Dark Crisis on Infinite Earths – DC crea un nuovo multiverso

La conclusione del quarto albo della miniserie evento “Dark Crisis on Infinite Earths” complica non poco il già caotico universo (o forse dovremmo dire multiverso) narrativo di DC Comics

ATTENZIONE SPOILER: La presente news contiene informazioni in merito a eventi narrati in storie ancora inedite in Italia.

Tutto è cominciato con la presunta morte della Justice League avvenuta nel numero #75 della serie di Joshua Williamson e Rafa Sandoval (come spiegato in questo articolo) . Nella miniserie evento “Dark Crisis on Infinite Earths” attualmente in corso di pubblicazione negli USA, Hal Jordan e Barry Allen corrono in soccorso dei compagni che in realtà non sono morti ma risultano intrappolati in prigioni cosmiche progettate da Pariah. L’energia che Lanterna Verde e Flash emettono durante le loro spedizioni di ricerca  attraverso l’Universo DC viene assorbita da una macchina che Pariah ha costruito per creare un multiverso completamente nuovo. Nel finale del quarto albo della miniserie assistiamo a una violenta reazione a catena provocata dalla macchina e alla generazione di nuovi pianeti forgiati nella luce.  La genesi di un nuovo multiverso e completa e il piano di Pariah si porta quindi a compimento.

“All’inizio ce n’era solo uno”, racconta Pariah mentre osserva il suo sogno che prende vita. “Un unico nero infinito. Così freddo e buio per così tanto tempo, che persino la luce ardente era impercettibile. Ma la luce crebbe e l’infinito rabbrividì. E l’oscurità alla fine urlò. Tanto per il dolore quanto per il sollievo. Perché in quell’istante …è nato un nuovo multiverso.”

Pariah è un personaggio creato da Marv Wolfman e dal compianto George Pérez per il primo storico mega evento di casa DC, ossia “Crisi sulle Terre Infinite” del 1985. Kell Mossa (questo è il vero nome di Pariah) era uno scienziato che sperava di assistere alla genesi dell’universo conosciuto. I suoi esperimenti hanno attirato l’attenzione dell’entità cosmica conosciuta come l’Anti-Monitor che ha distrutto l’universo di Pariah, lasciando quest’ultimo come unico sopravvissuto. Il senso di colpa per questo evento catastrofico portano Kell Mossa a fare ammenda. La rabbia, la tristezza e l’ambizione di Pariah sembrano essere manipolate dalla Grande Oscurità, una forza misteriosa che ha esercitato un’influenza sull’intero universo DC dall’inizio dei tempi e che ora reclama il suo multiverso. Le motivazioni che spingono questa entità al raggiungimento di questo scopo sono al momento un mistero.

“Dark Crisis on Infinite Earths #4” è scritto da Joshua Williamson e disegnato da Daniel Sampere supportato dai colori di Alejandro Sánchez. Al lettering troviamo Tom Napolitano mentre le varie copertine (regular e variant) sono di Sampere e Sánchez, Terry Dodson e Rachel Dodson, Dan Jurgens, Norm Rapmund e Hi-Fi , Nathan Szerdy, Brett Booth, Jonathan Glapion e Alex Sinclair e Viktor Bogdanovic. L’albo è attualmente in vendita negli USA. Non c’è ancora una data confermata per la pubblicazione dell’evento in Italia da parte di Panini Comics.

Se volete ulteriori succose anticipazioni sugli eventi di “Dark Crisis on Infinite Earths” vi consigliamo questo nostro spoileroso articolo. 

Siete curiosi di leggere questo nuovo mega evento DC? Riuscirà DC Comics ad uscire dalla caotica struttura narrativa che ha costruito e a tornare ad un universo più lineare e meno cervellotico? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

Fonte: cbr.com


Avatar photo

Mr. Rabbit

Stanco dal 1973. Ma cos'è un Nerd se non un'infanzia perseverante ? Amante dei supereroi sin dall'Editoriale Corno, accumula da anni comics in lingua originale e ne è lettore avido. Quando non gioca la Roma

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.