DC: The New Frontier – L’importanza della Wonder Woman di Darwyn Cooke

La Wonder Woman di DC: The New Frontier è un punto di riferimento per molti artisti, anche se la DC non era inizialmente d’accordo su questa rappresentazione

GalleryComics_1920x1080_20150211_DC_NEWFR_DLX_549380e7e68684.68798265.jpg

DC: The New Frontier è uno dei fumetti DC Comics più apprezzati di sempre e realizzato da uno dei fumettisti più talentuosi della storia dei comics come Darwyn Cooke.

Il risultato finale è stata una grapich novel che ha fatto incetta di premi; la serie vinse l’Eisner Award per la migliore serie limitata, migliori colori e migliore pubblicazione illustrata,  l’Harvey Award per migliore artista, miglior colorista, e migliore serie limitata e continuativa e lo Shuster Award per il migliore fumettista (scrittore e disegnatore). Nel 2007, quando la serie fu pubblicata negli USA in Absolute Edition, ottenne un altro Eisner e un altro Harvey Award.

Tra gli eroi protagonisti, la versione di Wonder Woman della Golden Age così come pensata da Darwyn Cooke è ancora oggi un punto di riferimento per molti artisti.

Difatti, discutendo di The New Frontier sui social, Kendall Goode, artista e illustratore, ha recentemente fatto un’osservazione con un tweet sulla rappresentazione che Cooke ha fatto di Wonder Woman nella miniserie, dicendo:

È un vero peccato che l’aspetto di Wonder Woman di Darwyn Cooke non sia più comune. Non era una bodybuilder, più una powerlifter. E più grande di Superman.

Immagine-2022-12-06-224403.jpg

Ma non tutti erano inizialmente d’accordo su questa rappresentazione dell’Amazzone troppo….muscolosa e lontana dall’eroina creata da William Moulton Marston e da Harry G. Peters! L’ex editor della DC Comics Valerie D’Orazio ha aggiunto:

In origine, i vertici della DC/WB si sono opposti a questo design di Wonder Woman perché troppo diversa dall’originale.

Darwyn Cooke ha minacciato di abbandonare New Frontier Than Change Wonder Woman

Gli sceneggiatori della serie Michael Conrad e Becky Cloonan hanno parlato durante un panel del Comic [email protected] su come la versione di Wonder Woman di Darwyn Cooke fosse il loro “punto di riferimento” per scrivere la Principessa Diana e hanno indicato una scena della storia in cui Wonder Woman, incaricata di occuparsi degli aiuti umanitari in Indocina insieme a Superman, salva un gruppo di donne maltrattate. Dopo aver disarmato i ribelli che hanno imprigionato le donne, Wonder Woman le libera e permette loro di esprimere il proprio giudizio sui loro rapitori.

Questo il pensiero di Conrad:

Per me, ha mostrato un livello di Diana che si vede raramente, ma penso sia la definizione raffinata di ciò che è, ovvero qualcuno la cui morale è ben definita, e questa è una delle cose che trovo più eccitante di Wonder Woman, Nubia, e tutte le Amazzoni

Anche la Conrad ha voluto dire la sua affermando che la versione di Cooke è quella a cui pensa sempre quando si tratta di Wonder Woman.

DC: The New Frontier , serie in sei numeri di Darwyn Cooke, è stata in origine pubblicata da DC Comics nel 2004. La storia è stata adattata in un film d’animazione, Justice League: The New Frontier nel 2008. Principalmente la trama è ambientata negli anni ’50 e raffigura i supereroi della Golden Age Superman, Batman e Wonder Woman che incontrano i personaggi della Silver Age The Flash, Green Lantern e Martian Manhunter. La storia getta i ponti tra la fine della Golden Age e l’alba della Silver Age nell‘Universo DC.

Fonte: Bleedingcool.com


Avatar photo

Doc. G

Il mio nome e' Doc. G , torinese di 36 anni lettore compulsivo di fumetti di quasi ogni genere (manga, italiano, comics) ma che ha una passione irrefrenabile per Spider-Man! Chi è il miglior Spider-Man per me? Chiunque ne indossi il costume.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *