The Flintstones – Arriva una serie animata basata sulle storie DC

La serie a fumetti DC Comics di The Flintstones di Mark Russell e Steve Pugh verrà portata in streaming da HBO Max che realizzerà una serie animata

The Flintstones è una serie animata di Hanna e Barbera degli anni ’60 entrata a far parte della cultura americana che ha portato anche a due lungometraggi usciti al cinema qualche anno fa. Nel 2016 gli Antenati, così come conosciuti in Italia, hanno avuto anche un reboot a fumetti ad opera della DC Comics che ha realizzato una serie fresca, divertente e vitale. Numerosi tentativi sono stati fatti per riportare The Flintstones in TV e uno è attualmente in fase di sviluppo da Warner Bros TV, ma nelle ultime ore pare che HBO Max abbia intenzione di realizzare una serie animata basata proprio sulla serie DC  The Flintstones di Mark Russell e Steve Pugh.

The Flintstones sono, a prima vista, molto simili all’incarnazione originale della serie: Fred e Wilma Flintstone sono sposati e vivono a Bedrock con la loro figlia, Pebbles. Bedrock è una città preistorica che ha sviluppato una tecnologia e una cultura un po’ moderne, in gran parte usandogli animali locali e dinosauri come strumenti. I Flintstones sono i migliori amici dei loro vicini, Barney e Betty Rubble. Il loro figlio, Bam-Bam, è il migliore amico di Pebbles e, in questa serie, frequenta insieme a lei la scuola media locale. Fred lavora in una cava di roccia locale, sotto l’egida del suo boss, il signor Slate. I Flintstones completano la loro famiglia con un fedele dinosauro domestico di nome Dino e un alieno di una razza avanzata chiamato Great Gazoo che appare all’interno della serie ogni tanto.

I dettagli del mondo sono stati arricchiti in modi che fanno sembrare i personaggi più tridimensionali che mai: Fred e Barney sono veterani di una guerra contro l’Albero-Popolo, una razza competitiva di primi umani che è stata spazzata via da gli eserciti di Bedrock. Gli effetti persistenti di quel conflitto pesano ancora su Fred e influenzano molte delle sue decisioni per cercare di capire il mondo in continua evoluzione per cui ha combattuto. L’invenzione non solo della tecnologia ma di interi costrutti della società intorno a lui (compresi capitalismo, matrimonio, religione e politica) lasciano Fred, sommamente empatico, sopraffatto ma curioso dello stato del mondo e di come migliorarlo per la sua famiglia.

Il resto del cast è altrettanto profondo. Wilma e Pebbles ottengono anche i loro archi coinvolgenti – con il sogno di Wilma di fare in modo che i suoi quadri raggiungano il favore del pubblico che la spingerebbe nel mondo dell’arte in via di sviluppo, mentre la Pebble con mentalità scientifica trova un mentore inetto nell’insegnante di scienze locale, il professor Carl Sargon. Altre sottotrame in corso riguardano il mutevole panorama politico di Bedrock che potenzialmente porta alla guerra con il popolo lucertola locale, i tentativi del reverendo Tom di bilanciare le esigenze religiose dei suoi seguaci sempre volubili con la sua stessa moralità, una potenziale rivoluzione che si muove tra gli animali usati come gadget e l’arrivo del Grande Gazoo, qui guardiano intergalattico, incaricato di determinare il potenziale e il pericolo dell’umanità nel caso in cui debba essere “affrontato”.

The Flintstones da sempre cerca di parlare di concetti del mondo reale, giustapposti al mondo intrinsecamente comico che lo circonda. Il fumetto The Flintstones è costantemente esilarante, trovando un forte equilibrio tra rivelazioni sciocche, routine schiaffeggiate e battute d’orrore senza mai perdere il commento al centro del concetto. L’audacia del mondo consente a Russell e Pugh di creare critiche taglienti sulla cultura e su come può essere corrotta. Essere anti-intellettuali, diffidenti nei confronti della scienza o sdegnosi nei confronti dell’empatia vengono scomposti nelle loro forme più ridicole e messi a nudo, in particolare con Clod the Destroyer affamato di guerra e idiota e la sua campagna per diventare sindaco.

L’umorismo può essere incredibilmente cupo a volte, ma non è mai cinico. I personaggi hanno un livello di profondità che permette loro di essere più che semplici meccanismi di consegna per le battute. Fred, la sua famiglia e i suoi amici si sentono molto più incarnati di quanto non siano mai stati prima, con il cast che ha paure naturali ed esponenziali sul mondo e su tutto ciò che contiene.

Questo fumetto obbliga il pubblico a porre le stesse domande sulla propria vita. Ma si avvicina anche alla necessità di speranza e all’importanza dell’umanità. C’è speranza per l’umanità nella serie e quella speranza è la cosa che può redimere l’umanità a lungo termine. È tempestivo senza sentirsi radicato in un determinato periodo di tempo, dandogli più peso e longevità come una vera critica della vita moderna, attraverso l’obiettivo di un’età della pietra dei cartoni animati.

È una storia che prende la familiare scenografia di  The Flintstones e la usa per affrontare argomenti pesanti – e in realtà dire qualcosa su di essi, abbattendo i difetti intrinseci con avidità, razzismo, odio e guerra e sollevando ciò che ci rende il più umano. È concettualmente ambizioso in un modo davvero eccitante. Sotto il giusto team creativo, un adattamento della serie potrebbe essere un ibrido stimolante e divertente di  Bob’s Burgers e  Bojack Horseman , con solo un pizzico dell’esilarante costruzione del mondo che rende gli show come ad esempio Futurama così memorabili.

 

 

 

 

Fonte: CBR.com


Avatar

Doc. G

Il mio nome e' Doc. G , torinese di 36 anni lettore compulsivo di fumetti di quasi ogni genere (manga, italiano, comics) ma che ha una passione irrefrenabile per Spider-Man! Chi è il miglior Spider-Man per me? Chiunque ne indossi il costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *