Frankie Muniz non ricorda di essere stato in Malcolm a causa di nove commozioni cerebrali

malcolm-in-the-middle-watn-frankie-muniz

Chiariamo subito una cosa: questa notizia non è scherzosa, ma tratta di un argomento serio. L’attore Frankie Muniz, che abbiamo conosciuto grazie alla serie Malcolm in the Middle, ha lasciato tutti sotto shock durante l’ultima puntata del programma televisivo Dancing with the Stars, confessando di non ricordare nulla del ruolo che lo ha lanciato nel mondo dell’intrattenimento.

A causa di 9 commozioni cerebrali e parecchi mini ictus (all’incirca 15), Muniz non riesce a ricordare bene gli ultimi 10 anni di vita. Questi traumi hanno lasciato dei danni cerebrali importanti, che hanno attaccato la sfera della memoria. L’attore non riesce dunque a ricordare i sette anni in cui è stato protagonista del divertente show:

«È qualcosa di cui avrei preferito non parlare, perché io sono io e questa è la mia vita. Ma quando parliamo di Malcolm [in the Middle] e come è iniziato, non ho davvero memoria di aver fatto parte dello show. Non so se dovrei ricordare di essere andato agli Emmy quando ero più giovane […] Mi rende triste che alcune cose non mi vengano in mente. Ad esempio, dovrei ricordarmi di essere stato in Australia. Sono cose che la gente ricorda.»

Nonostante la situazione, pare che Muniz non si sia mai rivolto a dei medici per cercare una soluzione a questi preoccupanti vuoti di memoria a lungo termine. Fortunatamente però al suo fianco è rimasta la fidanzata Paige, che oltre a non lasciarlo mai solo, riporta ogni esperienza vissuta insieme a Frankie su un diario, al fine di rileggerglielo qualora dovesse scordare attimi di vita. Paige è una sorta di “memoria esterna” per Muniz e farà di tutto per ricordargli le cose più importanti.

malcolm-1-maxw-654

«La verità è che non ricordo molto del mio tempo passato sul set di Malcolm, ho come la sensazione di non aver mai vissuto quell’esperienza in prima persona. Mi rende triste. Ogni tanto spunta qualche ricordo nella mia testa che avrei dovuto avere da sempre.»

Accanto a Muniz è rimasto anche Bryan Cranston, che in Malcolm interpretava Hal, il folle papà del protagonista. L’attore cerca continuamente d’incoraggiarlo, sostenendolo nei momenti difficili: «Gli ho detto di non preoccuparsi di quello che si ricorda o non si ricorda. Sono sempre esperienze. Sarà il mio lavoro, gli chiederò: ‘Ti ricordi questo? Ti ricordi quest’altra cosa tratta da Malcolm?»

Ora Muniz sembra essersi concentrato sulla musica e sul suo presente. Noi non possiamo far altro che fargli i nostri migliori auguri e ringraziarlo per tutte le risate che ci ha regalato insieme a tutto il cast di Malcolm per ben sette anni. Ovviamente speriamo di rivederlo sul piccolo schermo quanto prima, sperando che nel frattempo sia riuscito a risolvere tutti i suoi problemi.

Forza, Frankie!

 

Commenti