8 reboot di serie TV che hanno fallito

Negli ultimi anno abbiamo visto fioccare reboot televisivi e cinematografici come se piovesse, eppure il successo di questi rifacimenti non è sempre garantito. Vediamo quali sono stati quelli più fallimentari.

Streghe reboot

Quella dei reboot potremmo ormai definirla una moda. Negli ultimi anni infatti abbiamo assistito a innumerevoli rifacimenti televisivi e cinematografici di film e serie TV cult provenienti soprattutto dagli anni ’80 e ’90. Assecondare questa tendenza tuttavia non sembrerebbe sempre una scelta vincente, dato che al momento del loro debutto molti di questi reboot si sono rivelati tutt’altro che un successo.

Ecco una lista di alcuni dei più fallimentari rifacimenti di serie TV:

  • Streghe

Streghe reboot2

Ricordiamo tutti la serie originale andata in onda dal 1998 al 2006, che ha fatto diventare iconico il trio Halliwell composto da Holly Marie Combs, Alyssa Milano e Shannen Doherty, alle quali si è successivamente aggiunta Rose McGowan. Non tutti però sono a conoscenza del reboot andato in onda a partire dal 2018, con un cast completamente rinnovato del quale fanno parte Madeleine Mantock, Melonie Diaz e Sarah Jeffery. Al centro vediamo sempre tre sorelle, stavolta appartenenti ad etnie diverse, che però vivono nella città fittizia di Hilltowne e si trovano spesso ad affrontare temi come la diversità e la lotta femminista. La serie è stata accolta negativamente sia negli Stati Uniti che in Italia fin dal suo annuncio, tanto da ispirare l’hashtag #stopcharmedreboot. Tuttavia, a sorpresa, la serie ha ottenuto il rinnovo per una seconda stagione, attualmente in corso.

  • Supercar

Supercar 2008

Indiscusso cult degli anni ’80, andato in onda dal 1982 al 1986 col nome originale di Knight Rider e noto in Italia come Supercar. Al volante di KITT in quegli anni c’era David Hasseloff, diventato col tempo iconico per la sua interpretazione di Michael Knight. Nel 2008 ha preso il suo posto Justin Bruening vestendo i panni del figlio perduto di Michael, in un film televisivo che ha fatto poi da pilota ad una serie televisiva composta da 17 episodi. Il progetto tuttavia fu accolto inizialmente con entusiasmo, ma successivamente stroncato dalla critica e interrotto dopo la prima stagione.

  • Visitors

Visitors

Tra il 1984 e il 1985 andava in onda V-Visitors, composta originariamente da due miniserie, alle quali poi si sono aggiunti ulteriori episodi inediti visto l’apprezzamento da parte del pubblico. Inizialmente, la serie non ottenne un grande successo, ma col passare del tempo divenne un piccolo cult anni ’80 tuttora ricordato e apprezzato. Nel 2009 ha debuttato una serie remake, andata in onda fino al 2011 col titolo di V, che però, come la serie originale, non ha riscosso grande successo e dopo due stagioni è stata interrotta senza un vero e proprio finale. La storia rappresenta sia un reboot che un sequel, con la leader Anna figlia di Diana, originale regina dei Visitors.

  • Charlie’s Angels

Charlie's Angels reboot

Andiamo indietro fino agli anni ’70 con Charlie’s Angels, che andò in onda dal 1976 al 1981. Per ben cinque stagioni la serie ebbe un enorme successo, grazie alla novità della storia e ad una realizzazione più che riuscita. Stavolta esce nel 2011 il primo vero tentativo di reboot seriale, che però si è rivelato un gigantesco buco nell’acqua, andando in onda per soli 4 episodi e poi sospeso per mancanza di ascolti.

  • Ironside

Ironside reboot

Nel 1967 Raymond Burr fu il grande protagonista della serie, vestendo i panni di un consulente della Squadra Omicidi di San Francisco costretto sulla sedia a rotelle da un attentato. L’attore aveva da poco abbandonato il ruolo di Perry Mason, altrettanto di successo. Ironside andò in onda fino al 1975 per un totale di 200 episodi trasmessi, ai quali si aggiunse poi un film televisivo uscito nel 1993, e ottenne un enorme successo. Nel 2013 c’è stato il primo tentativo di reboot, al quale però è stata data un’impronta totalmente diversa rispetto alla serie originale, spostando l’azione a New York, inserendo numerosi nuovi personaggi e caratterizzando in modo molto differente persino il protagonista. Il rifacimento non ha ottenuto il successo sperato e la trasmissione è stata interrotta dopo soli 4 episodi andati in onda dei 9 prodotti in totale.

  • La donna bionica

La donna bionica reboot

Nata come spin-off de L’uomo da sei milioni di dollari, è andata in onda dal 1976 al 1978 per un totale di 58 episodi suddivisi in tre stagioni. Protagonista della serie era Jaime Sommers interpretata da Lindsay Wagner, una donna divenuta bionica a seguito di un incidente che ha reso indispensabile la sostituzione di alcuni arti con parti meccaniche. Alla serie sono seguiti tre film, che hanno concluso definitivamente la storia nel 1993. Nel 2007 invece, è arrivato il tentativo di un reboot seriale con protagonista Michelle Ryan, che però, malgrado l’entusiasmo iniziale, non riscosse un grande successo ed ottenne la cancellazione dopo soli 8 episodi trasmessi.

  • La strana coppia

La strana coppia reboot

Originariamente andata in onda dal 1970 al 1975 per un totale di cinque stagioni, la serie raccontava la storia di due amici conviventi ed estremamente diversi, un giornalista sportivo rozzo e disordinato e un sensibile fotografo maniaco dell’ordine. A sua volta ispirata ad una pièce teatrale rappresentata a Broadway nel 1965, vedeva come protagonisti Tony Randall e Jack Klugman, interpreti dei due amici anche nell’opera originale. Il reboot arriva nel 2015 con Thomas Lennon e Matthew Perry, che non solo interpreterà uno dei due protagonisti, ma sarà anche autore e produttore. La serie non ha ottenuto un enorme successo, ma è andata in onda per 38 episodi, fino al 2017, prima di essere definitivamente cancellata.

  • Melrose Place

Melrose place reboot

Torniamo agli anni ’90 con Melrose Place, nata da Beverly Hills 90210 e andata in onda dal 1992 al 1999 per un totale di sette stagioni. Le vicende raccontate nella serie ruotavano attorno ad un gruppo di persone di West Hollywood, con i loro litigi, e intrighi amorosi e, nel corso del tempo lanciò attrici come Thorne-Smith (Ally McBeal), Kristin Davis (Sex and the City), Marcia Cross (Desperate Housewives) e Alyssa Milano (Streghe). Sulla scia del discreto successo di 90210 (reboot di Beverly Hills 90210), nel 2009 è arrivato anche il reboot di Melrose Place, che però non venne altrettanto apprezzato e ottenne la cancellazione dopo una sola stagione.


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV
Avatar

L'Oscuro Passeggero

Il mio nome rispecchia la mia solare personalità. Sono appassionata di letteratura, drogata di serie tv e spacciatrice d'immagini per MegaNerd su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *