Tokyo Revengers – La censura colpisce ancora

L’anime di Tokyo Revengers tratto dall’omonimo manga di Ken Wakui è stato censurato al di fuori del Giappone. Ecco cosa è accaduto

Tokyo Revengers - La censura ha colpito ancora?

Tokyo Revengers, arrivato al suo quinto episodio, è uno degli anime più seguiti del 2021; così come il manga di Ken Wakui che sta collezionando un traguardo dietro l’altro. Per rendere l’idea, la casa editrice Kodansha ha rivelato che il manga, in Giappone, da quando ha debuttato l’anime l’11 aprile 2021, ha fatto aumentare le vendite dei volumi di circa 6,7 volte. Secondo le stime, un volume di Tokyo Revengers viene acquistato ogni 2,4 secondi. Notevole, vero?

Da noi il manga di Tokyo Revengers è pubblicato da J-POP Manga che lo ha lanciato il 27 gennaio 2021 in un bundle esclusivo contente i primi due volumi della serie e la cartolina olografica 3D.

Perché la censura si è abbattuta su Tokyo Revengers? L’evento, che ha interessato l’anime solo al di fuori del Giappone, ha scatenato l’ira dei fan, e non solo. Quando la censura decide di colpire è sempre sgradevole ed è un evento da biasimare.

Il video che vi mostriamo sotto, fa capire la portata dell’accaduto:

La censura è intervenuta pesantemente con fasci di luce, primi piani e scene eliminate per non mostrare il simbolo utilizzato dalla Tokyo Manji Gang, la banda protagonista della serie. Il manji è un simbolo religioso orientale: 卍 . Tuttavia, c’è chi lo confonde con la svastica nazista: 卐

L’anime al di fuori del Giappone è trasmesso sulla piattaforma Crunchyroll che, pesantemente attaccata dalle accusa di censura, ha controbattuto dicendo che l’anime gli è stato consegnato direttamente così e che loro non censurano nulla. Ed ancora, che è severamente vietato modificare o ritoccare gli episodi di cui acquistano i diritti.

Di cosa parla Tokyo Revengers?

Takemichi Hanagaki è un giovane appena diventato adulto ma ha già raggiunto il picco più basso della sua vita. Lavoratore part-time senza speranza, vive in un tugurio e, come se non bastasse, è ancora vergine. Un giorno, Takemichi viene colpito da una notizia tremenda: Hinata Tachibana, la sua ragazza ai tempi delle scuole medie, l’unica fidanzata che abbia mai avuto, è morta, uccisa da un gruppo di delinquenti noto come Tokyo Manji Gang. All’improvviso…Takemichi si ritrova di nuovo nel passato, nei suoi panni di dodici anni prima, quando frequentava le scuole medie! Un fatto inspiegabile e assurdo che dona però al ragazzo l’opportunità per salvare la dolce Hinata: se solo, per farlo, non dovesse scalare le gerarchie e mirare al vertice della gang più pericolosa e violenta di tutto il Kanto.

Cosa ne pensate della versione resa disponibile al di fuori del Giappone? Aspettiamo i vostri commenti!


Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *