Topolino – Ritirato dall’asta il numero dedicato a Charlie Hebdo

La casa d’aste Little Nemo ha deciso di ritirare dalla vendita la copia di Topolino con la copertina dedicata a Charlie Hebdo. Ecco tutti i dettagli

topolino charlie hebdo

L’attentato alla redazione di Charlie Hebdo, avvenuto il 7 gennaio del 2015 a Parigi, sconvolse il mondo intero, e ancor più quello del fumetto. Anche in Italia fu grande la solidarietà mostrata dai colleghi nostrani e da molte testate nazionali.

Disney, dal canto suo, decise di dedicare alle vittime dedicando la copertina (che trovate in testa all’articolo) del Topolino uscito il 10 febbraio 2015, a cura di Stefano Turconi, la quale ritraeva appunto Topolino e Paperino omaggiare, insieme a personaggi di etnie diverse, la redazione di Charlie Hebdo.

Eppure, poco prima dell’uscita in tutte le edicole, l’albo fu bloccato e mandato al macero: l’intera tiratura fu distrutta. Il numero che uscì aveva una copertina diversa, con protagonista Pippo vestito da reporter, poiché l’illustrazione precedente non fu ritenuta idonea dai vertici Disney.

la-copertina-di-topolino-cancellata-a-sinistra-e-quella-che--499677.large

Oggi sembra esistano solo due copie provenienti dalla tiratura precedente: una è in possesso dell’allora direttrice Valentina De Poli, mentre l’altra fu appunto offerta alla casa d’aste Little Nemo a Torino.

Inizialmente prevista per la vendita, Little Nemo ha deciso di non vendere la copia di sua proprietà, ma di custodirla gelosamente, memore con molta probabilità del valore storico che può avere un albo del genere, ormai assurto a vero e proprio cimelio.

Uno dei motivi che addusse Panini a cancellare l’omaggio alla redazione fu sicuramente un articolo scritto da Pietrangelo Buttafuoco su Il Sole24 ore, che criticava l’iniziativa con queste parole:

«Mettiamola così: è un punto a favore dei tagliagola. Che l’edizione italiana di Topolino, il più bel settimanale in edicola, abbia oggi una copertina dedicata a Charlie Hebdo – la rivista satirica francese oggetto di uno spaventoso agguato stragista a opera di fanatici fondamentalisti – è un cedimento alla strategia del terrore»

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere in un commento, così da poterne discutere insieme.


Gianluca Testaverde

Instagram Meganerd
Faccio un po' di tutto nella vita: perditempo a tempo pieno, disegno, amo il doppiaggio e scrivo ciò che vorrei leggere. E per l'amor di Dio... non fate i fumettisti!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.