Cowboy Bepop – Daniella Pineda risponde alle critiche

Daniella Pineda, l’attrice che vestirà i panni di Faye Valentine nel live action di Cowboy Bepop, risponde alle critiche che le sono state mosse per l’assenza di alcuni aspetti “succinti” del personaggio originale

Cowboy Bepop - Daniella Pineda risponde alle critiche

Il debutto dell’adattamento live action di Cowboy Bepop è sempre più vicino. Netflix ha rilasciato la data di uscita, la sinossi ufficiale e le prime immagini qualche giorno fa e, ovviamente, non sono mancate le critiche oltre agli apprezzamenti.

Cowboy Bepop - Data di uscita, sinossi ufficiale e prima immagine del live action

La tanto attesa data di debutto è stata finalmente ufficializzata: il 19 novembre il live action di Cowboy Bepop farà il suo debutto sulla piattaforma. Per dare qualche succoso spunto ai fan che ormai non vedono l’ora (nel bene o nel male) di guardare l’adattamento, Netflix ha anche condiviso le prime immagini ufficiali. Daniella Pineda nei panni di Faye Valentine è stata criticata da molti. Il look dell’attrice in carne e ossa non rispecchierebbe l’originale dell’anime, sostengono i commentatori. Faye è una donna molto, molto formosa succinta in una camicia rossa scollata (completo giallo sotto) e shorts.

L’attrice ha deciso di rispondere alle polemiche. Secondo noi, il suo discorso non fa una piega e la troviamo adorabile. Ecco il video:

Nell’anime di Cowboy Bepop, Faye è caratterizzata da proporzioni anatomiche decisamente irrealistiche: 180 cm di altezza e un seno a doppia D. Con uno spiccato senso di ironia, la Pineda spiega anche che ha ripetutamente provato altre soluzioni, la stessa produzione ha fatto di tutto ma no, non c’è stato verso.

La Pineda si è dunque scusata per non aver reso il personaggio identico all’anime (grande Daniella, noi ti adoriamo).

Cowboy Bepop - Daniella Pineda risponde alle critiche

Javier Grillo-Marxuach, uno degli sceneggiatori coinvolti nel nuovo live action Netflix dedicato all’adattamento di Cowboy Bebop, nel tempo ha rilasciato alcuni dettagli sulla lavorazione.

Grillo-Marxuach aveva rassicurato i fan dicendo che lo stile e la sostanza del live action rimarranno fedeli alla serie originale. “Cowboy Bebop rimane Cowboy Bebop. È su questo che stiamo lavorando.”

Tra gli altri dettagli è emerso che Ein, il cane del protagonista Spike, rimarrà un corgi anche nell’adattamento Netflix. Saranno però presenti alcuni cambiamenti. Era infatti stato preannunciato che l’abbigliamento provocante di Faye Valentine sarebbe stato rivisto, mentre le scene in cui i personaggi fumeranno verranno ridotte per venire incontro alle politiche di Netflix.

Grillo-Marxuach ha rivelato inoltre che ha lavorato alla scrittura di due antagonisti della serie, uno dei quali è un personaggio di spicco all’interno dell’anime. Lo scrittore vorrebbe inoltre ampliare la storia che si cela dietro i vari personaggi della serie e, allo stesso tempo, trovare un modo per inserire gli antagonisti all’interno di questa narrazione più approfondita.

Il regista della serie anime originale Shinichiro Watanabe è consulente del live action serie e la compositrice originale, la Maestra Yoko Kanno è tornata al lavoro per l’adattamento.

Nel cast, oltre ai già citati John Cho nel ruolo di Spike Spiegel e Daniella Pineda in quelli di Faye Valentine, ritroviamo anche Mustafa Shakir che interpreterà il ruolo di Jet, l’ex poliziotto e partner di Spike, e Alex Hassell che sarà Vicious. Il cagnolino Ein ed Ed saranno presenti nella serie!

Cosa vi aspettate dal live action di Cowboy Bepop prossimo al debutto? Aspettiamo come sempre i vostri commenti!


Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *