Le origini dei Gremlins – La biologia dei Mogwai


Se vi siete sempre chiesti da dove proviene l’animaletto più puccioso degli anni ’80, questo è il posto giusto per trovare le risposte. Esploreremo le origini dei Gremlins, partendo dalla biologia dei Mogwai

speciale gremlins

Gremlins, il film statunitense del 1984 diretto da Joe Dante è un grande classico del cinema anni ’80 e divide il pubblico in due grandi categorie: chi ogni volta che vede il film canticchia la canzoncina di Gizmo e chi mente.

Gremlins è stato molto apprezzato sia dalla critica che dal pubblico, ottenendo un enorme successo e diventando in brevissimo tempo una formidabile macchina da merchandising (chi scrive ha ancora la macchina rosa con a bordo Gizmo) grazie soprattutto all’adorabile protagonista della storia ed al perfetto mix tra generi horror, commedia e fantasy.

macchina gizmo

La storia ormai la conoscete bene, il padre di Billy cerca un regalo particolare da fargli per Natale e incappa nel negozio di chincaglieria di Mr. Wing, dove in qualche modo riesce a farsi vendere questo adorabile cuccioletto di Mogwai, Gizmo.


Le regole da rispettare per evitare grossi problemi sono tre:

  • Non esporlo alla luce diretta, potrebbe anche morire sotto i raggi del sole
  • Mai dargli da bere né bagnarlo
  • Non dargli da mangiare dopo la mezzanotte

Durante il corso del film queste regole vengono inevitabilmente infrante, portando Gizmo a riprodursi asessualmente e generando delle versioni più raccapriccianti, pericolose e aggressive della loro controparte più tenera, i Gremlins.

Sebbene i Gremlins possano in qualche modo essere tenuti sotto controllo, rappresentano costantemente delle mine vaganti a causa della loro imprevedibilità e incompatibilità con l’ambiente umano. Mr Wing infatti alla fine del film verrà a riprendersi Gizmo, affermando che gli esseri umani non sono ancora pronti per un dono simile.

La strana biologia dei Mogwai

Nella loro forma naturale i Mogwai sono piccole e soffici creature con grandi occhi e larghe orecchie, esattamente come Gizmo.
A differenza di marsupiali e mammiferi, con i quali condividono molte caratteristiche, i Mogwai non hanno coda e camminano su due zampe.
Le loro orecchie sembrano essere sottili e vascolarizzate come quelle dei pipistrelli.

Come specificato nelle regole da seguire per adottarli, non possono in alcun modo essere esposti a forti luci dirette, sia artificiali che naturali perché potrebbero rimanere uccisi.
Billy infatti ad un certo punto tenta di illuminare Gizmo con una lampada, ma il piccolo Mogwai scappa in preda al panico, come se soffrisse fisicamente l’esposizione alla luce forte.

Quando vengono in contatto con dell’acqua, si riproducono asessualmente, cominciando a sparare palle di pelo fumante dalla schiena, che finiranno per trasformarsi in altri Mogwai. Il numero prodotto non è prevedibile o fisso.
Le creature di per sé sono pacifiche e non sono interessate nel danneggiare l’uomo, ma dargli da mangiare dopo la mezzanotte innesca uno strano processo biologico che li trasforma in orribili creature dalla pelle a scaglie, dotate di artigli e dai tratti tipici dei rettili pur mantenendo una sorta di capigliatura che aiuta a distinguerli. Stiamo ovviamente parlando dei Gremlins.

gremlins mogwai

Queste creature sono orientate alla distruzione e al caos, sono incredibilmente egoiste, imprevedibili e malvage.

Da dove vengono i Mogwai?

Lo scrittore George Gipe ha creato le origini dei Mogwai e la storia alla base del primo film e del sequel, Gremlins 2: La nuova stirpe. La parola Mogwai è cantonese e significa letteralmente “Demone” o “Spirito Malvagio”.

Secondo l’ambientazione di Gipe i Mogwai si riproducono di solito durante le stagioni piovose ed è per questo che biologicamente si moltiplicano quando si bagnano.

Sempre secondo gli scritti di Gipe i Mogwai possono vivere migliaia di anni e non hanno un linguaggio comune perché il loro cervello è in grado di processare pensieri più velocemente di quanto riescano a produrre suoni o parole.

I Mogwai dati alla luce da un genitore hanno generalmente una vita più breve e ovviamente non possono ricordare come sono venuti al mondo e quali sono le loro proprietà mutative.

Contrariamente a quello che si possa pensare i Mogwai non sono animali che si sono evoluti tramite un processo naturale ma sono il prodotto di uno scienziato chiamato Mogturmen.
Mogturmen era intenzionato a creare una specie che fosse altamente intelligente, gentile e capace di riprodursi velocemente, nonché in grado di vivere senza problemi in determinate condizioni.
Per possedere tutte queste caratteristiche era necessario che fossero creature benevolenti e che avessero una buona morale, infatti i Mogwai non si uccidono mai tra di loro.

Lo scopo dell’ingegneria genetica attuata da Mogturmen sui Mogwai era ambizioso e lodevole. Lo scienziato voleva infatti distribuirli sui pianeti vicini come diplomatici galattici, in grado di ripristinare la pace in ogni società.

space mogwai

Quando Mr. Wing afferma che gli esseri umani non sono ancora pronti per un tale dono, sottintende che essi non sono abbastanza responsabili per volere veramente uno stato di pace e non sono in grado di gestirlo.

Successivamente Mogturmen interruppe gli esperimenti sui Mogwai perché vide come il loro lato Gremlin li portava ad abbandonare la propria caratteristica natura gentile. La specie risultava instabile nel complesso ma ormai il danno era stato fatto: i Mogwai erano già stati mandati in diversi pianeti, inclusa la Terra.

Da qui ha origine la storia che conosciamo tutti, chissà se un giorno potremo vederli di nuovo al cinema!

Sentry

Crudo e senza filtri, distributore gratuito di traumi infantili. Appassionato di tecnologia, musica, cinema e animazione. Se ti serve qualsiasi cosa, chiedi pure: non la avrai.

Commenti