The Batman – Nuove foto dal set di Liverpool

Le riprese di The Batman, l’atteso film di Matt Reeves, si spostano a Liverpool. Diamo uno sguardo ad alcune foto dal set della cittadina inglese, utilizzata per ricostruire parte di Park Row.
"Robert

Dopo la notizia del rinvio dell’uscita nelle sale, e la sospensione delle riprese per la positività di Robert Pattinson al Covid-19, la bat-mobile dei lavori di The Batman, per la regia di Matt Reeves, è tornata in azione. Dopo un primo blocco a marzo ed un secondo blocco a inizio mese, le riprese sono infatti ripartite da Liverpool, utilizzata per ricostruire parte di Park Row.

Proprio dal set della cittadina inglese sono trapelate tantissime foto, che ci mostrano Pattinson nei panni di Bruce Wayne, mentre sembra intento a girare la scena di un funerale. Inoltre, in un’altra foto vediamo un uomo indossare una giacca con il simbolo dell’Enigmista. Che sia proprio Edward Nigma? O forse è uno dei suoi scagnozzi? Ma non è tutto, perché queste foto ci permettono di dare un primo sguardo anche all’auto del Signor Wayne. Si tratta di una Corvette Stingray del 1963, che in questi scatti è guidata da una controfigura.

In questi scatti vediamo anche un irriconoscibile Colin Farrell, nei panni di Pinguino, e la bellissima Zoë Kravitz, che presterà invece il volto a Selina Kyle/Catwoman.

La pellicola, in uscita a marzo del 2022, si propone di raccontare una storia che attinge all’anima noir del Cavaliere Oscuro, concentrandosi sulle sue abilità di detective. Inoltre, con questa nuova pellicola, si vuole dare inizio ad universo narrativo distribuito su più piattaforme. È infatti in lavorazione, per HBO Max, una serie TV spin-off dedicata al dipartimento di polizia di Gotham, che adatterà il primo anno di attività di Batman focalizzandosi però sulla corruzione del GCPD.


Sfoglia tutti i film recensiti da MegaNerd!
Avatar

Chissia di Themyscira

Nata a Themyscira, smistata in Grifondoro, finita nel Sottosopra. Vivo la mia vita un tetramino alla volta, tra libri di storia e pagine che sanno di lillà e uvaspina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *