American Pie – La mamma di Stifler ringrazia il film per la sua intensa vita amorosa

In una recente intervista la simpaticissima attrice Jennifer Coolidge ha parlato dei risvolti positivi che la nota saga cinematografica ha impresso alla sua vita privata. E del suo ruolo nella serie di successo White Lotus

Jennifer Coolidge

American Pie è il titolo del famoso franchise che nei primi anni 2000 ha dato un nuovo impulso alle teen comedy demenziali. Un filone che, a dirla tutta, ha prodotto parecchia spazzatura e poca roba degna di essere in qualche modo ricordata. Ma American Pie, soprattutto il primo del 1999, seppur ispirandosi a grandi successi del passato, primo tra tutti Animal House (1978) di John Landis – film che lanciò la carriera cinematografica del compianto John Belushi – ha avuto il merito di reinterpretare i sentimenti, i pruriti e i valori dei giovani di quegli anni, nel bene e nel male.

Beh, non proprio tutti i giovani…diciamo gli adolescenti benestanti e piuttosto bianchi della società nordamericana. A cavallo del tragico evento spartiacque dell’attentato alle Torri Gemelle. Una rappresentazione – alquanto parziale – di un Paese che ha nella famosa torta di mele uno dei suoi simboli più iconici.

Lungi da me voler fare una critica sociologica a un film demenziale di 20 anni fa. Anche se va detto che lo stesso titolo, American Pie, riprende (o prende in giro) quello di una famosa canzone del 1971 del cantautore statunitense Don McLean. In cui il  sottotesto suggerisce la perdita di innocenza, genuinità e spensieratezza che accompagna il passaggio all’età adulta.

Tra i personaggi più iconici di American Pie non si può non ricordare la milf per eccellenza della saga. Anzi la prima grande milf del grande schermo. Anzi no, la seconda. Al primo posto c’è la Mrs. Robinson magnificamente interpretata da Anne Bancroft nel capololavoro Il Laureato del 1967.

Stiamo parlando di Jeanine Stifler (ruolo  appunto di Jennifer Coolidge), meglio nota come mamma di Stifler. Quest’ultimo (interpretato da Seann William Scott) è uno dei membri dello sgangherato gruppo di amici protagonista dei primi quattro film. La signora Stifler intrattiene una relazione clandestina con un altro membro del gruppo, Paul Finch (Eddie Kaye Thomas).

Relazione osteggiata in tutti i modi, ma senza successo, dal figlio di lei. Un menage spassoso ed esilarante divenuto un simbolo della pop culture di quegli anni. Ma che è sopravvissuto fino ai giorni nostri, resistendo nei decenni a tutti i sequel e ai maldestri spin-off della pellicola.

Ebbene, in una recente intervista rilasciata a Variety da Jennifer Coolidge, l’attrice ha raccontato che il suo ruolo in American Pie le ha permesso di fare sesso con almeno 200 persone:

«Ho avuto molto gioco nell’essere una milf e ho ricevuto molta azione sessuale grazie ad American Pie. Ci sono stati così tanti vantaggi nel fare quel film. Voglio dire, ci saranno state circa 200 persone con cui non sarei mai andata a letto!»

Più seriamente, Jennifer Coolidge ha raccontato dei suoi timori di restare incastrata in questo personaggio. Fortunatamente è riuscita a uscirne grazie a ruoli drammatici, come la parte di Tanya McQuoid in The White Lotus, serie uscita nel 2021 su HBO e trasmessa in Italia su Sky Atlantic.

Per questo ruolo l’attrice è stata nominata ai Golden Globe del 2022 come miglior attrice non protagonista e sarà tra le guest-star della seconda stagione, che sarà ambientata interamente in Sicilia. Con un cast tutto nuovo di cui faranno parte anche attrici e attori italiani, tra cui la brava Sabrina Impacciatore.

white lotus resort

Chissà cosa penserebbe il giovane Paul Finch delle focose avventure della mamma di Stifler?


Leggi tutte le nostre recensioni sulle serie TV

RobyOne

Facebook Meganerd
Le mie passioni sono i comics, i paradossi temporali e il Commodore 64. Leggo fumetti da quando ero un tenero bimbo biondo. Oggi sono uno scontroso nerd attempato. Problemi?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.