Vietnam Horror – La grapich novel di Massimo Rosi e Vito Coppola

Vietnam Horror è la nuova grapich novel tutta all’italiana di Massimo Rosi e Vito Coppola, edita da Leviathan Labs che ci mostra un lato ancora più oscuro e atroce della Guerra del Vietnam

recensione vietnam horrorLa guerra del Vietnam viene ricordata come uno dei conflitti della storia recente tra i più sanguinari e macabri; dal 1955 al 30 giugno 1975, molti sono stati i morti da entrambe le parti con diverse atrocità che si sono consumate e che hanno sconvolto e segnato i superstiti per il resto della loro vita. Vietnam Horror, il nuovo fumetto della coppia Massimo Rosi e Vito Coppola, ci vuole mostrare il lato più oscuro di questo conflitto, quello che i libri di storia, i telegiornali e Internet non hanno mai raccontato e che è legato a una leggenda vietnamita, a uno spirito, il Dio della Montagna o L’Immortale che, richiamato dal proprio popolo, ha come unico scopo liberare il Vietnam dall’oppressore e invasore gli Stati Uniti d’America.

È questo l’incipit dell’ottimo fumetto pubblicato dalla casa editrice livornese Leviathan Labs, un’opera che mescola Apocalypse Now e Predator ad atmosfere lovecraftiane e carpenteriane, che scava nelle tradizioni e nel folklore vietnamita, una cultura a noi molto distante e sconosciuta.

Il tandem di artisti made in Italy, vede alla sceneggiatura Massimo Rosi, livornese classe 1987, scrittore con all’attivo diverse opere a fumetti come The Barbarian King, Dark Frontier, Gaijin Salamander (quest’ultimo definito dalla critica internazionale come il miglior debutto del 2019) e molte altre, tutti volumi editi dalla Leviathan Labs, coadiuvato in questa spaventosa avventura dal disegnatore Vito Coppola, napoletano classe 1991 che ha già collaborato con Rosi su Il fottuto uomo rana, con il primo volume uscito nel 2019 e con il volume due in arrivo nel corso di quest’anno.

WEB Vietnam Horror-7

Mistero, paranoia e terrore sono al centro della vicenda descritta e illustrata in Vietnam Horror e della tragica avventura che ha per protagonisti una truppa di militari USA.

Nella giungla del Vietnam, un plotone di soldati degli Stati Uniti, si ritrova bloccato e perseguitato da un sogno ricorrente e spaventoso, riguardante alcune ombre assassine e un’eclissi. Accampato a ridosso del letto di un fiume, da un lato, e ai piedi di una montagna, dall’altro, il gruppo viene raggiunto al campo base dai soldati Howard e Stevenson, con quest’ultimo gravemente ferito, unici superstiti di una spedizione finita male con la cattura (e la probabile uccisione) del resto della squadra dai Viet Cong. Il Maggiore Tundo decide di inviare una squadra di recupero con a capo lo stesso Howard e composta dai soldati Colton, Collins, Jonson e Levi per capire cosa è successo e che fine ha fatto il resto della squadra di Howard. Comincia, così, una doppia avventura; da un lato il terrificante viaggio della squadra di Howard e dall’altro l’implacabile e sconvolgente destino che attende il maggiore Tundo, il medico Ross, Stevenson & Co. Ne consegue un’escalation di eventi, per lo più paranormali, che porteranno al confronto finale tra gli Americani, visti come gli oppressori del popolo vietnamita, e l’entità sovrannaturale, protettrice di quelle terre che porta il nome di Dio della Montagna. Di più non sto a dire sulla trama per non rovinare la sorpresa a chi deciderà di leggere Vietnam Horror se non….evitate di affezionarvi troppo ai personaggi perché abbiamo un Rosi in versione George R.R. Martin. E poi si tratta di un horror…non può avere un lieto fine!

Insomma il duo Rosi e Coppola, che personalmente non conoscevo prima di avventurarmi nella lettura di questo volume, realizzano una grapich novel attenta e molto curata, sia dal punto di vista della sceneggiatura che artistico e il prodotto finale non potrà che soddisfare il lettore.

La storia è ben scritta nonostante parta un po’ confusa, buttando nel primo capitolo molta carne al fuoco e cercando di presentare i molti personaggi, ma dal secondo capitolo la storia ingrana, e con un terzo e quarto capitolo dal ritmo serrato e la tensione alta dove l’orrore e l’onirico la fanno da padrona, Vietnam Horror risulta una lettura godibile, e molto valida per chi ama il genere horror, con un villain (anche se dipende dai punti di vista) come il Dio della Montagna, ben caratterizzato, che gradualmente viene introdotto dall’autore e che piano piano si prende la scena risultando un essere veramente spaventoso e mostruoso.

Buono anche il lavoro di Vito Coppola alle matite, abile nelle immagini d’azione e paesaggistiche e nell’utilizzo delle ombre che rendono il tutto ancora più cupo ed enigmatico, ma che a mio parere non è stato perfetto nel rappresentare i volti e le espressioni dei protagonisti in modo da renderli riconoscibili. Soprattutto a livello espressivo alcune ‘facce’ ed emozioni (come la paura, lo stupore, il terrore) risultano quasi innaturali.

WEB Vietnam Horror-13

Vietnam Horror trasuda terrore, ma vuole essere anche una critica a una guerra dove non c’è stato alcun vincitore ma solamente vittime e morti. Il fumetto rappresenta la mostruosità, quella reale, macabra e brutale che ha contraddistinto quel periodo storico e le sue vittime, e che viene ribaltata in chiave fanta-horror. Il lettore viene coinvolto in tutto ciò che è la condizione, gli umori e gli stati d’animo dei soldati americani impegnati sul campo, attori protagonisti il più delle volte ma anche spettatori delle uccisioni dei propri compagni, degli avversari, nonché delle donne e dei bambini nei modi più cruenti e spietati che vanno al di là dell’umana comprensione.

In ogni caso, Vietnam Horror si rivela una bella scoperta e una buona lettura, con due autori giovani ma già affermati nel ramo del fumetto, che confezionano un’opera che sta cercando consensi non solo nel nostro paese, ma anche in campo internazionale in Spagna (sempre grazie a Leviathan Labs), in Francia con Edition Reflections, ma soprattutto negli USA grazie a Behemoth Comics e che risulterà un ottimo banco di prova per la storia realizzata dal duo Rosi e Coppola e che ha alla base un evento bellico molto importante e conosciuto dai lettori statunitensi.

Se siete amanti dell’horror date una possibilità a Vietnam Horror, e vedrete che non ve ne pentirete.

Vietnam Horror

Vietnam Horror

Autori: Massimo Rosi (storia); Vito Coppola (disegni)
Formato: 16×24; brossurato
Pagine: 124, in bianco e nero
Editore: Leviathan Labs
Prezzo: € 15,00
Voto:

Doc. G

Il mio nome e' Doc. G , torinese di 36 anni lettore compulsivo di fumetti di quasi ogni genere (manga, italiano, comics) ma che ha una passione irrefrenabile per Spider-Man! Chi è il miglior Spider-Man per me? Chiunque ne indossi il costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *