L’angelo del male: Brightburn – Trailer italiano della versione demoniaca di Superman


James Gunn ha prodotto una pellicola che prende palesemente spunto dalla storia di Superman, con una sostanziale differenza: l’alieno arrivato sulla Terra non è affatto buono. Anzi.

brightburn-trailer-2

Dopo avere raccontato il mondo dei supereroi dal punto di vista scanzonato (seppure profondo) con Guardiani della Galassia, James Gunn ha deciso di avventurarsi su una nuova strada e di immaginare (insieme ai fratelli Brian e Mark, autori della sceneggiatura) l’arrivo sulla Terra di un Superman demoniaco.

Come il personaggio simbolo della DC Comics, anche quello del filmmaker cade (letteralmente) dal cielo e viene trovato da una amorevole coppia di agricoltori. Ma diversamente dalla sua controparte “canonica”, l’esempio e l’educazione dei genitori non sembrano avere effetto su di lui e il ragazzino sviluppa un’indole violenta e vendicativa.  

L’Angelo del Male: Brightburn – Trailer italiano

La natura inquietante e malvagia del piccolo Brandon (questo il nome del Kal El “cattivo”, interpretato da Jackson A. Dunn) era già stata mostrata nel secondo trailer, ma il nuovo aggiunge nuovi, terrificanti dettagli.


Mentre la madre (Elizabeth Banks) sembra non volere accettare che il figlio adottivo sia più cattivo degli altri bambini, il padre (David Denman) è consapevole di trovarsi davanti a un essere davvero pericoloso. Non solo perché ha fatto del male ad altre persone, ma anche perché sembra invulnerabile.

L’Angelo del Male: Brightburn – Poster ufficiale

brightburn-maxw-644

A confermare ulteriormente l’indole tutt’altro che benevola di Brandon (come se ce ne fosse bisogno), ci pensa il nuovo poster italiano del film, che mostra l’inquietante maschera scelta dal ragazzino per fare il supereroe. Oltre ai suoi demoniaci occhi rossi.

L’appuntamento per scoprire l’orrore di un’altra versione della storia in cui Superman è cattivo (tanto cattivo) è fissato per il 13 giugno, data in cui Brightburn arriverà al cinema in Italia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *