Beverly Hills 90210 – La nuova serie sarà un mockumentary


Nessun remake o reboot: la nuova serie di Beverly Hills 90210 riunirà il cast originale con un’idea che potrebbe mettere d’accordo tutti

Che i protagonisti di Beverly Hills 90210 stiano per tornare con una nuova serie, ormai lo sanno anche i sassi. Ovviamente le perplessità dei fan su quest’operazione sono state tante, in primis legate all’età dei protagonisti, che chiaramente non potrebbero più interpretare degli adolescenti. Dunque si era pensato che con la reunion del cast originale si poteva fare un sequel, magari ripartendo anche da quel 90210 che qualche anno fa aveva provato a rinverdire i fasti della storica serie.

Ma neanche quest’idea convinceva fino in fondo: sarebbero state storie di cinquantenni, che probabilmente avrebbero interessato poche persone. L’idea geniale, alla fine è arrivata: nessun remake o reboot: la nuova stagione di Beverly Hills 90210 sarà un mockumentary dai toni comici in cui il cast originale composto da Jason Priestley (Brandon Walsh), Ian Ziering (Steve Sanders), Brian Austin Green (David Silver) e Gabrielle Carteris (Andrea Zuckerman) interpreterà se stesso – o una versione esagerata di se stesso – mentre cerca di mettere in piedi un nuovo revival della serie.

La tecnica sarà dunque simile a quella di Modern Family, anche se in questo caso gli attori non interpreteranno dei personaggi ma proprio loro stessi. La storia girerà intorno al fatto che vorrebbero rimettere in piedi lo storico show, ma non sanno da che parte cominciare.


Shannen Doherty (Brenda Walsh) e Luke Perry (Dylan McKay) per il momento non faranno parte del cast fisso a causa d’impegni precedenti (Shannen come forse saprete ha avuto gravi problemi di salute, mentre Luke è impegnato sul set di Riverdale).

Ancora non sappiamo su quale network andrà in onda questa nuova (folle) serie di Beverly Hills 90210, ma chiaramente vi terremo aggiornati passo passo.

Commenti