È morto Mattia Torre, scrittore e autore da Boris a La linea verticale

Sceneggiatore, regista oltre che autore teatrale e televisivo, Mattia Torre aveva solo 47 anni ed era malato da tempo
 
Dobbiamo purtroppo dare la triste notizia della scomparsa di Mattia Torre: scrittore, regista, autore tv e di fiction, ha creato – insieme a Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico – la serie cult Boris. La notizia della morte è arrivata sulle pagine del quotidiano Il Mattino: Mattia Torre aveva solo 47 anni, ed era malato da tempo.
Cresciuto nell’ambiente teatrale romano, inizia la carriera nei primi anni ‘90 insieme al regista Giacomo Ciarrapico scrivendo alcune commedie (L’ufficioIo non c’entroTutto a posto e Piccole Anime). Da allora continua la carriera da autore: film (Piovono Mucche), monologhi (In mezzo al mare, o i più recenti interpretati da Valerio Mastandrea), trasmissioni televisive (Parla con meI CesaroniThe show must go off) e la serie Boris, in cui si raccontavano le esilaranti avventure di un gruppo di lavoro intorno ad una soap opera, Gli occhi del cuore. Al cinema, sempre in trio con Vendruscolo e Ciarrapico, aveva firmato anche la commedia grottesca Ogni maledetto Natale.
Per Sky aveva inoltre scritto, insieme a Corrado Guzzanti, la serie Dov’è Mario?
È stato autore per Serena Dandini (Parla con me The show must go off), forte la collaborazione con Valerio Mastandrea per il quale ha scritto prima Il migliore per il teatro e poi la serie tv La linea verticale. 
 
La redazione di MegaNerd rivolge un rispettoso saluto a questo giovane talento italiano, prematuramente scomparso.

Commenti