Quentin Tarantino: «Il mio Star Trek come Pulp Fiction nello spazio»

Il geniale regista Quentin Tarantino torna a parlare del suo progetto per Star Trek, svelando che il suo film prenderà spunto da Pulp Fiction e Il Mucchio Selvaggio

In una lunga intervista esclusiva rilasciata a Deadline, Quentin Tarantino è andato a ruota libera su tutti i progetti che ha in porto. A partire dal chiacchierato Star Trek, di cui aveva già parlato nei mesi scorsi, indicandolo, addirittura, come possibile ultimo film.

In questa intervista, il regista ha detto che la sua sceneggiatura, già bollata con il Rated R, il divieto massimo negli USA, al pari del nostro VM 18, sarà una sorta di “Pulp Fiction ma ambientata nello spazio“, d’accordo con il produttore sci-fi J. J. Abrams, che già ha in mano l’altra saga stellare, Star Wars. Ed ha anche tirato in ballo Deadpool come termine di paragone.

“Deadpool ha dimostrato come si possano riscrivere le regole del genere. Determinati temi e personaggi possono essere realizzati in modo diverso rispetto ai canoni soliti. Quando si tratta di Star Trek, la Paramount lascia molto campo libero”

Lo stesso J. J. Abrams ha dato carta bianca a Tarantino, a detta sua. Una sceneggiatura da Rated R andava bene, così come se avesse voluto fare “Il Mucchio Selvaggio di Peckimpah nello spazio“. E non è finita qui. Il buon Quentin Tarantino si è anche tolto qualche sassolino dalla scarpa, accusando l’attore-sceneggiatore Simon Pegg. Nello specifico, ha affermato che:


“Mi dà molto fastidio il fatto che lui parli senza sapere cosa sto facendo. Recentemente ha detto che non poteva essere un Pulp Fiction nello spazio e invece no. Sarà proprio un Pulp Fiction nello spazio! Quando scrivo le sceneggiature è proprio questo quello che cerco. Non ho mai scritto un film fantascientifico ma so già quello che farò Nessun sci-fi ha gli ingredienti che metterò io, sarà del tutto innovativo. Per questo motivo, la Paramount mi ha chiesto di farlo!”

A questo punto la curiosità aumenta sempre di più, speriamo che questo progetto veda la luce quanto prima!



Commenti