The Witcher 2 – Henry Cavill mostra le prime foto di Geralt

Con un post sui suoi profili social ufficiali, Henry Cavill si mostra nei panni di un Geralt più tenebroso, che vedremo nella seconda stagione della serie

The Witcher 2 - photo credit: web

I lavori per la seconda stagione di The Witcher procedono a gonfie vele. Dopo lo stop dovuto alla pandemia, Henry Cavill e gli altri membri del cast sono tornati sul set lo scorso agosto. Oggi, proprio il volto di Geralt di Rivia si è mostrato, in un post sui suoi profili social ufficiali, con un nuovo costume da strigo. I due scatti sono accompagnati da una citazione tratta dai romanzi di Andrzej Sapkowski, che hanno ispirato tutto l’universo che ruota attorno al lupo bianco.

Quello che vediamo è un Geralt più tenebroso e cupo, sicuramente più vicino al personaggio che abbiamo avuto modo di conoscere nella trilogia videoludica ad opera di CD Projekt Red. In particolare, l’armatura di cuoio borchiata che Cavill indossa in questi scatti è molto simile a quella della Scuola del Lupo, della quale fa parte lo strigo.

Inoltre, queste immagini ci permettono di apprezzare un notevole innalzamento della qualità dei costumi e della parrucca di Henry Cavill. Vediamo infatti che i capelli dello strigo sembrano più morbidi e realistici, ed in generale si nota l’aumento di budget a disposizione da parte della produzione.

La serie, creata da Lauren Schmidt Hissrich e basata sui romanzi dell’autore polacco Andrzej Sapkowski, vede tra i suoi protagonisti anche le due giovani attrici Anya Chalotra, nei panni dell’affascinante Yennefer di Vengerberg, e Freya Allan, che presta il volto alla principessa Cirilla, il cucciolo di leone di Cintra.

Le riprese di questa seconda stagione andranno avanti fino al prossimo Febbraio. Seguirà poi una post produzione della durata di sei mesi, dunque la nuova stagione arriverà su Netflix tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV
Avatar

Chissia di Themyscira

Nata a Themyscira, smistata in Grifondoro, finita nel Sottosopra. Vivo la mia vita un tetramino alla volta, tra libri di storia e pagine che sanno di lillà e uvaspina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *