Edizioni BD lancia i talenti del futuro: ecco BD Next, la linea dedicata agli esordienti


Un’intera linea editoriale dedicata ad autori esordienti non poteva che attirare la nostra attenzione: Edizioni BD scommette sugli autori del futuro e noi abbiamo chiesto direttamente ai responsabili della casa editrice di raccontarci cos’è il progetto BD Next

speciale bd next
Scommettere su autori esordienti è sempre un rischio, eppure – fortunatamente – c’è chi questi rischi se li prende, dando la miglior risposta possibile a un mercato in affanno: un’intera linea editoriale dedicata ad artisti nuovi, freschi, con qualcosa da dire. Nuova linfa per il fumetto italiano, che arriva in fumetteria e libreria con una potenza dirompente, pronta a smuovere le acque e creare nuovi impulsi creativi.

Edizioni BD con coraggio affronta il mercato a testa alta, proponendo BD Next, un marchio che si appresta a diventare la casa degli autori del futuro, pubblicati oggi.

Noi, che il fumetto lo amiamo in ogni sua forma e siamo sempre desiderosi di scoprire nuovi autori e nuove storie, siamo subito rimasti colpiti da questo progetto, soprattutto dopo aver letto La Vedova Bianca, graphic novel d’esordio di Fran (QUI potete leggere la nostra recensione).


Abbiamo contattato i responsabili della casa editrice per saperne di più, per scoprire cosa leggeremo in futuro. Ci hanno risposto Marco Schiavone, Editore, e Daniel De Filippis, responsabile della comunicazione di Edizioni BD, che con la consueta disponibilità ci hanno raccontato com’è nata questa nuova sfida.

Tavola Ruggine Edizioni BD
Tavola tratta da “Ruggine”, di Francesco Vicentini Orgnani e Fabiana Mascolo

Ciao Marco e Daniel, benvenuti su MegaNerd. BD Next è un progetto affascinante, ma soprattutto coraggioso, visti i tempi: com’è nata l’idea di proporre questa nuova avventura editoriale?

Daniel: Da oltre 10 anni siamo gli editori partner del Lucca Project Contest che ha “sfornato” autori quali Vinci Cardona che ha vinto nel 2016 con Black Gospel: Un Vangelo Western e Giada Tonello vincitrice nel 2017 con l’onirico Le Terre dei Giganti Invisibili. Ogni anno le selezioni si facevano più difficili, i talenti sempre maggiori, e ci siamo resi conto che c’era decisamente più di un esordio valido da prendere in considerazione in ciascuna edizione. La prima ispirazione per BD Next è nata proprio lì, unitamente al desiderio di fare quello che storicamente abbiamo sempre fatto bene: lanciare nuovi autori.

Marco: Dall’idea alla pratica il percorso è stato occasione di scoperta ed esplorazione. Quello che ne è emerso è appunto un progetto, non una collana, a cui collaborano vari “editor” sia interni che esterni. Ci è parso subito importante offrire una varietà di voci, stili e approcci, offerta che non può essere il frutto del lavoro di una sola persona. In BD Next trovate Veronica Ciancarini accanto a Ettore Mazza, il duo Vicentini Orgnani e Mascolo sono Next tanto quanto la citata Fran e Maurizio Lacavalla. Staccarsi dal concetto di collana è stata la prima importante decisione che ci ha portato infine al progetto BD Next, che come spesso succede ha mantenuto quello che doveva essere solo il “nome progettuale interno”, la cui missione è di produrre esordi eccellenti non convenzionali.

bleeding-mariachi-veronica-ciancarini-bd

Cosa cercate nei nuovi autori?

Marco: Che abbiano una storia da raccontare.

Daniel: Talento, tanta voglia di fare, una voce fuori dagli schemi, un tratto personale che non lascia indifferenti ma soprattutto quel giusto mix tra arroganza e umiltà di chi vuole veramente “arrivare”.

Marco: Il tutto concentrato e dimostrato in una storia, che sia vera – e ciò non vuol dire che non sia di fantasia – da raccontare e da leggere.

il-sentiero-delle-ossa-770x385
Particolare tratto da una tavola de “Il Sentiero delle Ossa”, di Ettore Mazza

 I talenti più interessanti arrivano solo dal web oppure avete scoperto penne e matite totalmente nuovi?

Marco: Lavoriamo anche con editor e consulenti esterni che ci propongono progetti, spunti e riflessioni unitamente al nostro lavoro interno di scouting che spesso passa per le aree self e delle autoproduzione delle fiere. Essendo il progetto molto sperimentale possiamo permetterci più che in altri ambiti di esplorare, prenderci dei rischi, e concederci qualche vezzo editoriale.

Daniel: A oggi i progetti sono quasi sempre totalmente nuovi anche se un’occhiata ai social e al web la diamo sempre. In linea di massima quelli che sono “fenomeni” da web tendono a non rientrare nei parametri, pur molto flessibili, che ci siamo posti per BD Next.

BD Next è stata uno dei vostri punti forti a Lucca Comics & Games: com’è stata la risposta del pubblico?

Daniel: In effetti, c’erano quasi tutti le ragazze e i ragazzi di BD Next! La risposta del pubblico è stata ottima. La cosa bella di questo progetto è che i singoli libri, e le singole autrici e autori, funzionano in un insieme che è ancora più forte delle sue singole parti. E poi è bello vederli tutti insieme, c’è sempre una bella energia.

due-attese
Tavola tratta da “Due Attese”, di Maurizio Lacavalla

Che anno è stato il 2019 per il vostro gruppo editoriale?

Marco: Non possiamo certamente lamentarci, Edizioni BD, Dentiblu e J-POP Manga sono cresciute bene, abbiamo portato sul mercato circa 350 libri, fatto un numero record di fiere ed eventi e lanciato nuovi autori e progetti.

In un momento in cui il fumetto sta finalmente tornando alla ribalta, come si emerge nelle librerie e fumetterie?

Marco: a noi piace stare in fumetteria e libreria, vogliamo vivere bene questo nostro mondo.

tavola interna di "La Vedova Bianca" di Fran
tavola interna di “La Vedova Bianca” di Fran

Cosa consiglieresti a un autore che vorrebbe proporre la sua opera a Edizioni BD?

Marco:
Di avere una storia da raccontare, o viverne una, come consigliava Hemingway agli aspiranti scrittori…

BD Next cerca talenti fuori dagli schemi, che non stiano seguendo mode o stili popolari, per progetti anche un po’ folli, avvinti dal desiderio bruciante di raccontare quella storia che li tiene svegli la notte.

Daniel:
Credo che la mia risposta valga per qualunque proposta a qualunque editore: studiare l’offerta dell’editore e inviare una proposta coerente (con una sinossi, degli esempi di tavola se possibile, e una propria visione sul prodotto finito) ma soprattutto suggerirei di imparare ad accettare il rifiuto. Un no non è un’offesa personale e non è un giudizio assoluto. Chi vuole fare questo mestiere ha davanti una strada lunga e difficile, e bisogna imparare a imparare dalle risposte che si ricevono.

Grazie davvero per la vostra disponibilità e la chiarezza nelle vostre risposte. Continueremo a sostenere questo progetto, perché abbiamo una gran voglia di leggere storie nuove, ma soprattutto di qualità.

Daniel & Marco: Grazie a voi!

 

Ecco i volumi finora usciti nel progetto BD Next:


Segui Meganerd su Facebook, Twitter, Instagram e Telegram!


Mr. Kent

Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Commenti