Mark Salling, star di «Glee», è stato trovato morto


L’attore Mark Salling, conosciuto per aver interpretato il ruolo di Noah Puckerman, nella serie TV Glee, è stato trovato morto il 30 gennaio

Purtroppo, alcune volte siamo costretti a darvi anche delle notizie veramente brutte. Come avete letto dal nostro titolo, l’attore Mark Salling, ex star della serie TV Glee è stato trovato morto. La notizia è stata purtroppo confermata dal suo legale, che ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Posso confermare che Mark Salling è deceduto questa mattina presto. Mark era una persona gentile ed amorevole, dalla grande creatività, che stava facendo del suo meglio per espiare alcuni errori di giudizio molto seri.
La famiglia Salling apprezza il sostegno che sta ricevendo in queste ore e chiede che la privacy venga rispettata.

 

Gli “errori di giudizio molto seri” a cui si riferisce l’avvocato di Mark Salling riguardano il possesso di materiale pedopornografico, per cui l’attore ha dovuto affrontare un lungo ed estenuante processo. Appena un mese fa, si era dichiarato colpevole, di conseguenza avrebbe dovuto risarcire di 50 mila dollari ogni vittima riconosciuta nei video e nelle immagini. Parallelamente sarebbe dovuto rimanere in carcere dai 4 ai 7 anni, registrandosi successivamente nelle liste dei colpevoli di reati sessuali. L’udienza era stata fissata per il prossimo 7 marzo.

Secondo quanto riporta il sito TMZ, il primo a lanciare la notizia, l’attore sarebbe stato trovato vicino al corso del fiume nel Sunland, zona in cui viveva. Alcune fonti avrebbero rivelato che Mark Salling avresse deciso d’impiccarsi, ma al momento non si hanno notizie certe in merito.


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *