Lucca Changes – Presentati i 115 Campfire dell’evento

Lucca Changes, edizione all’insegna del cambiamento, è alle porte. Scopriamo quali saranno i Campfire dell’evento, presenti in tutta Italia.

Lucca Changes - photo credit: web

Mancano ormai pochi giorni all’inizio della prossima edizione del tradizionale festival di Lucca. Lucca Changes, che sarà un’edizione all’insegna del cambiamento, prenderà il via il prossimo 29 ottobre.

Oggi, tramite un comunicato stampa, Lucca Changes ha presentato la lista definitiva dei 115 Campfire dell’evento. Si tratta di negozi specializzati, sparsi su tutto il territorio nazionale, che diventeranno dei veri e propri avamposti della manifestazione consentendo a tutti gli appassionati di partecipare all’evento, in totale sicurezza.

Qui il testo del comunicato:

Durante tutta la durata del festival, i 115 Campfire saranno aperti a tutti e svolgeranno regolare attività. Ma non finisce qui, per stimolare una partecipazione ancora più immersiva nel mondo dei Campfire, sarà possibile acquistare il Campfire Pass, dal costo di 8 euro, un vero e proprio programma di “membership” grazie al quale sarà possibile accedere ad alcuni contenuti riservati. Di questi 8 euro, 2 euro saranno versati al negozio indicato in fase di registrazione in forma di crowdfunding. Con l’acquisto del Campfire Pass si otterrà accesso a una webapp grazie alla quale l’utente riceverà un coupon digitale per il ritiro della Bag of Lucca, una scatola contenente diversi gadget esclusivi: dai due mazzi del gioco di carte KeyForge ad uno speciale quaderno dei giochi con tre giochi creati appositamente dai game designer Pierluca Zizzi e Marta Tuveri, Stefano Castelli e Alan D’Amico e il team di Acchiappasogni per Lucca Changes.

I 115 avamposti che accoglieranno gli appassionati nel 2020 sono solo il primo tassello che porterà alla creazione, negli anni, di un festival diffuso. Il progetto Campfire, infatti, già allo studio dal 2017, ha posto da subito l’accento sulla riflessione specifica a proposito del ruolo dei negozi all’interno della filiera. Negli anni, infatti, si è venuta a creare un’ecologia felice che ha congiunto il festival Lucca Comics & Games a editori, pubblico e territorio. Con questo progetto, i negozianti trovano un punto di appoggio per inserirsi a loro volta come attori protagonisti di questo ecosistema.

Il 2020, quindi, vedrà l’avvio di una prima fase di sperimentazione del progetto Campfire, accolto con grande entusiasmo dai negozianti e che, nei prossimi anni, punta a includere direttamente anche soggetti territoriali diversi, dalle associazioni ai musei, coinvolti quest’anno con modalità differenti.

Per l’occasione, Lucca Changes ha chiesto all’illustratore romano Andrea Piparo di realizzare una mappa, in pieno stile fantasy, che svela la collocazione dei vari Campfire.

Mappa dei Campfire - photo credit: Lucca Changes

Inoltre, all’interno dei 115 negozi aderenti all’iniziativa, Funko distribuirà due Funko Pop in una speciale edizione limitata: Iron-Man e Zombie Wolverine. 


Avatar

Chissia di Themyscira

Nata a Themyscira, smistata in Grifondoro, finita nel Sottosopra. Vivo la mia vita un tetramino alla volta, tra libri di storia e pagine che sanno di lillà e uvaspina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *