Carletto è tornato – Largo mostriciattoli!

Dai Carletto che tocca a te! Finalmente è arrivato in Italia il manga inedito di Carletto il principe dei Mostri in casa J-Pop.

speciale carletto 2

 

Carletto de Mostris, principe di Mostrilandia è pronto a giungere sulla Terra per condividere con noi le sue folli avventure. Tra classiche creature mostruose e uomini, loro sì, che fanno paura, Carletto e i suoi fedeli compagni, l’Uomo Lupo, Frank e Dracula tengono banco, collezionando episodi spassosi, surreali, assolutamente da non perdere.

J-Pop Manga porta in Italia l’Opera di Fujiko Fujio, pseudonimo della coppia Hiroshi Fujimoto e Motoo Abiko, padri, tra l’altro, dell’amatissimo gatto robot Doraemon, e di Nino il mio amico Ninja. Manga pubblicato tra il 1965 e il 1969, anime di successo anche da noi nella sua seconda versione (la prima era in bianco e nero), Carletto è un tuffo nel passato che con la sua semplicità, ha molto da dire anche nel presente.

Carletto

Kaibutsu-kun (questo il titolo originale che può essere tradotto in Piccolo mostro) racconta l’amicizia oltre frontiera, libera dalla paura del diverso e, soprattutto, ci insegna ad andare oltre le apparenze.

Con spontaneità, e una dose abbondante di comicità che fa sorridere di cuore. Impariamo a non fermarci alle apparenze, a mettere in dubbio ciò che definiamo “normale”. I mostri e gli esseri umani si conoscono, si affrontano, e il più delle volte annullano le distanze diventando amici. Solo i bambini hanno il potere di fare certi miracoli.


Carletto J-pop manga

Ecco allora che Carletto troverà in Hiroshi, un bambino che abita vicino alla sua prescelta dimora terrestre, l’alleato ideale delle sue avventure, tra la salvezza del mondo da una possibile invasione dei mostri – scopo che siamo curiosi di capire come viene affrontato in originale – e piccole imprese quotidiane.

Chissà se Carletto è veramente un bambino. Probabilmente sceglie di esserlo per affrontare la vita sulla Terra. Lui e Hiroshi, e a loro si unirà la piccola Sis, sorella di quest’ultimo, affrontano tutto insieme, sono inseparabili; basta passare attraverso il frigorifero e Carletto arriva a casa del suo migliore amico. E così via, verso il prossimo esilarante mostro e la spassosa avventura.

Kaibutsu-kun è una carrellata di personaggi improbabili, una parodia intelligente sulle creature mostruose che popolano, affollano la fantasia e la realtà; e chissà se esistono confini certi. Essendo un’opera rivolta ai bambini, gli Autori si ingegnano per esorcizzare le paure dei più piccoli, ridicolizzano i mostri e li lasciano liberi di aggiungere ciò che vogliono, grazie alla loro inesauribile immaginazione.

carletto

Hiroshi e Sis sono orfani e devono cavarsela da soli. Carletto vive la sua parentesi terrestre solo con i suoi fidati servitori. I bambini dopotutto sono piccoli eroi che affrontano con coraggio ogni sfida.

Opera raccolta in due corposi volumi con una selezione delle migliori avventure, Kaibutsu-kun è fatto di ricette improbabili cucinate dall’Uomo Lupo, pedinamenti esilaranti del Conte Dracula, legnate a comando di Frank(stein).

Un principe capace di allungarsi sette metri e trentatrè è tornato a far parte delle nostre vite. Tuttavia diciamoci la verità, non se n’era mai andato. Lo so che cantate ancora a squarciagola la sigla dell’anime, lo facciamo anche noi.

E allora, quando è  mezzanotte l’orologio fa din don, dodici rintocchi per i mostri fa din don!

 

 


Segui Meganerd su Facebook,
TwitterInstagram e Telegram!



Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Commenti