Imperatore del Giappone – Benvenuti nell’era Shōwa

Imperatore del Giappone è la proposta de L’Ippocampo che fa così il suo ingresso nel mondo dei manga. Queste sono le nostre impressioni.

recensione l'imperatore del giappone

 

L’Imperatore Hirohito è stata una delle figure più importanti e determinanti del Novecento. A trent’anni dalla sua morte, Issei Eifuku e Junichi Nojyo hanno dato vita all’adattamento grafico dell’opera scritta originariamente dal compianto Kazutoshi Hando, scrittore e profondo studioso della storia moderna giapponese.

La casa editrice L’ippocampo esordisce così nel mondo dei manga, portando in Italia i primi due volumi di Shōwa Tennō Monogatari – Imperatore del Giappone, un’opera ambiziosa che in Giappone è ancora in corso di pubblicazione, e da poco è stato rilasciato sul mercato il sesto volume.

La storia dell’Imperatore Hirohito è un soggetto meraviglioso e intrigante da approfondire che gli splendidi e accurati disegni di Junichi Nojyo rendono imperdibile per ogni appassionato del manga d’autore. Sin dalle primissime pagine il lettore si ritrova immerso nelle atmosfere di un Paese affascinante, il Giappone, impegnato nella fondamentale transizione dall’epoca Meiji, poi Taishō e infine Shōwa senza alcuna difficoltà di orientamento.

Imperatore del Giappone – Benvenuti nell’era Shōwa

Issei Eifuku adatta con rara abilità narrativa perfettamente fruibile la storia dell’infante Hirohito, gli snodi fondamentali della sua educazione, la crescita intellettiva e culturale di colui che si prepara a regnare su un Impero consegnando alla storia di quest’ultimo il trono più longevo della storia del Giappone, ben 62 anni.

Quella dell’Imperatore Hirohito è una figura molto discussa visto il ruolo che giocherà nella Seconda Guerra Mondiale e non solo in Giappone, ma su tutta lo scacchiere internazionale.

Imperatore del Giappone è un’opera basata su fatti storici, in parte rielaborati ai fini della narrazione. Si apre il sipario con il 37° anno dell’Era Meiji (1904) nella casa imperiale.

L’educatrice Taka Adachi viene scelta per diventare l’istitutrice dei principi ereditari, tra cui il Principe Michi Hirohito di soli quattro anni, nipoti dell’Imperatore Mutsuhito. Taka fu una presenza fondamentale per la crescita e l’istruzione del principe ereditario Hirohito che a lei si affezionò moltissimo, e la volle sempre accanto nei momenti fondamentali della sua vita. Il 45° anno dell’era Meiji, primo dell’era Taishō, l’Imperatore Mutsuhito morì lasciando la guida dell’Impero a Yoshihito.

Il racconto ci conduce alla scoperta della rigida educazione nella casa imperiale, alla conoscenza di ancorate tradizioni secolari fuse con la religione e la filosofia, e soprattutto a una marcata impostazione militaristica della vita dei regnanti uomini. Un codice di condotta sacro e insuperabile che sin dalla tenera età si imponeva nella crescita e nella scelta certosina di tutti gli uomini a fianco dei principi e soprattutto del futuro imperatore. Assiteremo inoltre all’incontro tra Hirohito e la principessa Nagako Kuni.

Il principe Michi Hirohito è incline alla logica, acuto osservatore del mondo e studente curioso. Accetta la sua prigione dorata consapevole della gravosa responsabilità che incombe sulla sua figura. È il destino, e il principe vive il suo ruolo con profonda osservanza e dedizione. Non è facile convivere con un fardello del genere, ma ci sono persone consegnate al mondo che non hanno scelta e non potranno essere ciò che vorranno.

Imperatore del Giappone – Benvenuti nell’era Shōwa

Io sono lo Stato, ecco il mantra del Principe ereditario. Custodire la prosperità del trono imperiale, coetaneo del cielo e della terra. E dunque combattere per lo Stato e proteggere le sorti della Nazione e del trono imperiale, eterni come il cielo e la terra. Questa è una delle massime contenute nei Rescritti Imperiali, uno dei pilastri del sistema educativo giapponese.

Issei Eifuku e Junichi Nojyo hanno un’intesa artistica perfetta che regala una piacevole e interessante lettura anche a noi amatori occidentali che, nostro malgrado, abbiamo una conoscenza sempre superficiale della storia giapponese.

Ippocampo Edizioni fa una scelta coraggiosa proponendo un titolo di spessore, e a nostro parere è un ingresso perfetto nel mondo dei manga, un battesimo che speriamo apra la strada a belle pubblicazioni al pari di questa.

Ottima la cura e l’attenzione per i volumi che presentano un’esemplare rilegatura, carta bianca, sovraccoperta e anche pagine a colori; infine il prezzo che è decisamente contenuto. Insomma, non potevamo chiedere di meglio. I volumi 3 e 4 saranno disponibli dal prossimo autunno.

Imperatore del Giappone è un’opera che ci sentiamo caldamente di consigliare a tutti gli amanti del buon manga d’autore, agli appassionati di storia e di biografie per approfondire una delle figure determinanti del Novecento.

 

Imperatore del Giappone - La storia dell'Imperatore Hirohito

Imperatore del Giappone - La storia dell'Imperatore Hirohito

Autori: Junichi Nojyo (disegni), Issei Eifuku (sceneggiatura) Kazutoshi Hando (opera originale), Hidetaka Shiba (supervisione)
Traduzione: Asuka Ozumi
Caratteristiche tecniche: 31.8 x 1.7 x 24.2, 192 pp, b/n e col., sovraccoperta
Volumi: 2 - in corso
Prezzo: € 8,00
Editore: L'Ippocampo
Voto:

Sig.ra Moroboshi

Instagram Meganerd
Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.