I Simpson – “Ammazza che Mazza” è finalmente giocabile online


Il mitico videogioco citato in uno storico episodio dei Simpson è finalmente reale: con un browser game potremo giocare ad Ammazza che Mazza! Siete pronti a controllare Lee Carvallo e decidere se continuare a giocare oppure no?

ammazza che mazza 2

Questa è una notizia che – siamo sicuri – farà felici tutti i fan dei Simpson del mondo: Ammazza che Mazza, l’indimenticabile gioco di golf che viene mostrato in uno storico episodio della serie ideata da Matt Groening, è diventato un gioco assolutamente vero, giocabile online attravero il browser!

Questa idea geniale non poteva che venire a un ex autore nonché executive producer della serie The Simpsons, ovvero Bill Oakley, mentre lo sviluppo è stato affidato ad Aaron Demeter, che ha reso disponibile il gioco a questo indirizzo.

Cos’è Ammazza che Mazza?

Se non conoscete questo gioco, evidentemente non avete (ancora) visto un vecchio episodio dei Simpson, uscito nell’ormai lontano 1995, dal titolo “Marge be not proud” (“Marge non essere orgogliosa”, nella versione italiana). Si tratta dell’undicesimo episodio della settima stagione, in cui vediamo un Bart che vuole disperatamente il videogioco del momento, “Tempesta d’Ossa” (“Bonestorm” nell’originale) ed è pronto a tutto pur di averlo… persino a rubarlo. S’innescheranno così una serie di avvenimenti divertentissimi, ma anche educativi – chiaramente il messaggio di fondo è “non rubare” – che porteranno il pestifero primogenito dei Simpson a ritrovarsi tra le mani con… Ammazza che Mazza, uno dei videogiochi più noiosi di sempre!


Come potrete vedere dal browser game sviluppato da Aaron Demeter e Bill Oakley, gli sviluppatori sono rimasti molto fedeli all’originale, introducendo anche alcuni comandi aggiuntivi. Neanche a dirlo, anche in questa versione è disponibile la celebre opzione “Vuoi giocare ancora?” e – se siete fan di vecchia data – molto probabilmente saprete già cosa selezionare quando vi verrà posta questa domanda…



Avatar

Mr. Kent

Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *