Black Panther – Chadwick Boseman aiutò il regista ad affrontare la pellicola al meglio

Il produttore di Black Panther Nate Moore ha raccontato di quando il compianto Chadwick Boseman ha rassicurato il regista Ryan Coogler, paragonando il primo film della Pantera a Star Wars.

Durante una chiacchierata a una tavola rotonda di produttori organizzata daThe Hollywood Reporter, Nate Moore ha parlato della difficoltà di realizzare Wakanda Forever senza il T’Challa di Chadwick Boseman, defunto a causa di una grave malattia nell’agosto del 2020.

Moore ha raccontato anche delle difficoltà incontrate durante la realizzazione della prima pellicola dedicata al Re del Wakanda e di come, per aiutare il regista Ryan Coogler a entrare nel miglior stato d’animo, Boseman gli facesse l’esempio di Star Wars:

«Lo dico sempre: sapeva più di tutti noi cosa poteva significare il Wakanda per le persone, se lo avessimo capito bene la prima volta. E [il primo Black Panther] non era neanche facile da realizzare – ha continuato Moore – C’erano momenti in cui Chad si avvicinava a Ryan e gli diceva: ‘Ehi, amico, non preoccuparti. Questo è il nostro Star Wars’. Chad stava investendo molta della sua energia spirituale in quel film e non averlo avuto in questo film [Wakanda Forever] è stato terribile».

Moore ha detto che il recasting di T’Challa per Wakanda Forever era fuori da ogni discussione. Il vicepresidente della produzione e dello sviluppo del Marvel Studios ha detto che lui, Coogler e il cast hanno dovuto affrontare il pesante fardello della perdita di Boseman e quindi capire se potevano realisticamente fare un sequel senza di lui:

«Eravamo in preparazione di un film con T’Challa come protagonista e la morte di Chadwick è stata una sorpresa. Cosa facciamo? Come supereremo tutto questo?»

La vedova di Boseman, Simone, ha aiutato Coogler e Moore, assicurandoli che suo marito avrebbe voluto che continuassero con il sequel. Coogler ha rivelato in precedenti interviste quanto la famiglia Boseman fosse coinvolta nel processo creativo di Wakanda Forever.

Nel secondo film, il destino di T’Challa viene affrontato nella scena iniziale, mentre muore per una misteriosa malattia nonostante gli sforzi di Shuri. Viene quindi onorato con una cerimonia funebre wakandiana, dove il suo popolo ne piange la perdita.

Wakanda Forever ha ricevuto un’accoglienza molto positiva da fan e critica. Interpretato da Letitia Wright, Angela Bassett, Lupita Nyong’o, Winston Duke e Tenoch Huerta, il film ha incassato ad oggi oltre 832 milioni di dollari in tutto il mondo, con un budget di 250.

Ha anche fatto guadagnare alla Bassett un Golden Globe come miglior attrice non protagonista, rendendola la prima a vincere il prestigioso riconoscimento per un film Marvel.

Ultimamamente, la Wright ha lasciato trapelare che una terza pellicola su Black Panther è già in lavorazione, sebbene la Marvel non abbia confermato ancora nulla. Staremo a vedere.

Intanto, Black Panther: Wakanda Forever arriverà sulla piattaforma di streaming Disney+ il prossimo 1 febbraio.

Fonte: CBR


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV
Sfoglia tutti i film recensiti da MegaNerd!
Avatar photo

RobyOne

Facebook Meganerd
Le mie passioni sono i comics, i paradossi temporali e il Commodore 64. Leggo fumetti da quando ero un tenero bimbo biondo. Oggi sono uno scontroso nerd attempato. Problemi?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *