Decorum vol. 2 – Di nuovi equilibri e futuri da scrivere

Il secondo volume di “Decorum” ci riporta nell’Universo costruito da Jonathan Hickman e Mike Huddleston per scoprire il destino di Neha, Imogen, la Sorellanza e l’Uovo. Il futuro è ancora tutto da scrivere.

recensione decorum vol 2

Nessun settore galattico sarà mai sufficientemente vasto da impedire che alcune storie possano proseguire insieme. Dopo aver settato un nuovo cosmo, futuristico ed ammaliante, misterioso e spietato, Jonathan Hickman intreccia le due macro-trame presentate nel primo volume di Decorum per condurci verso la conclusione della sua opera sci-fi.

Da una parte, Neha è entrata nella Sorellanza: si addestra per diventare la prossima Imogen e per poter pagare i propri debiti. La formazione consiste in un percorso triennale, che allunga i tempi della storia e fa maturare l’indiscussa protagonista, duro ed impegnativo. Il carattere si fortifica, le abilità si affinano, il decoro si apprende.

Dall’altra, la Chiesa della Singolarità prosegue la propria caccia all’Uovo disperso nell’Universo. Qualcosa scricchiola nel sistema teocratico di Ro Chi. La fallibilità delle macchine è evidente di fronte all’imprevedibilità degli eventi e il potenziale nuovo Messia deve essere trovato: da egli dipenderà il futuro. Sarà ancora «di elegante violenza»?

Decorum volume 2_interni_LOW-65

Nel secondo volume di Decorum, queste trame si intrecciano inevitabilmente: la ricerca ossessiva dell’Uovo richiede un nuovo approccio, spietato, efficace. Chi meglio della Sorellanza, la migliore setta di assassine su commissione, può adempiere a questo compito? Ro Chi, allora, raggiunge l’accademia e promette, in cambio dell’Uovo, un intero pianeta – o parte di esso, proporzionalmente allo stato dell’obiettivo – di diamanti. Troppo ghiotta l’occasione, troppo importante la ricompensa.

Tutte, ma proprio tutte, le affiliate della Sorellanza si disperdono nell’Universo alla ricerca dell’Uovo, involucro del nuovo Messia. È così, quindi, che la seconda parte della saga sci-fi di Hickman ed Huddleston si fa meno contemplativa rispetto alla prima e più action, dinamica, vibrante.

Decorum volume 2_interni_LOW-69

Neha assurge al ruolo della classica eroina, scegliendo ciò che è giusto e rinunciando a ciò che avrebbe dovuto fare. La possibilità di un futuro migliore, che sovverta le gerarchie teocratiche della Chiesa, che ponga fine ai ricatti dei ricchi, dipende dalla scelta della ragazza: salvare l’Uovo, ciò che è in esso contenuto, o consegnarlo a Ro Chi in cambio di diamanti? È l’ago della bilancia tra ricchezza assicurata e libertà, tra agiatezza e un domani, se non migliore, almeno diverso.

Nei capitoli finali, Decorum presenta una trama più dinamica: dopo aver presentato lo status dell’Universo nel primo volume, Jonathan Hickman raddoppia la velocità, mettendo le Sorelle l’una sulle tracce dell’altra. E tutte loro, nella ricerca dell’Uovo commissionata dalla Chiesa, si cercano, si cacciano, si affrontano e riuniscono le forze per affrontare l’ultimo baluardo di quello status ormai vetusto. I classici tòpoi fantascientifici trovano nuova rappresentazione in Decorum: gli esseri umani contro le macchine, l’imprevedibilità dell’uomo in contrasto con i codici programmatori delle intelligenze artificiali. In un’ambientazione cyberpunk belligerante, Decorum segna la deflagrazione di un Universo alla ricerca di un nuovo equilibrio, alla fine di un’evoluzione retta da migliaia di anni di programmazione supponente e artificiosa.

Con l’altrettanto classico rapporto mentore/allieva, Imogen e Neha sono le portatrici di una nuova luce, simboli di forza capaci di ribellarsi a compiti prestabiliti per inseguire ciò che è giusto. Con eleganza, educazione, stile ed un pizzico di ironia tagliente e nervosa. E più di ogni altra cosa, con decoro.

Decorum volume 2_interni_LOW-115

Ancora una volta, ci si perde nelle tavole di Mike Huddleston: ampi panorami e sequenze dinamiche, stili diversi accompagnano i toni, i personaggi, le ambientazione dell’Universo narrato e narrativo creato con Hickman. Le infografiche di Sasha e Head non sono solo fondamentali per comprendere la Storia, il rapporto e l’importanza dell’Uovo per la Chiesa ma per essere partecipi del piano di ribellione messo in atto dai protagonisti.

Nel complesso, Decorum è una lettura squisitamente sci-fi, adatta e consigliata a tutti gli amanti del genere, con una protagonista non perfetta ma in cerca di costante riscatto: Neha è strafottente, un po’ idealista, che nasconde un gran cuore dietro le smorfie e le parolacce, affonda i propri pensieri in un ramen che fa schifo… ma ha anche dei difetti e le si vuole bene.

Avete bisogno di un’avventura intergalattica, dai confini non definiti? Cercate la storia di rivalsa e rivincita, di scontri apparentemente impossibili? Decorum, in Italia grazie a due volumi incredibili editi da saldaPress, è la storia che fa per voi. Il futuro ci attende ed è, ancora, tutto da scrivere!

 

Best Quote:

«Cosa vale la pena di fare che non valga la pena di fare bene?»

 

Decorum vol. 2

Decorum vol. 2

Autori: Jonathan Hickman e Mike Huddleston
Formato: Cartonato; 192 pagine a colori
Editore: saldaPress
Prezzo: € 19,90
Voto:

Pier

Instagram Meganerd
Appassionato di scienza e supereroi, leggo fumetti da quando avevo 5 anni. Divoro serie tv... ma non ingrasso

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.