Star Wars – George Lucas: «I fan avrebbero detestato le mie idee per i sequel»

Il creatore di una delle più amate saghe cinematografiche di tutti i tempi svela quali sarebbero stati i suoi piani se avesse mantenuto i diritti di Star Wars

Da quando George Lucas ha venduto Star Wars alla Disney, in molti hanno iniziato a fantasticare su come sarebbero stati i nuovi film se le idee fossero state quelle del creatore della serie. Ipotesi, congetture e supposizioni che probabilmente finiranno oggi: il buon vecchio George ha infatti svelato quali sarebbero stati i suoi piani qualora la Lucasfilm fosse rimasta saldamente nelle sue mani.

Grazie al prezioso libro James Cameron’s Story of Science Fiction, veniamo a conoscenza di alcuni aspetti che il leggendario filmaker avrebbe voluto esplorare con i capitoli 7,8 e 9:

Gli altri tre film di Star Wars avrebbero esplorato il mondo microbiotico. C’è questo mondo di creature che agiscono in maniera diversa dalla nostra. Li chiamo Whills. E sono proprio gli Whills a controllare l’Universo. E a nutrire la Forza. Se avessi tenuto la compagnia, avrei potuto farlo e l’avrei fatto. Chiaramente so che molti fan avrebbero detestato la scelta, così come hanno fatto con La Minaccia Fantasma e tutto il resto, ma almeno avrei raccontato tutta la storia dall’inizio.

Bisogna infatti dire che la questione dei Whills non è stata del tutto messa da parte nei nuovi film di Star Wars. In Rogue One: A Star Wars Story, facciamo la conoscenza di Chirrut Îmwe (Donnie Yen), colui che faceva parte dei Guardiani di Whills (termine che durante la lavorazione di Una Nuova Speranza, era adoperato per tutto quello che aveva a che fare con ciò che sarebbe poi diventata la Forza).

Insomma, un’intera trilogia dedicata al mondo microbiotico: che ne pensate? Ovviamente, aspettiamo di conoscere i vostri commenti…

Commenti