Dante Alighieri: E vidi Quattro Stelle – Arriva il cofanetto Kleiner Flug

Kleiner Flug raccoglie in un unico cofanetto le quattro graphic novel con protagonista il Sommo Poeta: Amor mi mosse, Primo de li miei amici, Le fangose genti, La selva oscura.

Riceviamo e condividiamo con voi lettori:

DANTE ALIGHIERI

E VIDI QUATTRO STELLE

Il Sommo Poeta fiorentino viene universalmente riconosciuto come il Cantore dei tre stadi post-mortem, raccolti all’interno della sua Comedìa.

Il poema, capolavoro di Dante Alighieri, è considerato la più importante testimonianza letteraria della civiltà medievale nonché una delle più grandi opere della letteratura universale. La mano che la realizza è però quella di un uomo del suo tempo, animato da una profonda passione e tormentato da molte difficoltà, che cerca di elevare il proprio animo alle virtù  e di consegnarsi all’eternità attraverso tre principi: fede, scrittura e filosofia.

L’uomo che intraprende il viaggio dantesco è definito e caratterizzato da un amore impossibile, amicizie tormentate, una vita politica pericolosamente coinvolgente e dal sofferto esilio.


DANTE ALIGHIERI

AMOR MI MOSSE

“L’AMORE IMPOSSIBILE”

Beatrice, l’eterno amore di Dante, racconta la storia del loro rapporto, dai primi giochi di sguardi fino alle gelosie e alle incomprensioni. Due innamorati, che sono ancora bambini quando si conoscono in una Firenze del 1200 e che si ritrovano, dopo la sua morte, nel Purgatorio, dove partono insieme alla volta del Paradiso nell’utimo cantico della Divina Commedia.

Una rilettura del mito della “donna ideale”, musa ispiratrice di Dante, vista in una chiave inedita: dall’altra metà del cielo, perciò umana, concreta e romantica. Tra i versi del Dolce Stil Novo e le cantiche infernali si approda alla parafrasi a fumetti dei Canti XXX, XXXI e XXXII del Purgatorio.


DANTE ALIGHIERI

PRIMO DE LI MIEI AMICI

“LE AMICIZIE TORMENTATE”

In uno stile pop viene proposta la tempestosa amicizia con Guido Cavalcanti e Lapo Giannini.

Dante stesso cita gli amici nel celebre sonetto Guido i’ vorrei che tu Lapo e io, dove il Sommo Poeta immagina un viaggio a bordo di un vascello incantato sopra Firenze, in compagnia delle rispettive donne, a filosofeggiare sull’amore. La differenza d’intenti e vedute tra di loro metterà invece a dura prova l’idillio tanto ambito, trasportandolo in una realtà di contrasti destinati a restare puramente letterari.

La storia è impreziosita da altri episodi, che raccontano ulteriori amicizie di Dante, come quella con il musico Casella e con Forese Donati, che lo accompagnerà in una tenzone comica durante un’esibizione di fronte ai forentini divertiti.


DANTE ALIGHIERI

LE FANGOSE GENTI

“UNA VITA POLITICA PERICOLOSAMENTE COINOLGENTE”

Dante è ormai privo del sostegno dell’amico Guido, con cui la frattura è diventata insanabile, e viene coinvolto nella vita politica fiorentina.

In seguito all’elezione come Priore nel semestre più caldo per gli scontri fra le nascenti fazioni dei Guelfi Bianchi e Neri, perde alcuni amici e compaiono nemici del calibro di Filippo Argenti, il Barone Corso Donati e Papa Bonifacio.

A questo punto la vita del Sommo Poeta è irrimediabilmente stravolta e giunge presto la fatidica sentenza di condanna all’esilio.


DANTE ALIGHIERI

LA SELVA OSCURA

“IL SOFFERTO ESILIO”

Dante, esiliato dalla sua città, trova riparo da Scarpetta degli Ordelaffi a Forlì.

Battaglie, trattative e complotti lo coinvolgono a più riprese; tenta così ogni carta possibile per fare ritorno nella sua città natale, ma i prolungati tentativi si riveleranno presto vani: non incontrerà più Firenze, ma da tutta quell’esperienza e dal turbinio di vizi a cui ha assistito, si rende immortale con la sua arte.


Avatar photo

Pier

Instagram Meganerd
Appassionato di scienza e supereroi, leggo fumetti da quando avevo 5 anni. Divoro serie tv... ma non ingrasso

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *