Le vere origini di Halloween

A dispetto del credo comune, Halloween è una festa che non ha nulla a che vedere col diavolo. In questo articolo, vi spieghiamo le sue vere origini

speciale halloween

Halloween è il nome comune che viene dato a Samhain, la festa di origini celtiche conosciuta in tutto il mondo come la Festa dei Morti.
A causa dell’avvento del Cristianesimo e il suo odio verso tutte le religioni e filosofie pagane, anche questa ricorrenza è stata associata al diavolo. I cristiani pensano sia una festa che osanna il demonio, ma è davvero così?

Partiamo dal presupposto che l’idea del diavolo è nata col cristianesimo e che nessuna festa pagana c’entra con esso. Nella fattispecie, Samhain è una festa di origini celtiche che cade il 31 Ottobre e celebra principalmente il passaggio da una stagione a un altra. I celti erano un popolo dedito alla natura e all’agricoltura e vivevano in estrema armonia con essa. La loro vita era scandita dal passare delle stagioni e della coltivazione della terra, perciò il loro calendario seguiva esattamente il ciclo stagionale. Ad ogni passaggio da una stagione a un altra si compiva un festeggiamento.

Durante Samhain, con l’arrivo del freddo e dell’impossibilità di dedicarsi all’agricoltura, si segna la chiusura dell’anno passato. Si raccolgono gli ultimi frutti e inizia un periodo di riposo in cui si attende l’arrivo della primavera. I campi si addormentano, gli animali vanno in letargo e anche noi dovremmo rallentare il ritmo frenetico della nostra vita. Si celebra ciò che è sepolto per terra. E come i semi sepolti attendono la nuova vita all’arrivo della bella stagione, così si onorano coloro che nella terra sono tornati, i defunti.

Questo è il periodo dell’anno in cui il velo tra la vita e la morte è più sottile. I defunti tornano nel mondo dei vivi per una sola notte. I più sensibili, le streghe e coloro che sono dediti all’arte magica, possono sentire la presenza delle persone che ci hanno lasciato e a volte entrare in contatto con esse. Questo squarcio del velo permette di creare degli incantesimi molto forti e per i più esperti, avere consigli dai propri avi (ma senza disturbarli!). Possiamo chiedere il loro aiuto e prestare attenzione ai messaggi che ci manderanno come sogni e presagi.
Essendo un momento di passaggio in cui passato, presente e futuro s’incontrano, possiamo approfittarne per dedicarci alla divinazione e fermarci a riflettere sul decorso della nostra vita.

Ci tengo a precisare però, che l’arte divinatoria è un’arte per pochi, i quali sanno che ciò che vi verrà detto, non è una risposta precisa alla vostra domanda, ma un modo per farvi capire quale direzione prendere. Un’aiuto dalla natura. La risposta alle domande poste durante la divinazione può cambiare nel corso del tempo.

Tornando a Samhain, è solito lasciare una candela accesa sulla porta e il fuoco accesso tutta la notte per guidare le anime dei defunti che verranno a trovarci, insieme a del pane e della frutta di stagione per ringraziarli e rifocillarli.
Ogni paese legato alle tradizioni antiche ha il suo modo di festeggiare i defunti. Chi in modo più austero come in Italia, dove la stregheria italiana si limita a lasciare offerte sugli altari e compiere incanti e richieste agli avi. Chi come in Messico (tutti conosciamo la festa dei Dias de los Muertos) in cui si festeggia dal 28 Ottobre al 2 Novembre; dove oltre a lasciare un ricco banchetto in onore dei defunti, ci si veste di colori sgargianti, si balla e canta e si assumono, in modo caricaturale, le vesti della Morte, per renderle onore e anche esorcizzarla.

Samhain è quindi si, una festa religiosa, ma assolutamente benefica. I druidi celebravano la festa utilizzando incanti e creando pozioni a favore della comunità.
I balli intorno al fuoco sono caratteristici della festa. La comunità danzava in cerchio con le mani unite, ciò simboleggia l’ineluttabilità della vita rispetto alla morte. Nasciamo, cresciamo e moriamo, non c’è altra via.

Non abbiamo quindi nulla di cui aver timore. I cristiani hanno tendenzialmente sempre cercato, come accennato, di trasformare in negativo tutte quelle religioni e filosofie legate alla natura. Per poi rubarne le idee e gli incantesimi e utilizzarli durante le messe, le benedizioni, gli esorcismi ecc…
Purtroppo ancora oggi, ci sono troppe persone che a causa di questa disinformazione e odio, tendono a spargere malie su questo genere di feste, facendo tonare la caccia alle streghe.
Non a caso, in America durante la notte di Halloween vengono uccisi diversi gatti neri, poiché convinti che siano streghe che si trasformano per andare ai loro incontri segreti col demonio, il cosidetto Sabbat.

Sono lieta quindi, di aver portato un po’ di chiarezza.

Vi è piaciuto il nostro speciale?
Fatecelo sapere nei commenti!

 


Nissareading

Divoratrice di libri, fumetti e manga, affronta la vita un passo di libro alla volta, trovando ispirazione dai Samurai e da Batman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *