BilBOlbul: Il festival del fumetto bolognese non avrà altre edizioni

BilBOlbul, il celebre festival fumettistico di Bologna, giunto l’anno scorso alla su quindicesima edizione, non si terrà più

 

Come comunicato nelle scorse ore dall’ Associazione Culturale Hamelin, a partire dal 2022 il festival internazionale di fumetto BilBOlbul, giunto nel 2021 alla sua quindicesima rassegna, verrà cancellato e non vedrà ulteriori edizioni.

Lanciato nel 2007, nel corso dei suoi 15 anni di storia Il festival Felsineo si è contraddistinto per il grande numero di mostre, incontri con autori, proiezioni e persino laboratori per bambini, organizzati sempre in importanti luoghi culturali del capoluogo emiliano, tra i quali musei e gallerie d’arte. Negli anni ha inoltre ospitato numerosi esponenti di rilievo della nona arte, italiani e stranieri, tra cui si ricordano Magnus, Sergio Toppi, Lorenzo Mattotti e Charles Burns.

La stessa associazione ha però tenuto a precisare che non si tratta di un abbandono totale, poichè intenzionata, già a partire dall’anno prossimo, a proporre un festival completamente nuovo, rinnovato sia nel nome che nella proposta. Al momento non ha rilasciato ulteriori informazioni riguardo questo progetto futuro, sebbene abbia garantito che rivelerà maggiori dettagli nel breve futuro. Di seguito potete leggere il comunicato stampa rilasciato da Hamelin:

“È proprio la soddisfazione per i risultati ottenuti la motivazione che ci ha spinto a chiederci se davvero sia ancora così necessario fare un festival a Bologna. Crediamo che ci siano ancora molti campi su cui è urgente impegnarsi oggi, se pensiamo al fumetto: dalla formazione all’incremento del pubblico (in particolar modo quello più giovane), dallo sviluppo di una critica vitale alla promozione di opere, autrici e autori capaci di portare il linguaggio verso nuove direzioni di ricerca. Nutriamo un forte desiderio di impegnarci su questi fronti e piena fiducia nella capacità di Bologna e del pubblico storico di BilBOlbul di rinnovare l’accoglienza, ma non crediamo che più un festival sia lo strumento migliore per portarle a compimento.

Non si tratta di un addio, ma di una fase di cambiamento. Intanto, vogliamo ringraziare tutte le persone che hanno contribuito a immaginare, progettare, realizzare, trasformare BilBOlbul nel corso di questi anni; le istituzioni pubbliche e i partner privati che ci hanno sostenuto per tutto questo tempo; gli spazi e i soggetti culturali che hanno arricchito con le loro proposte e il loro lavoro la programmazione del festival; le artiste e gli artisti che hanno attraversato con la loro presenza e le loro opere le diverse edizioni; gli editori e le librerie che hanno le volontarie e i volontari senza cui davvero non sarebbe stato possibile arrivare fino a qui; il pubblico che ci ha seguito con attenzione e stima e che è cresciuto insieme a noi. Grazie davvero.

Per rinnovarsi occorre sempre un periodo di riflessione e di “semina”, e la pazienza di far germogliare le idee. Ne avrete notizia presto.”

Speriamo che presto giungano buone notizie sul nuovo festival. Cosa ne pensate di questa notizia? Parliamone insieme nei commenti!

Fonte: fumettologica


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.