Moschino – La nuova collezione fa infuriare i fan di Lady Oscar

Il marchio Moschino ha da poco lanciato la collezione Anime Antoinette. Andava tutto bene fino a quando i fan della Maestra Riyoko Ikeda non hanno gridato al plagio. Ecco cosa sta accadendo.

Anime Antoinette

La casa di moda fondata da Franco Moschino negli ultimi giorni ha fatto parlare di sé in canali per lei non consuetudinari. Tutto è partito quando Moschino ha lanciato la linea Anime Antoinette per la collezione FW20. Come lascia intuire il titolo della collezione, quest’ultima si ispira al mondo di Maria Antonietta in versione “anime”.

Chissà se Moschino pensa di essere originale con questa trovata. Per la scrivente, e per tutti coloro che amano follemente la Maestra Riyoko Ikeda, vedere Maria Antonietta in queste vesti non è certo una novità. Soprattutto, se parliamo di Maria Antonietta, parliamo di Versailles no Bara/Lady Oscar ed è come toccare un oggetto prezioso custodito in un museo.

Mentre Moschino sceglie di non commentare nulla al riguardo, i fan della Maestra Ikeda stanno gridando (diciamo noi giustamente) al plagio della sua opera in Occidente più famosa.

Il sito d’informazione Anime News Network ha contattato la Ikeda Riyoko Production per avere un suo commento sulla vicenda. Forse, la nostra soddisfazione arriva direttamente dalla loro risposta. Certo, Moschino non l’aveva mai contattata, e loro per la prima volta hanno sentito parlare della collezione Anime Antoinette dai commenti pubblicati sulla loro BBS.

Ed ora arriva il bello. Ikeda Riyoko Production ha descritto la somiglianza con l’immaginifica arte della Maestra “rozza” e che dà una chiara impressione che stia imitando il manga Versailles no Bara. Ed ancora:

Non si può fare a meno di notare che i disegni assomiglino al personaggio di Antonietta in Rosa di Versailles perché Antonietta era una persona reale nella storia, ma i disegni dei vestiti e la composizione dell’immagine, così come la presenza di un personaggio che sembra essere Oscar, dà la chiara impressione che stia imitando il manga“….omissis…“Indipendentemente da ciò, noi [Ikeda Riyoko Production] pensavamo che il loro modo di fare riferimento ai disegni fosse così rozzo che non solo il creatore ma i fan del manga sarebbero rimasti scioccati“.

Crediamo fermamente che alla base di questa mossa commerciale ci sia una grande mancanza di rispetto, non solo verso una grande Autrice, ma nei confronti di un mondo, quello del fumetto, ancora bistrattato e giudicato non importante, tanto da potersi permettere azioni di questo tipo. Se si tratti di plagio, riuscito male, oppure no non spetta certo a noi dirlo. Non abbiamo mai parlato del mondo della moda e non inizieremo certo ora, ma di fumetto ne parliamo eccome. E quando maltrattano le nostri fonti di ispirazione, certo non rimaniamo fermi a guardare.

Fonte: Animenewsnetwork


Avatar

Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *