Johnny Depp torna alla regia con “Modigliani”

Amedeo-Modigliani-Johnny-depp

L’attore americano Johnny Depp ha dimostrato ampiamente di non essere talentuoso soltanto come interprete. La sua vena artistica parte infatti dalla chitarra, primo vero contatto dell’originario del Kentucky classe ‘63 con l’arte, ma negli anni diventerà attore, regista e anche produttore cinematografico. Tornerà sul grande schermo proprio come director con un film su Modigliani prodotto da Al Pacino, che promette di essere un “riscatto” per Depp, dopo la sua prima esperienza in regia di 25 anni fa.


Attore, musicista, produttore e regista: in una sola parola Depp
La vita di Johnny Depp non si può di certo definire monotona. Sin dall’infanzia infatti l’attore americano ha dovuto fare i conti con traslochi, un divorzio, perdite di familiari che lo hanno scosso, e un’adolescenza piuttosto ribelle. Ma forse proprio tutto questo insieme di forti emozioni ha alimentato la voglia di arte e di espressione di Johnny Depp, che si è concretizzata prima nella musica, e poi nella recitazione. Attore a cui è sempre piaciuto interpretare personaggi un po’ sopra le righe, spesso disadattati, straordinari come Edward mani di forbice.

E come non ricordare la sua magistrale attuazione in Paura e Delirio a Las Vegas in cui è il realmente esistito giornalista eccentrico Raoul Duke, pseudonimo di Hunter S. Thompson. Ma nell’immaginario collettivo forse la sua performance più celebre è quella per la saga de I pirati dei Caraibi, in cui interpreta il pirata Jack Sparrow, diventato in breve tempo costume di Carnevale, icona assoluta e fonte di ispirazione per diversi giochi gratis pc, come Pirates: Tides of Fortune, giusto per citarne uno dei tanti. Ma ora è il sacro fuoco della regia che richiama Depp ai suoi “doveri” artistici.


25 anni fa la prima esperienza come regista, ora la “rivincita”
Prima di tuffarsi definitivamente nel progetto del film “Modigliani”, l’attore ha interrotto la sua assenza da un set cinematografico dopo tre anni. Ha infatti ultimamente interpretato Luigi XV nella pellicola “Jeanne du Barry” liberamente ispirato alla vita di Jeanne Bécu di cui veste i panni la stessa regista del film, la francese Maiwenn Le Besco. Questo film in uscita nel 2023 di produzione completamente francese, in qualche maniera dà nuovamente il “bentornato” all’attore dopo un periodo di pausa abbastanza lungo.

L’attesa è però per il secondo film di Depp alla regia, dopo Il coraggioso uscito nel 1997 e presentato a Cannes. Nel film, che aveva un fine etico e politico, c’è una delle ultime recitazioni di uno degli attori più celebri e amati di Hollywood, Marlon Brando, ma nonostante ciò la pellicola non riscosse molto successo, e la critica fu anzi molto severa.

Il film su Modigliani, pittore livornese morto prematuramente a 35 anni, può essere una vera e propria “rivincita” per l’attore americano. Johnny Depp si conferma senza dubbio ancora una volta una persona poliedrica e con enormi velleità artistiche, passando da palchi di rock e metal, all’interpretazione di un re nella Francia del XVI secolo e alla regia, nel giro di pochi mesi.


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.