Non-Stop Spider-Man – Il (letale) gioco del Cervellone

Joe Kelly e Chris Bachalo tornano alla corte dell’Uomo Ragno per una storia fresca, appassionante e graficamente appagante: allacciate le cinture, perché con Non-Stop Spider-Man non avremo il tempo di fermarci neanche per un minuto!

recensione non stop spider-manPossono esserci tutte le declinazioni possibili di un personaggio come Spider-Man: film dai budget sempre più grandi, cartoni animati dalle tecniche sempre più avveniristiche e sbalorditive, videogiochi sempre più perfetti, action figures sempre più dettagliate… ma quello che il nostro eroe vive nelle pagine dei fumetti, beh, è qualcosa di veramente unico.
Joe Kelly, autore esperto e abile nel costruire avventure senza limiti, lo sa bene: nei fumetti puoi costruire un kolossal imponente, fare movimenti di camera che nella realtà sono impensabili, rompere la parete del suono semplicemente usando la parola giusta nel momento giusto, lasciare senza fiato il pubblico con una vignetta. Kelly, creatore di quel capolavoro che è I Kill Giants, sa bene come creare una storia ricca d’azione senza dimenticare il lato emozionale.
Se poi al tavolo da disegno c’è un Artista come Chris Bachalo, che ha fatto della dinamicità e della frenesia il suo tratto distintivo, capirete bene che siamo di fronte a una di quele avventure dell’Uomo Ragno che sicuramente ci lascerà soddisfatti. Non è certo la storia che ci cambierà la vita, ma una di quelle che rileggeremo sempre con piacere, soprattutto quando avremo voglia di una sana dose di adrenalina.

Perché nel titolo c’è già la chiave di lettura per questo fumetto, Non-Stop Spider-Man: non puoi fermarti mai, Peter. Nemmeno le pagine di questa miniserie, che Panini Comics ha raccolto in un bel volume cartonato, possono fermare gli eventi che travolgeranno Spidey, che in molti casi rompe la canonica “gabbia” in cui sono fissate le vignette per saltare nella pagina successiva, in una lettura che procede a tutta velocità senza darti un secondo di respiro. Perché come vedremo, quel secondo potrebbe essere fatale.

non-stop spider-manMa vediamo nel concreto di cosa parla questa storia, ambientata cronologicamente qualche tempo prima del Fresh Start di Spider-Man, l’ultimo rilancio (in ordine di tempo), del nostro amichevole Uomo Ragno di quartiere ad opera dello scrittore Nick Spencer. Questo lo segnalo giusto per dare alcune coordinate a chi, come me, è fissato con la continuity, ma, credetemi, è davvero un elemento di poco conto. La storia è assolutamente godibile a sé stante, senza collocarla necessariamente in modo preciso in un qualche momento della vita di Peter e può essere letta senza grandi ricerche o nozioni pregresse. Tutto quello che vi serve sapere, per godere appieno di questa storia, è nella storia stessa, dunque da questo punto di vista chi non segue le serie regolari di Spidey può stare tranquillo.

C’è una nuova, misteriosa droga in città: inspiegabilmente ne fanno uso solo i migliori studenti dell’università di New York, che fatalmente perdono la vita dopo averla presa. I casi si moltiplicano e Peter Parker non può restare indifferente di fronte a tutto questo, dunque inizia un’indagine che lo porterà faccia a faccia con l’Hydra e con una vecchia conoscenza degli Avengers. Un nemico potente, che ha tutta l’intenzione di riportere l’organizzazione terroristica più famosa del Marvel Universe in una posizione di supremazia. Ma non sarà così facile.
Perché mentre Spider-Man cerca di trovare il bandolo della matassa, ci saranno delle intense lotte di potere proprio all’interno dell’Hydra stessa… e questo non aiuterà il nostro eroe a risolvere la situazione in modo rapido, tutt’altro.

Si correrà, certo. Ma spesso a vuoto… e nel frattempo, altre ragazze e altri ragazzi finiranno con il perdere la vita. Una situazione insostenibile.
E dunque bisognerà correre ancora, lanciarsi nel vuoto, fare a botte con una… banda di cyber criminali? Tutto sembra portare in direzioni sbagliate, ma bisogna impedire che questa droga si espanda ancora. Per farlo, forse servirà un sacrificio, però.

WulfBachalo, un virtuoso del disegno, mette in campo tutta la sua folle arte per regalarci momenti davvero adrenalinici, in cui spesso ci sembrerà di saltare insieme a Spidey (che nel frattempo, però, prenderà anche un discreto quantitativo di botte) e provando anche a far evolvere il famoso “Senso di Ragno”, che qui verrà per la prima volta rappresentato graficamente come una sorta di “voce interiore”… che per la prima volta riusciremo a “sentire” anche noi. Kelly, insieme al disegnatore, riesce finalmente a farci capire cosa vuol dire avere questa sorta di sesto senso, in una maniera che finora non era mai stata provata da nessun altro autore. Qualcuno sicuramente potrà anche storcere il naso di fronte a questa “evoluzione”, ma personalmente l’ho apprezzata parecchio.

Ci troviamo di fronte a una storia scritta bene e disegnata con un entusiasmo palpabile, che ha subito alcuni cambiamenti in corso d’opera e che hanno portato questa serie a non essere affatto auto-conclusiva… ma ad aprire le porte a un sequel che a questo punto non vedo davvero l’ora di leggere. Ebbene sì, questo posso dirvelo, perché non credo sia uno spoiler: le vicende non si concludono con questo volume. La storia va avanti, prosegue, probabilmente ci troviamo solo di fronte a quella che potremmo definire come una “prima stagione”.

Tranquilli, non ci troviamo di fronte a un’opera lunghissima, con tutta probabilità il prossimo volume (che al momento non sappiamo quando uscirà in Italia, ma sicuramente entro il 2022) sarà quello conclusivo. C’è da dire che la lavorazione di questa miniserie è stata piuttosto travagliata: tra ritardi dovuti alla pandemia e problemi personali degli autori, la parte finale di Non-Stop Spider-Man ha subito qualche scossone – e questo possiamo notarlo anche dal fatto che l’ultimo capito non è stato disegnato da Bachalo, ma dall’ottimo Gerardo Sandoval. Nonostante tutto, però, l’impalcatura costruita da Kelly ha retto alla grande, credetemi.

non-stop-spider-man-preview-1-1255301

Combatteremo ancora al fiancor di Peter e saremo orgogliosi di farlo, come sempre, del resto. Solo che stavolta potremmo anche lanciarci da un palazzo per seguirlo… non soffrirete mica di vertigini, vero?

 

 

Non-Stop Spider-Man: Il Gioco del Cervellone

Non-Stop Spider-Man: Il Gioco del Cervellone

Autori: Joe Kelly, Chris Bachalo
Formato: 17x26; cartonato
Pagine: 120, a colori
Prezzo: € 16,00
Editore: Panini Comics
Voto:

Mr. Kent

Facebook MeganerdInstagram MeganerdTwitter Meganerd
Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.