man”, “New Avengers”, “Sword”, “Inferno” e ai crossover “Empyre” e “Judgment Day”.

Il segno di Schiti è classico e al contempo raffinato, contraddistinto da una plasticità carica di potenza e dinamismo, sempre aperta a nuove influenze e suggestioni, l’ultima delle quali derivante da Sergio Toppi. Senza dimenticare che in oltre dieci anni di attività oltreoceano l’artista romano ha creato e rinnovato il character design di numerosi personaggi del Marvel Universe, contribuendo in misura determinate a dettare lo stile contemporaneo della major statunitense.

Judgment-Day-announcement-image-wide

Per questo motivo la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignire Valerio Schiti del Premio Coco di Etna Comics nella categoria WOW – Eccellenza Italiana nel Mondo.


tito faraci per cavazzano
Tito Faraci ritira il premio per Giorgio Cavazzano

Premio Speciale della Giuria: Giorgio Cavazzano

Un maestro assoluto, capace di rompere i limiti del tempo e dello spazio imponendo la forza, il dinamismo, la profondità della sua arte attraverso i decenni, mostrando un’inalterata voglia di sperimentare con segni grafici e colori. Questo è Giorgio Cavazzano, personalità esemplare nell’ambito del fumetto nazionale e internazionale, un esempio per generazioni di autori, un disegnatore e uno storyteller che ha fatto percorrere al fumetto e all’illustrazione popolare strade inedite e originali, dense di suggestioni ed emozioni, contribuendo a trasportare su carta, col suo tratto distintivo, ma ancora oggi in costante evoluzione, un’idea di commedia umana che affonda le sue radici nella grande letteratura di massa delle origini.

Giorgio Cavazzano sa da sempre plasmare divertimento e dramma, comicità e malinconie, avventura e intimismo, leggerezza e inquietudini in un melange unico. Una capacità rimasta intatta e sempre foriera di sorprese. Per questo motivo, la Giuria di Qualità ha deciso all’unanimità di insignirlo di un riconoscimento speciale, attribuendogli con sommo onore una statuetta del Premio Coco di Etna Comics.


Premio Coco 2022
Alcuni dei vincitori del Premio Coco 2022

Il Premio Coco

L’Organizzazione di Etna Comics ha intitolato il Premio alla figura del celebre artista originario di Biancavilla, in provincia di Catania. Un quarantennio trascorso a Milano, prima di fare ritorno nella sua terra in un buen retiro protrattosi fino all’improvvisa scomparsa nell’agosto del 2012, all’età di 76 anni.

II suoi raffinati e sapidi lavori in bianco e nero e a colori, spesso improntati su un surreale black humour, trovarono spazio, a cavallo tra gli anni Sessanta e Novanta del secolo scorso, su periodici e pubblicazioni di vario genere: da “Il Corriere della Sera” a “Playmen”, da “Famiglia Cristiana” a “La settimana enigmistica”, da “L’Espresso” a “Comix”, da “la Repubblica” a “Epoca”, “Playboy” e “L’Eternauta”, fino ad apparire su testate straniere come “Bazar”, “El Pais”, “Hara-Kiri”, “Paris Match”, “Stern” e “The Saturday Evening post”.

Con il prestigioso riconoscimento, Etna Comics, in collaborazione con la Pro Loco e il Comune di Biancavilla, intende così promuovere e tramandare la memoria di un artista che ha dato lustro alla Sicilia e alla provincia di Catania, meritando di essere riscoperto dalle vecchie generazioni e conosciuto dalle nuove, anche a livello internazionale.


Mr. Kent

Facebook MeganerdInstagram MeganerdTwitter Meganerd
Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.