Addio a Tim Sale, straordinario Artista dei comics

Una notizia tremenda scuote il mondo del fumetto: è morto Tim Sale, Artista enorme che con il suo talento ci ha regalato tavole che resteranno per sempre nella storia dei comics. Indimenticabile il suo apporto al mito di Batman

tim sale

 

Una notizia tremenda, che ci ha scosso nel profondo: il grande Tim Sale ci ha lasciato.
Un Artista incredibile, che in coppia con Jeph Loeb ci ha regalato storie immortali come Batman: Il Lungo Halloween, Vittoria Oscura, il poetico Superman: Stagioni, il capolavoro Spider-Man Blue o l’intenso Daredevil: Giallo. Queste sono solo alcune delle Opere che Sale ha impreziosito con la sua Arte e che sicuramente non sarebbero state le stesse senza le sue preziose matite.
Per un periodo ha lavorato anche per la TV, sempre in coppia con il fidato Loeb, alla serie Heroes.

A informare il mondo della scomparsa di Tim Sale è stato il suo account Twitter ufficiale, probabilmente gestito dalla sua famiglia:

 

“È con una profonda tristezza che devo annunciare che Tim Sale è morto oggi. È morto con l’amore della sua vita accanto a lui e vi ama moltissimo”

Il suo stile essenziale e raffinato si sposava perfettamente con le atmosfere del Cavaliere Oscuro: probabilmente le sue tavole migliori sono state proprio quelle dedicate a Batman, personaggio totalmente nelle sue corde grazie allo stile gotico e ai giochi d’ombra che amava utilizzare. Semplicemente meravigliose le donne ritratte da lui: Catwoman, Poison Ivy, Gwen Stacy, Mari Jane: tutte diverse tra loro, ma incredibilmente sexy e ammalianti se disegnate da lui, che nonostante avesse lo stile essenziale, erano pregne di particolari che le rendevano uniche.

La morte di Tim Sale fa male anche e soprattutto perché era ancora giovane: aveva solo 66 anni. Nato nel 1956 a Ithaca, New York, era figlio di un critico letterario specializzato nella letteratura per l’infanzia. Sin da piccolo si appassionò al mondo del fumetto grazie a Spider-Man, di cui divorava le storie. Ben presto scoprì anche tutte le altre serie Marvel, la sua casa editrice preferita perché – a suo dire – «aveva i migliori disegnatori, Kirby, Buscema, Windsor-Smith, Steranko».

Fu la madre, che aveva studiato arte, a incoraggiarlo nel disegno e a fargli scoprire artisti del calibro di Michelangelo e Rembrandt, che Tim Sale affiancò immediatamente ai suoi personali miti: Jim Steranko e John Buscema. Il ruolo della madre è stato fondamentale nella crescita artistica di Sale: in un suo famoso libro, Black and White, scrisse che mentre il mondo trattava il fumetto come una barzelletta, lei lo prendeva sul serio, dimostrandogli che poteva tranquillamente far parte della storia dell’arte.

La redazione di MegaNerd si alza in piedi e saluta commossa questo straordinario Artista, a cui rivolge un GRAZIE enorme per tutte le emozioni che è riuscito a trasmettere con le sue incomparabili tavole.


Mr. Kent

Facebook MeganerdInstagram MeganerdTwitter Meganerd
Appassionato di fumetti, curioso per natura, attratto irrimediabilmente da cose che il resto del mondo considera inutili o senza senso. Sono il direttore di MegaNerd e me ne vanto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.