Video porno di Final Fantasy 7 durante una convegno al Senato

Un convegno al Senato organizzato dal Movimento 5 Stelle è stato interrotto da un filmato porno di Final Fantasy 7. Ecco il video di quanto accaduto

ATTACCO-HACKER-SENATO

A meno di una settimana dal voto al Senato per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, una leggerezza da parte della senatrice Maria Laura Mantovani, ha giocato un brutto scherzo alle cariche politiche presenti al convegno “Per una pubblica amministrazione trasparente”, da lei organizzato. Durante la conferenza in Zoom, un utente ha condiviso la propria schermata e trasmesso un video porno. Pochi giorni prima, la Senatrice aveva condiviso sul suo account Facebook la Password e L’ ID per accedere alla piattaforma. Il video ha causato stupore e sdegno nei partecipanti, tra cui si annovera anche il Premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi. Dopo alcuni minuti di incredulità, l’utente è stato rimosso e la Senatrice ha prontamente comunicato un esposto alla polizia postale; queste le sue parole:

«Inizialmente il convegno doveva essere in parte in presenza, in parte on line – spiega all’Ansa la senatrice – Ma con l’aumento dei contagi abbiamo deciso che fosse solo online. Io ero fisicamente a Palazzo Giustiniani, gli altri relatori tutti collegati via Zoom. Dopo mezz’ora dall’inizio, alle 15.30 circa, alcune persone, entrate nella riunione con nomi probabilmente fasulli, hanno condiviso lo schermo – continua Mantovani – E per meno di un minuto si sono viste scene di sesso tra un uomo e una donna in forma stilizzata e senza i volti, probabilmente era un manga o un cartone animato. Le persone sono state subito espulse dalla riunione e ho avvertito le forze dell’ordine che erano al Senato e i tecnici. Domani farò denuncia alla polizia postale.»

Ecco il video:

Voleva forse essere un pretesto per ridicolizzare la politica italiana? Una protesta contro la candidatura a Presidente della Repubblica di un uomo del tutto associabile ad atti scabrosi e sessualmente ambigui e per cui sarebbe una vergogna la rappresentanza italiana? O semplicemente una goliardata di qualche utente?

Di sicuro il gesto non è passato inosservato, anche se ora l’autore dovrà vedersela con la polizia postale ed eventuali accuse.

Cosa ne pensate di quanto accaduto? Aspettiamo i vostri commenti!


Nissareading

Instagram Meganerd
Divoratrice di libri, fumetti e manga, affronta la vita un passo di libro alla volta, trovando ispirazione dai Samurai e da Batman.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.