Bubble – Il prossimo film anime originale di Netflix

Netflix presenta con un teaser trailer il nuovo film anime originale di Wit Studio, Bubble

Bubble - Il prossimo film anime originale di Netflix

Netflix ha presentato un nuovo anime originale di Wit Studio intitolato Bubble. Il film debutterà in tutto il mondo su Netflix il 28 aprile del prossimo anno e uscirà nelle sale giapponesi il 13 maggio. Tetsuro Araki (Attack on Titan, Kabaneri of the Iron Fortress) dirige il film presso Wit Studio, con la sceneggiatura di Gen Urobuchi (Puella Magi Madoka Magica, romanzo Fate/Zero, Psycho-Pass) e il design dei personaggi di Takeshi Obata (Death Note, Platinum End). Hiroyuki Sawano (Attack on Titan, 86) sta componendo la musica.

 

Di cosa parlerà Bubble?

La storia è ambientata a Tokyo, dopo che sul mondo sono piovute bolle che hanno infranto le leggi di gravità. Tagliata fuori dal mondo esterno, Tokyo è diventata un parco giochi per un gruppo di giovani che hanno perso le loro famiglie, e funge da campo per le battaglie a squadre di parkour, mentre saltano da un edificio all’altro.

Hibiki, un giovane asso noto per il suo stile di gioco pericoloso, un giorno fa una mossa spericolata e precipita nel mare pieto alle leggi della gravità. La sua vita viene salvata da Uta, una ragazza dai poteri misteriosi. La coppia quindi sente un suono unico udibile solo da loro. Perché Uta è apparsa prima di Hibiki? Il loro incontro porta a una rivelazione che cambierà il mondo.

Nel 2018, Netfix ha stretto un’alleanza commerciale con Production I.G e BONES. L’alleanza include sia Production I.G che il suo studio anime gemello nel gruppo IG Port, Wit Studio. Quest’ultimo sta anche producendo l’anime originale Vampire in the Garden, che debutterà su Netflix nel 2022.

Che idea vi siete fatti di Bubble, vi incuriosisce? Aspettiamo i vostri commenti!

Fonte: animenewsnetwork


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV

Sig.ra Moroboshi

Contro il logorio della vita moderna, si difende leggendo una quantità esagerata di fumetti. Non adora altro Dio all'infuori di Tezuka. Cerca disperatamente da anni di rianimare il suo tamagotchi senza successo. Crede ancora che prima o poi, leggerà la fine di Berserk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *