Rocketo – Viaggio nel Mare Nascosto

Arriva in Italia la nuova edizione targata Double Shot del fumetto di Frank Espinosa, pubblicato nel 2005 e candidato a tre Eisner Award. Un viaggio nell’epica e nella fantascienza realizzato fondendo fumetto e animazione, che merita di essere riscoperto, in attesa di un possibile futuro seguito.

recensione rocketo

Immaginate un mondo devastato da un essere alieno, che gli uomini hanno dovuto imparare ad abitare di nuovo, adattandosi al nuovo habitat naturale e ai mostri che sono spuntati dopo la devastazione. Immaginate che questo nuovo mondo vada esplorato palmo a palmo e che esista una gilda di viaggiatori, chiamata Cartografi, deputata a questo compito. Lo state facendo? Beh, per quanto siate bravi a lavorare di fantasia, non potrete mai raggiungere i livelli di Frank Espinosa, che con il suo Rocketo, Viaggio in un Mare Nascosto, edito nuovamente in Italia da Double Shot in un volume cartonato, contenente anche il numero zero ed alcune ulteriori tavole inedite – l’opera originale, candidata a tre Eisner Award, era uscita tra il 2005 e il 2006 per Speakeasy Comics e poi per Image Comics ed era stata tradotta nel Bel paese da Italy Comics – realizza un  lavoro davvero sorprendente nel panorama fumettistico, che fonde l’epica con l’avventura, in uno stile nuovo, originale e innovativo.

In un lontano futuro dopo la devastazione portata da un essere alieno che la razza umana non ha saputo contrastare, arriva il momento della ricostruzione sulla Terra, ma niente sarà più come prima: il campo magnetico del pianeta è andato perduto e i suoi continenti separati. Senza punti di riferimento, diventa vitale sapersi orientare in un ambiente ostile, infestato – come se non bastasse – da spaventosi mutanti. I Cartografi, dotati dalla scienza di una bussola animata sulla propria mano, sono gli esploratori designati del nuovo mondo, col sacro compito di capirne i nuovi confini per permettere ai sopravvissuti di ripopolarlo. Ma le cose non sono così semplici: altre razze oltre ai cartografi sono nate dalla nuova scienza, ciascuna con delle caratteristiche che permettono loro di sopravvivere nel nuovo ambiente e ognuna di loro vuole primeggiare sulle altre; riuscirà Rocketo Garrison -Cartografo un tempo ripudiato dalla sua stessa gilda perché figlio di un amore considerato impuro – con l’aiuto del suo equipaggio e del fido uomo cane Spiro, a esplorare il mare nascosto, dando una possibilità di sopravvivenza a ciò che resta dell’umanità?

Frank Espinosa, autore di tutta l’opera (storia, disegni, colori e lettering) non proviene dal mondo del fumetto: la sua carriera è iniziata nel campo dell’ animazione, avendo lavorato per la Walt Disney Animation ed essendo passato molto presto al ruolo di Art Director presso la Warner Bros, dove ha creato i Baby Looney Tunes, ridefinito il design dei Looney Tunes e ideato i francobolli a loro dedicati. Ma il richiamo del fumetto si fa sempre più forte e nei primi anni del 2000, quando comincia a concepire e a dare vita al progetto di Rocketo, diventa Visiting Professor al MIT e, soprattutto, realizza una serie di fumetti per la Princeton University e il graphic novel Salvatore Ferragamo Nascita di un sogno, per celebrare la vita dell’imprenditore italiano, progetto che gli ha garantito molta visibilità, poiché molte tavole sono state esposte nelle vetrine dei negozi del brand in tutto il mondo. La definitiva consacrazione nell’industria del fumetto arriva con la nomina a direttore artistico della Scuola Internazionale di Comics di Firenze e con l’uscita di Rocketo.

La contaminazione con il mondo dell’animazione in quest’opera si vede eccome: l’utilizzo di più tavole affiancate dona all’opera un effetto panoramico, che rimanda allo storyboard dell’animazione e lo fonde con originalità alla tecnica narrativa utilizzata nelle strisce a fumetti. Anche il tratto di Espinosa- il vero punto di forza della serie- è un ibrido tra le soluzioni espressive dei due medium, con linee sfumate nelle scene d’azione, in grado di suggerire al meglio la nitidezza dei gesti e la loro localizzazioni, che diventano improvvisamente sagome rigide quando ci si sofferma sulle emozioni dei personaggi, in un gusto che richiama sia l’espressività del fumetto europeo, sia il dinamismo di quello americano.

L’altra caratteristica di rilievo, che si fonde con naturalezza con le linee di disegno innovative, è la colorazione minimale, basata sull’utilizzo di due o tre tinte di colori per sequenza, che ha il merito di sottolineare la giusta espressività in ogni momento, oltre che di circoscrivere, a volte, figure e ambienti, conferendo all’opera la sua caratteristica atmosfera surreale.
I paragoni col passato si sprecano: da Alex Raymond  fino a Jack Kirby, le radici solide da cui parte il lavoro di Espinosa sono evidenti, così come il suo intento di creare a partire da esse qualcosa di nuovo: un’opera che abbia un dinamismo che travalica quello del fumetto e lo avvicina a quello del cartone animato, arrivando a sacrificare talvolta la componente emotiva del primo in questo esperimento, a causa per esempio delle mancanza di scene d’impatto, che scompaiono in modo quasi naturale, per fare spazio al flusso delle immagini. Ma, a parte questo, se anche un mostro sacro come Alex Ross si spende in un sentito endorsement per il lavoro del suo collega nella bella prefazione del volume, si può stare certi della qualità della resa finale.


Quanto alla storia, di cui Espinosa è ideatore e sceneggiatore, avvalendosi del supporto di Marie Taylor ai testi, si tratta di un lungo racconto effettuato dalla voce narrante del protagonista, che ci descrive uno scenario di fantascienza particolarmente ricco di sfumature, nato dalle influenze di un vasto bacino di storie di genere del passato. Possiamo goderci un’ampia serie di gesta epiche che attingono a piene mani a vari topos letterari-la creazione di un nuovo mondo, la sua esplorazione, la sete infinita di conoscenza dell’uomo, la vita avventurosa di un eroe romantico dalla storia tormentata – per lasciare un messaggio universale e quanto mai attuale: la ricerca della conoscenza come mezzo per rispettare il pianeta e i suoi abitanti ed evitare una nuova apocalisse.


Rocketo, in questa nuova edizione, è un’opera da riscoprire, per regalarsi momenti di pura evasione, e assistere ad uno dei più riusciti esperimenti di commistione tra fumetto e animazione. E poi, un buon successo di questa nuova uscita, potrebbe dare una forte spinta a Viaggio nel Mondo Nuovo, secondo volume ancora in fase di lavorazione dedicato al personaggio. A giudicare dalle tavole allegate a Viaggio in un Mare Nascosto come preview della possibile nuova uscita, ne vedremo sicuramente delle belle.

 

Per acquistare il volume con lo sconto cliccate qui

 

Rocketo - Viaggio nel Mare Nascosto

Rocketo - Viaggio nel Mare Nascosto

Autore: Frank Espinosa
Formato: 24x16; Cartonato
Pagine: 256 a colori
Volumi: 1 di 2
Editore: Associazione Culturale Double Shot
Prezzo: € 29,00
Voto:

Avatar

Mario Aragrande

Nato con un fumetto in mano, sono cresciuto a pane e supereroi. Mentre aspettavo che il ragno radioattivo mi mordesse, ho sviluppato un'ossessione per musica, cinema e serie TV, che tento di tenere a freno, tra le altre cose, con la mia penna. Perché da una grande passione derivano - spero - grandi recensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *