C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Il tempo è quello dei miti dell’antica Grecia ma le metafore sono dei veri e propri insegnamenti per la vita di tutti i giorni: l’amabile Pollon torna con una raccolta tutta sua

speciale pollon

Dalla mente del compianto Hideo Azuma (autore anche di Nanà Supergirl) fu creata una graziosa biondina tutto pepe, nota per l’uso di una polvere che sembra talco ma non è… insomma, avrete sicuramente capito che stiamo parlando della mitica Pollon. Il titolo dell’opera originale che la vede protagonista è Olympus no Pollon, tradotto letteralmente Pollon del Monte Olimpo, ribattezzato C’era una volta Pollon per la versione animata.

Pollon – La storia, tra manga e anime

Pollon-grande

Il manga risale al lontano 1977, mentre le prime puntate dell’anime sono state trasmesse tra il 1982 e il 1983 in Giappone, in Italia la serie è arrivata su Italia 1 nel 1984 contando 46 episodi e accompagnata dalla celebre sigla scritta da Paolo Cassano (Matia Bazar) e cantata da Cristina D’avena, Pollon, Pollon combinaguai.

La state canticchiando, vero?

La storia narra le vicende della piccola Pollon, figlia unica del Dio Apollo, che vive con suo padre e tutti gli altri dei della mitologia greca sul Monte Olimpo. Il desiderio che rincorre la piccola combinaguai è quello di diventare una Dea e suo nonno Zeus stabilisce con lei un patto: lo diventerà quando avrà riempito un salvadanaio magico con le monete che lui le donerà ad ogni sua buona azione. Fin qui la premesse brillano per altruismo e amore verso il prossimo, ma voi tutti ricorderete che Pollon ha un modo tutto suo per aiutare i suoi amici. La maggior parte dei poveri malcapitati passa infatti dalla padella nella brace, coinvolgendo sempre dei poveri innocenti.


Insieme al suo inseparabile amico Eros sono sempre alla ricerca di persone da aiutare e s’imbattono nei protagonisti dei miti greci rivisitando le loro storie in chiave moderna, trasformando le tragedie in veri e propri racconti umoristici.

pollon 1

Lo sfondo e il contorno perfetto sono ovviamente le rappresentazioni di tutti gli dei dell’Olimpo, creature tutt’altro che divine, esseri che falliscono e dediti al vizio, vittime delle stesse debolezze degli uomini, si cacciano sempre in situazioni ironiche e anacronistiche (la stessa Pollon ricorda un’egocentrica showgirl)!

pollon sembra talco ma non è

Il gran finale ve lo ricordate? Come ultima prova per diventare dea, Pollon riesce a salvare la Terra dai mali usciti dal vaso di Pandora, tutto grazie alla speranza che era rimasta in fondo al vaso insieme ai demoni. La bambina riesce a imprigionare nuovamente i mostri e scopre che la dea della speranza è anche la dea delle dee: questa come segno di riconoscenza le cede il suo titolo e la piccola corona finalmente il suo sogno.

Tra i personaggi da ricordare, oltre Eros col suo prepotente ombelico, abbiamo Zeus, padre degli dei e simbolo dell’uomo donnaiolo perennemente punito dalla moglie, in questo caso Era, dispensatrice di fulmini e autoreggenti.

C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Poi c’è Apollo, dio del sole, che dopo essere stato piantato dalla moglie, vive da single e alleva sua figlia da solo. Pigro e dedito all’alcool (come il resto del parentato) non riesce mai a far sorgere il sole puntualmente.

C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Come non ricordare Afrodite, dea vanesia e ossessionata dal fatto di aver generato un figlio tanto brutto, Eros per l’appunto, senza il minimo senso estetico, dispensa bellezza a persone e cose senza un criterio logico.

C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Il mitico Poseidone è rappresentato sempre munito di una fiaschetta di sakè al fianco e terrorizzato dall’acqua, spesso utilizza anche un salvagente per non affogare, cosa per di più impossibile vista la sua altezza!

C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Una delle caratteristiche da apprezzare maggiormente dell’anime di Pollon, è che rappresenta uno dei pochi cartoni animati che ricalca quasi completamente il contenuto del manga da cui è tratto, finale compreso. Il fumetto è recentemente stato ripubblicato in una raccolta unica dalla Magic Press al prezzo di 16 euro.

C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Per quanto riguarda la serie animata, dobbiamo essere sinceramente grati alla Yamato Video, che in collaborazione con la Koch Media ha pubblicato un delizioso cofanetto.

Il box racchiude tutte le puntate raccolte in 6 DVD con l’aggiunta di un booklet esclusivo di 12 pagine con le schede dei personaggi principali.

C’era una volta Pollon – L’Olimpo non è mai stato così divertente!

Troverete anche la lista e il titolo di tutti gli episodi, una raccolta delle immagini più belle della sigla, dei fondali e delle trasformazioni di Pollon. Insomma una vera chicca per gli amanti del genere e i nostalgici degli anni ’80/ ’90, lo troverete al prezzo di 35,99 euro.



Saki

Cuore giapponese in un corpo italiano, leggo manga dalla più tenera età e sogno ancora di cavalcare Falcor! Curiosa fino allo sfinimento, sono pronta a parlarvi delle mie scoperte!

Commenti