#StarWarsDay | Guida ai nuovi fumetti Panini Marvel

Marvel ha organizzato un rilancio pazzesco delle testate legate all’universo di Star Wars: ecco una guida completa ai nuovi Fumetti appena sbarcati in Italia grazie alle pubblicazioni di Panini

speciale star wars fumetti

Questi sono i Fumetti che state cercando…
In questi giorni, sia in edicola che in fumetteria, ha debuttato STAR WARS – L’ALTA REPUBBLICA, la nuova serie a Fumetti che ci porta a conoscere un’epoca ancora inesplorata della grande cronistoria di Guerre Stellari.
Panini Comics, inoltre, ha lanciato dal mese scorso il #1 della rinnovata serie di STAR WARS, che così come già la Marvel in America, ha deciso di ripartire da un ideale primo numero.
Entrambe offrono la possibilità, sopratutto a chi si è appassionato di recente grazie al successo di “The Mandalorian“, di salire a bordo e scoprire il lato Comics della Forza.

star wars l'alta repubblicaL’Alta Repubblica” è letteralmente uno starting point per tutti, sia vecchi che nuovi appassionati, apripista di un nuovo brand all’interno del franchise, che si dipanerà anche attraverso altre pubblicazioni, pensate per ogni fascia d’età, come i romanzi (trovate già i primi due nel catalogo Panini).
Torniamo indietro ad un tempo antecedente la prima trilogia, la Galassia è in pace, governata dalla gloriosa Repubblica e protetta dai nobili Jedi, come il Maestro Sskeer e la sua padawan, la giovane e caparbia Keeve, protagonista della serie e nostro tramite in questo capitolo inedito.
Sfondo delle vicende è la Starlight Beacon, una stazione spaziale sull’Orlo Estremo, a simbolo di tutto ciò che è buono. Ma una nuova minaccia si sta facendo largo…
Lo scrittore Cavan Scott ha chiaro che il lettore deve conoscere i fondamentali di “Star Wars” ma anche che eventuali dialoghi e spiegoni devono fornire informazioni in maniera fluida, senza mai appesantire il ritmo e l’azione, disegnata ed inchiostrata da Ario Anindito e Mark Morales, con una bella e pulita costruzione delle tavole e del tratto.
C’è Avventura, Emozione e tutta quella Fantastica Sospensione dell’incredulità che dal lontano 1977 non smette di trascinarci anima e cuore nella Galassia Lontana Lontana, senza dimenticare quel Canone che è sempre croce e delizia di chi si avvicina a Star Wars.

Il primo ciclo ci porta a scoprire meglio il carattere di Keeve, il rapporto con il suo Maestro e il bel cast di comprimari della serie, inclusi i gemelli Kotabi Terec e Ceret.
Il mistero iniziale si concede persino dei piccoli tocchi di horror, ma non voglio anticiparvi troppo, lasciando che le sorprese siano un piacere numero dopo numero, mese dopo mese.
“L’Alta Repubblica” è quindi consigliata, sia a chi Star Wars lo macina da decenni e amerà ritrovare volti familiari come quello di Yoda, sia a chi si è appena avvicinato a questo meraviglioso mondo.

star wars 1

E le altre collane a fumetti? Perché posso ben capire l’attrattiva di un N°1, che fa bella mostra di sè sugli scaffali. E lo sa bene anche Panini Comics, che giusto dal mese scorso, ha fatto ripartire dal primo numero la serie regolare di Star Wars, seguendo quanto fatto da Marvel in America, come detto ad inizio articolo (trovate già il secondo numero in vendita, ma l’arretrato è facilmente recuperabile sia in fumetteria che sul sito della casa editrice).
Un altro Starting Point, quindi, che riguarda sia la testata principale che la parallela Darth Vader, il fumetto dedicato ad uno dei più celebri e affascinanti Villain della Storia del Cinema.
Entrambe hanno uno studiato punto di partenza, che è esattamente quello forse più iconico di tutta la saga, quel “Luke, sono tuo padre“, che è il momento più alto ed emozionante de “L’Impero colpisce ancora“.

star-wars-1-page-2-3
Charles Soule, autore che ormai ha preso su di sé l’incarico di traghettare l’immaginario a Fumetti di Star Wars, visto quanta sempre più passione e confidenza dimostra nella scrittura di queste storie (sua anche la firma di uno dei romanzi succitati, “La Luce dei Jedi“), ci butta subito nel pieno di quella scena, quando la spada di Vader taglia la mano di uno sconvolto Luke e gli svela una verità terrificante.
La prima pagina disegnata da Jesús Saiz è drammatica, forte, potente. Subito dopo la sequenza, eccoci a bordo del Millennium Falcon. Leia, Lando e Chewbecca stanno discutendo, dopo i disastrosi eventi su Hoth e Han Solo finito in mano a Boba Fett.

Soule, a quel punto, entra a gamba tesa, deciso a colmare i vuoti tra una dissolvenza in nero e l’altra. Perché “Star Wars” ha sempre giocato col tempo narrativo degli eventi e tra un film e l’altro, tra una trilogia e l’altra, la storia degli Skywalker offre tantissimo spazio di manovra per raccontare altro, sviluppare e spiegare. E la nuova serie a Fumetti, come già fatto in passato, vuole continuare ad esplorare, sempre rispettando il canone e i caratteri.
Non si può sgarrare, ma se si ama Guerre Stellari come dimostra lo scrittore, si può raccontare ed affascinare il lettore facendogli scoprire sempre qualcosa di inedito.
È quanto avviene in questo primo ciclo, con Luke determinato a ritrovare la sua spada laser e Leia e Lando intenzionati, per motivi diversi, a tornare alla Citta delle Nuvole.

L’unica nota veramente stonata sono a tratti i disegni di Saiz, limitato dal dover riprodurre i volti degli attori, ma pronto a farsi perdonare coi personaggi inediti, con cui potersi concedere maggior libertà espressiva.
E visto che tutto è connesso nella Forza, non stupitevi se troverete dei riferimenti alla Starlight Beacon de “L’Alta Repubblica” inseriti all’interno della storia. Un fanservice che è da sempre croce e delizia della Saga Stellare, ma che da anche l’idea di quanto tutto sia connesso e della volontà di costruire in un grande disegno si spera sempre organico.

Darth Vader 1
E Darth Vader?
Lo spillato Panini propone anche la nuova regolare di Casco Nero (dieci punti a chi coglie la citazione), che, come detto prima, parte anch’essa dalla rivelazione che dietro la maschera si nasconde l’uomo che un tempo fu Anakin Skywalker.
Lo sceneggiatore Greg Pak (World War Hulk) e il disegnatore Raffaele Ienco ci regalano un Vader efficace, terribile e temibile, ma anche umano, dominato tra il Lato Oscuro e ciò che è stato, chi ha conosciuto e amato. Vedere suo figlio lo ha turbato, gli ha riportato alla mente fantasmi di un passato che pensava di aver sepolto. Così parte alla ricerca di indizi su quel ragazzo, in pieno parallelo cronologico con quanto si legge su “Star Wars”.

I disegni di Ienco sono molto più affascinanti di quelli del collega Saiz, anche perché possono far leva su un personaggio amatissimo, capace sempre di calamitare l’attenzione, al punto che pare di sentirne il celebre respiro pagina dopo pagina. Ma anche Pak, come Soule, si dimostra fedele a ciò che è Star Wars, fedele a chi è Vader. Anakin è stato bambino, padawan, amico, innamorato, Jedi, preda del dolore e della rabbia. La storia colpisce al cuore, sia suo che del lettore, e già il primo numero si concede un colpo di scena pienamente teatrale eppure, fidatevi, decisamente sensato.

E il futuro? Le due serie andranno sempre più ad avvicinarsi, collimando nel maxi evento “War of the Bounty Hunters“, ma non corriamo, andando magari fuori tema.
Nel presente, sia “Star Wars” che “L’Alta Repubblica” promettono un appuntamento mensile capace di acchiappare appassionati vecchi e nuovi. E se i primi ben conoscono la bellezza dei Fumetti di Guerre Stellari, i loro punti di forza e le debolezze, i secondi potrebbero voler sempre più cementare il loro appena nato amore, e a quel punto, la rosa di proposte si amplia, grazie alle serie precedenti, che Panini propone anche in volumi e omnibus (come quello dedicato al ciclo scritto da Jason Aaron).
star wars cacciatori di taglie
A questo proposito, per quelli che dopo “The Mandalorian” vogliono continuare esplorare il mondo dei bounty hunters della Galassia Lontana Lontana, consiglio caldamente il primo volumetto di “Star Wars – Cacciatori di Taglie“, che raccoglie i primi numeri della collana firmata da Ethan Sacks e Paolo Villanelli, una delle letture più toste che si possono trovare nel Lato Comics della Forza!


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.