Il mondo del fumetto piange Luca Boschi, critico, giornalista e sceneggiatore

Ci lascia il grande Luca Boschi, scomparso all’et√† di 66 anni. Critico, saggista, e sceneggiatore, vera istituzione nel campo del fumetto.¬†

luca-boschi

Queste sono le notizie che nessuno vorrebbe mai dare: Luca Boschi si √® spento all’et√† di 66 anni nella sua casa di Pistoia. Boschi era uno dei massimi esperti di fumetto a livello internazionale, ma √® stato sceneggiatore, disegnatore, giornalista e talvolta direttore editoriale¬† su testate del calibro di M√©tal Hurlant,¬†Banc-Titre,¬†L’Eternauta,¬†Duel,¬†Mickey Parade,¬†Replay,¬†Lupo Alberto,¬†Horror,¬†Starcom√¨x¬†(sulle cui pagine √® avvenuto il debutto di Leo Ortolani con storie realizzate a quattro mani),¬†Paralleli e tanti altri. Ha collaborato col quotidiano Il Sole 24 Ore, per il quale curava anche un blog.

Aveva lavorato con Sergio Bonelli Editore, con Disney (era estremo conoscitore dei mondi disneyani), ha scritto saggi su Jacovitti, sul fumetto umoristico, è stato autore teatrale e conduttore, insegnante alla Scuola internazionale dei Comics di Firenze.

Proprio con i fiorentini Alberto Becattini, Leonardo Gori e Andrea Sani¬†ha formato un quartetto tutto toscano di esperti e saggisti, con i quali ha scritto Disney Italiani,¬†opera fondamentale¬†per appassionati e professionisti del settore.¬†Con¬†Franco Bellacci, Gori e Sani ha dato alle stampe Jacovitti ‚Äď Sessant‚Äôanni di surrealismo a fumetti.¬†Ma la sua produzione √® ancora pi√Ļ vasta e ne fa un grande punto di riferimento per tutti coloro che vogliono approcciarsi al mondo del fumetto.

Boschi ha collaborato inoltre con festival come il Salone Internazionale dei Comics di Lucca, Expocartoon di Roma, la Fiera del libro per ragazzi di Bologna, Cartoomics di Milano, La Fiera internazionale del libro di Francoforte e il Festival international de la bande dessinée d’Angoulême. Già direttore culturale di Lucca Comics fino al 1999, ha ricoperto la stessa carica anche per il Comicon di Napoli dal 2001 al 2016.

Numerosi sono stati i premi assegnati per i suoi lavori, citiamo Frigo, Valvole e Balloons¬†con il quale nel¬†1997¬†ha vinto la prima edizione del¬†Premio Franco Fossati¬†per il miglior saggio dell’anno. Nel¬†1991¬†ha vinto il¬†Premio Comics World come miglior critico specializzato italiano, mentre nel 1994 √® il turno del Premio Fumo di China¬†per la migliore rivista italiana (DC Comics Presenta). Il suo libro¬†Irripetibili¬†(2007), pubblicato da¬†Coniglio Editore, ha vinto il Premio ANAFI 2008 come miglior saggio del settore dell’anno. Nel 2009 il Premio Luciano Bottaro¬†per il suo blog¬†Cartoonist Globale. Nel 2013 ha vinto nuovamente il Premio Franco Fossati proprio col volume I Disney Italiani, pubblicato dalla NPE e scritto con Alberto Becattini, Leonardo Gori e Andrea Sani.

Nel 2021, invece, era stato addirittura nominato Commissario di valutazione nell’ambito dell’iniziativa Promozione Fumetto indetta dal Ministero della Cultura.

Gli amici e i colleghi che lo hanno conosciuto lo ricordano con affetto, sempre sorridente e generoso verso chiunque gli chiedesse consigli o notizie storiche, con grande disponibilità verso giovani autori e aspiranti tali.

Inutile dire che il mondo del fumetto ha perso una delle sue figure pi√Ļ importanti e poliedriche, lasciando un grande vuoto che forse non sar√† mai colmato. La redazione di Meganerd non pu√≤ far altro che unirsi al cordoglio generale per la scomparsa di un cos√¨ grande artista, che definire tale sarebbe riduttivo.


Gianluca Testaverde

Instagram Meganerd
Faccio un po' di tutto nella vita: perditempo a tempo pieno, disegno, amo il doppiaggio e scrivo ciò che vorrei leggere. E per l'amor di Dio... non fate i fumettisti!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.