La Casa di Carta, annunciato uno spin-off su Berlino

La Casa di Carta non finisce più: dopo la stagione finale della serie, arriverà uno spin-off interamente dedicato a Berlino, uno dei personaggi più amati della banda del Professore

“La Casa di Carta” è una serie TV spagnola ideata da Alex Pina, che ha visto la luce nel 2017. Brevemente, racconta la storia di una banda di ladri che cercando di compiere rapine di grandissime dimensioni, con lo scopo non solo di rubare, ma anche di trasmettere un messaggio ai politici e allo stato. Composta da 5 stagioni, ha sicuramente fatto molto parlare di se, anche grazie all’utilizzo di alcuni concetti liberali e antifascisti di facile impressione: come la maschera di Dalì, simbolo di coloro che lottano contro l’oppressione e l’inserimento della canzone “Bella Ciao”.

Il 30 novembre, a pochi giorni dal rilascio del secondo volume della quinta stagione, i produttori hanno annunciato uno spin-off prodotto da Netflix, incentrato sul personaggio di Berlino, che vedrà la luce  nel 2023. Inoltre hanno rivelato l’intenzione di creare un remake coreano della serie con l’attore Park Hae-soo, protagonista della serie televisiva Squid Game, nei panni di Berlino.

Ecco il primo trailer dello spin-off:

Ma come mai proprio su Berlino?
In risposta, a parer mio, sembra che, anche se attorniato da non poche nefandezze condotte sia nella sua vita passata che durante la sua permanenza nella serie, egli si è rivelato il personaggio meglio riuscito e più acclamato. Forse per il suo fascino da naif saccente, amante del buongusto, un po’ rococò e liberale. Sia forse per la compassione mossa nei suoi confronti e nella comprensione che le sue azioni sono dettate da un godersi la vita a pieno prima di cedere il passo alla morte. O semplicemente, rispecchia un stile di vita a cui molti vorrebbero ambire: circondato dal lusso, dalla cultura e dalle belle donne.

Voi cosa ne pensate?
Fatecelo sapere nei commenti

 


Nissareading

Instagram Meganerd
Divoratrice di libri, fumetti e manga, affronta la vita un passo di libro alla volta, trovando ispirazione dai Samurai e da Batman.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.