Tito Faraci – I tanti riflessi di un Artista che si racconta su MegaNerd

Durante Etna Comics 2022 abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Tito Faraci, uno dei nomi più importanti e apprezzati del fumetto italiano. Topolino, Diabolik, Tex, Zagor, la scuola Holden, Feltrinelli, l’amore sconfinato per la musica: mille sfaccettature, un solo, grande Autore

copertina intervista tito faraci

Immaginate di avere una passione grande, enorme, gigantesca. Così forte da non poterla controllare.

Probabilmente ce l’avete, se state leggendo un sito che si chiama MegaNerd, quindi sono abbastanza sicuro che mi capirete.

Amate il fumetto in ogni sua forma e avete in mente tonnellate di storie, tante quanti sono i vostri personaggi preferiti. Senza generi, forme o distinzioni particolari, quell’incredibile onda di fantasia che esce dalla vostra mentre investe il mondo del fumetto e tocca tutto, dagli eterni personaggi Disney agli inossidabili eroi Bonelli. Nel mezzo, un’altra icona senza tempo come Diabolik.

Ecco, tutto questo (e molto altro) è Tito Faraci, uno degli sceneggiatori più importanti e prolifici che abbiamo in Italia: grazie a lui abbiamo letto capolavori (sì, il termine è giusto) del calibro di MMM – Mickey Mouse Mystery Magazine, in cui abbiamo visto una versione di Topolino come mai ci era stata raccontata prima. Potremmo anche citare il mitico PKNA – Paperinik New Adventures, una serie che ha letteralmente fatto epoca e che continua a essere ristampata ciclicamente, della quale ha scritto alcune tra le pagine più belle. Ma non solo: Nick Raider, Magico Vento, Zagor,Tex, Brad Barron.

Come se questo non bastasse, da qualche anno Tito Faraci è anche il curatore di Feltrinelli Comics, collana nella quale pubblica autori del calibro di Milo Manara, Giacomo “Keison” Bevilacqua, Fumettibrutti, Sio, Leo Ortolani e tantissimi altri ancora. Poi c’è l’amore per la musica, la passione per la narrativa, il piacere d’insegnare. La voglia di divertirsi, che non può mancare mai.

Signore e signori, è con immenso piacere che do il benvenuto sulle pagine di MegaNerd al grande Tito Faraci.

 


L’Autore

Tito Faraci è nato a Gallarate il 23 maggio 1965. È uno dei più noti sceneggiatori italiani di fumetti, emerso nella metà degli anni Novanta come autore di storie disneyane, lavorando in particolare sul personaggio di Topolino e per la serie di culto PK-PaperinikNew Adventures. In seguito ha scritto, tra l’altro, per Dylan Dog, Tex, Diabolik, Magico Vento e Zagor, oltre a essere il primo sceneggiatore italiano ad avere firmato per la Marvel, con una storia di Spider-Man e una di Capitan America e Daredevil. La graphic novel The Last Battle, disegnata da Daniel Brereton e uscita negli Stati Uniti per Image, nel dicembre 2011 è arrivata al terzo posto della classifica americana dei trader paperback. Per Feltrinelli ha pubblicato La vita in generale e Spigole. Dal 2017 dirige la collana “Feltrinelli Comics”.

L'uomo con la faccia in ombra

Sempre per Feltrinelli, a maggio 2022 è uscito “L’Uomo con la Faccia in Ombra – Manuale autobiografico di sceneggiature per fumetti“. Sfruttando la sua lunga e ricca esperienza come autore e, insieme, come docente, Tito Faraci ha scritto un manuale di sceneggiatura per fumetti. O meglio, scrive lui, “questo è anche e soprattutto un manuale, perché contiene un metodo. Potrei dirvi il mio metodo. Sarebbe giusto, ma allo stesso tempo sbagliato, scorretto. È il metodo che uso io. Non è l’unico metodo che esiste al mondo, ma posso assicurarvi che funziona. Ed è importante questo, per un metodo. Deve funzionare”. Con un minimo di esperienza e talento, chiunque può inventarsi un inizio interessante, intrigante. E per il finale una soluzione si trova sempre. Male che vada, vivranno tutti felici e contenti. Ma quando arriva il momento di scrivere la sceneggiatura è un altro paio di maniche. Avete cominciato bene, sapete da che parte andrete a finire. Adesso però dovete rendere avvincente il tragitto, per evitare che il lettore cominci a correre – e scorrere, con lo sguardo – verso la fine, girando le pagine in fretta. Tra le regole per scrivere un buon soggetto, gli errori da evitare e le dritte per una sceneggiatura fatta come si deve, si incontrano Tex, Zagor, Diabolik, Dylan Dog, Lupo Alberto, Spider-Man, Topolino, Pikappa e altri grandi personaggi del fumetto italiano e non solo. Leggete questo libro e poi “potrete anche sperimentare, uscendo dai canoni dei generi, violando le regole. Potrete farlo perché saprete quali sono questi canoni, queste regole”.

“Tutto ti può perdonare un lettore, tranne la noia.”

E noi, finora, con Tito non ci siamo davvero mai annoiati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Mr. Kent

Facebook MeganerdInstagram MeganerdTwitter Meganerd
Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.