Cowboy Bepop – Primo teaser e Yoko Kanno alla colonna sonora

Durante la Netflix Geeked Week, è stato possibile dare una prima occhiata al tanto atteso live action di Cowboy Bepop. Inoltre, è stata confermata la direzione di Yoko Kanno per creare una nuova colonna sonora

Cowboy Bepop - Primo teaser e Yoko Kanno alla colonna sonora

Ok. 3,2,1 Let’s Jam. 

Prima di condividere con voi un primo sguardo sul tanto atteso (e temuto) live action tratto dalla bellissima opera di Shin’ichirō Watanabe, partiamo dalla notizia più importante: la realizzatrice della splendida colonna sonora dell’anime, la Maestra Yoko Kanno, si è unita al progetto.  La compositrice ebbe una vera  e propria visione mistica una volta chiamata a comporre le musiche di Cowboy Bepop. Ogni traccia  si modella, si plasma perfettamente con la storia, con il mood episodico dell’anime, e a quella sotto trama mai invadente che ha fatto andare fuori di testa tutti.

Yoko Kanno mise su addirittura una band jazz/blues per l’occasione, per provare a catturarne l’essenza: The Seatbelts (fatevi un regalo e ascoltate tutte le tracce realizzate, un lavoro straordinario). Sapere che sarà di nuovo lei ad occuparsi delle musiche ha mandato in visibilio i fan dell’anime.

Dal breve video condiviso su Twitter, possiamo dare una prima occhiata a John Cho, Mustafa Shakir e Daniella Pineda nei panni rispettivamente di Spike Spiegel, Jet Black e Faye Valentine:

Il progetto sin dall’origine non ha goduto di una vita tranquilla. Il live action con John Cho nei panni di Spiegel venne ordinato a novembre del 2018, ma la produzione iniziò quasi un anno dopo. Tuttavia ad ottobre 2019 proprio John Cho è stato vittima di un incidente sul set, sino al sopraggiungere degli inevitabili ritardi legati alla diffusione del Covid-19. La serie (la prima stagione?) sarà composta da dieci episodi.

L’originale Cowboy Bepop:

Anno 2021. La Terra non è più un Pianeta abitabile dopo la violenta esplosione di un gate utilizzato per i viaggi iperspaziali. La Luna, a causa dell’esplosione, collassa. Uno sciame di asteroidi e meteoriti porta allo sterminio della gran parte della popolazione mondiale. I sopravvissuti sono costretti a colonizzare nuovi sistemi abitabili, tra tutti, Marte.

Anno 2071, ma somiglia molto al vecchio Far West. Il crimine dilaga ed è un buco torbido dove dentro si annidano narcotrafficanti, terroristi, delinquenti della peggior specie. Per far fronte all’emergenza, l’Inter Solar System Police (ISSP) ha messo delle taglie sulla testa dei criminali. E dove ci sono delle taglie da riscuotere, ci sono i cowboy.

Il protagonista e cacciatore di taglie principale è il bello e malinconico Spike Spiegel. Il nostro uomo ha un passato turbolento. Ex criminale di punta della Red Dragon Crime Syndicate pentito e disilluso, Spike ha perso il grande amore della sua vita, Julia (tutte Julia si chiamano i grandi amori, d’altronde), e questo è come se lo avesse fatto morire dentro. Spike odia sopra ogni cosa i cani, i bambini e le donne. E allora perché non punirlo facendo di ciò che detesta i suoi compagni di viaggio: Ein, un Welsh Corgi Pembroke; Faye Valentine, l’unica donna che Fujiko Mine può temere in quanto a provocante bellezza e sensualità; la mitica Ed o Radical Edward, hacker adolescente dall’intelligenza straordinaria. Chiude l’equipaggio del Bepop (o lo apre poiché non è secondo a nessuno) Jet Black, ex investigatore dell’ISSP.

L’adattamento live-action:

Javier Grillo-Marxuach, uno degli sceneggiatori coinvolti nel nuovo live action Netflix dedicato all’adattamento di Cowboy Bebop, nel tempo ha rilasciato alcuni dettagli sulla lavorazione.

Grillo-Marxuach aveva rassicurato i fan dicendo che lo stile e la sostanza del live action rimarranno fedeli alla serie originale. “Cowboy Bebop rimane Cowboy Bebop. È su questo che stiamo lavorando.”

Tra gli altri dettagli è emerso che Ein, il cane del protagonista Spike, rimarrà un corgi anche nell’adattamento Netflix. Saranno però presenti alcuni cambiamenti. L’abbigliamento provocante di Faye Valentine verrà rivisto, mentre le scene in cui i personaggi fumeranno verranno ridotte per venire incontro alle politiche di Netflix.

Grillo-Marxuach ha rivelato inoltre che ha lavorato alla scrittura di due antagonisti della serie, uno dei quali è un personaggio di spicco all’interno dell’anime. Lo scrittore vorrebbe inoltre ampliare la storia che si cela dietro i vari personaggi della serie e, allo stesso tempo, trovare un modo per inserire gli antagonisti all’interno di questa narrazione più approfondita.

Nel cast, oltre ai già citati John Cho nel ruolo di Spike Spiegel e Daniella Pineda in quelli di Faye Valentine, ritroviamo anche Mustafa Shakir che interpreterà il ruolo di Jet, l’ex poliziotto e partner di Spike, e Alex Hassell che sarà Vicious.

Cosa ne pensate della partecipazione di Yoko Kanno e dei protagonisti del live action? Aspettiamo i vostri commenti!


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV

Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *