Amazon ha comprato MGM per 8,45 miliardi di dollari

La storica casa di produzione americana MGM entra a far parte dell’impero Amazon: Bezos aveva da tempo messo gli occhi sull’incredibile catalogo di film (tra cui la mitica saga di 007) e serie. Affare da 8,45 miliardi di dollari

AmazonMGM-scaled

La MGM, una delle case di produzione cinematografiche più antiche e importanti di Hollywood, entra nella galassia di Amazon in seguito a un accordo che ne prevede l’acquisizione a fronte di 8,45 miliardi di dollari.

L’acquisto – il secondo più costoso nella storia di Amazon, dopo quello del 2017 in cui comprò la catena di supermercati Whole Foods per 13,4 miliardi – diventerà ufficiale subito dopo le necessarie approvazioni legislative e i non semplici passaggi burocratici, ma l’accordo è considerato cosa fatta e viene descritto come «definitivo».

La Metro Goldwyn Mayer (le cui iniziali compongono l’acronimo MGM), esiste dagli anni Venti del Novecento ed è entrata nell’immaginario collettivo mondiale anche per il suo iconico logo con il leone che ruggisce. La casa di produzione ha fatto alcuni dei più grandi film della storia del cinema, come Via col vento, Il mago di Oz o 2001: Odissea nello spazio. Nell’epoca moderna si è affermata soprattutto grazie alla saga di 007, di cui è in uscita l’attesissimo No time to Die, rimandato più volte a causa della pandemia.

Nel comunicato stampa in cui viene data notizia di questa storica acquisizione, Amazon ha ricordato che la MGM ha un catalogo di oltre quattromila film e più di 15mila serie e programmi televisivi, che in tutto hanno vinto oltre 180 Oscar e circa 100 Emmy Awards (che sostanzialmente per la televisione hanno la stessa importanza degli Oscar per il cinema).

Amazon in questo modo rafforza in modo importante il catalogo di contenuti passati, presenti e futuri che potrà offrire in tutto il mondo grazie ad Amazon Prime Video, il suo servizio di streaming. A proposito dell’acquisizione di MGM da parte di Amazon, il New York Times ne ha parlato come del «simbolo definitivo di un’era di Hollywood che si chiude e di un’altra che si apre».

Per quanto riguarda la già citata saga di 007 (prezzo pregiato del catalogo MGM), segnaliamo che è della Metro Goldwyn Mayer (e dunque di Amazon) solo al 50 per cento, perché l’altra metà continuerà a essere controllata da Eon Productions, la società guidata dai figli del produttore Albert R. Broccoli, che hanno un «inviolabile controllo creativo» e l’ultima parola su quali e quanti film fare con protagonista James Bond, in genere decidendo di farne pochi, uno ogni qualche anno, e su chi scegliere per interpretarlo. Come ha scritto Variety, «vuol dire che Amazon farà molta fatica a ottenere il loro necessario consenso nel caso decidesse, per ipotesi, di mostrare il prossimo film di James Bond su Amazon Prime Video».

Staremo a vedere come si evolverà la situazione, fatto sta che un’epoca è finita e una tutta nuova se ne sta aprendo: Amazon è ora proprietaria della MGM.


Sfoglia tutti i film recensiti da MegaNerd!

Mr. Kent

Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *